Europa League, Napoli-Legia Varsavia 3-0

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Napoli centra la prima vittoria stagionale in Europa League. Gli azzurri battono al 'Maradona' per 3-0 il Legia Varsavia grazie ai gol nella ripresa di capitan Insigne, del solito Osimhen e di Politano che rilanciano i partenopei nel girone C dove adesso sono secondi insieme al Leicester con 4 punti, due in meno dei polacchi e uno in più dello Spartak Mosca. Al giro di boa il gruppo è quanto mai incerto ed equilibrato.

I padroni di casa partono all'attacco sin dai primi minuti. Il primo a provarci è Mertens con un tiro al volo su azione d'angolo ribattuto dalla difesa avversaria. Al 9' l'attaccante belga dalla trequarti sinistra sventaglia in area e trova Lozano che stacca di testa ma non riesce a dare forza al pallone. Dopo pochi minuti cross basso dell'attaccante messicano deviato da un difensore: Miszta riesce a mandare in corner con un grande intervento. Al 21' grande conclusione al volo di Mertens dopo una sponda di testa di Lozano: un diagonale di destro a incrociare che termina di poco fuori.

Si gioca ad una sola porta e alla mezz'ora Insigne ruba palla sulla trequarti, passa al centro per Mertens che smista a destra per Lozano: destro a incrociare del messicano, Miszta ci mette il piede e manda in angolo. Arriva al 40' la prima occasione dei polacchi, con la difesa del Napoli che si fa un po' sorprendere e concede troppo spazio a Muci in area, libero di prendere la mira e cercare un destro a giro, deviato da Manolas in angolo.

In apertura di ripresa partenopei pericolosi con Demme che ci prova di collo esterno ma la mira è imprecisa di un soffio. Al 12' chance per Insigne ma il suo destro è parato da Miszta con un grande intervento. Poco dopo doppia sostituzione per Spalletti che inserisce Fabian e Osimhen al posto di Anguissa e Lozano. Al quarto d'ora ancora Napoli vicino al gol: Insigne apre il gioco verso Di Lorenzo, sponda sul secondo palo per Mertens, che in spaccata da due passi mette a lato. Passano tre minuti e il capitano azzurro sfodera il suo tiro a giro ma il portiere avversario gli dice ancora no.

Al 27' problema fisico per Manolas costretto ad uscire sostituito da Politano. Fuori anche Mertens al suo posto Petagna. Al 29' Insigne su punizione costringe l'ispirato portiere avversario ad un'altra grande parata. Passa un minuto e il Napoli rischia la beffa, ripartenza polacca con Emreli che fa partire e chiude l'azione: mancino da fuori area a incrociare, la sfera finisce sul palo ed esce.

Al 31' Insigne firma il gol partita. Politano mette la palla fuori area, il capitano calcia di controbalzo e trova la rete. Quattro minuti più tardi Osimhen firma il raddoppio. Insigne confeziona un pallone nello spazio per il nigeriano, che da posizione defilata esplode il destro e batte Miszta sul primo palo. Al 95' arriva anche il terzo gol con Politano che riceve a destra, avanza palla al piede verso il centro, prende la mira e col mancino trova l'angolino lontano per il 3-0 che manda i titoli di coda sul match.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli