Il rigore di Siviglia è l'ultima disfatta scozzese: Ramsey è di nuovo un problema per la Juve

"Pain in Spain", "Dolore in Spagna". Il gioco di parole è il titolo scelto dalla stampa scozzese per raccontare la triste notte di Siviglia, con i Rangers battuti ai rigori dall'Eintracht Francoforte nella finale di Europa League. E l'immagine scelta dai giornali britannici è uniforme: Aaron Ramsey, disperato dopo l'errore dal dischetto che condanna il club di Glasgow. Per quella che, con ogni probabilità, sarà l'ultima disfatta con la maglia blu sulle spalle. Giovanni van Bronckhorst ha provato a difendere e rincuorare il centrocampista gallese a fine partita: "Alcuni giocatori non erano in un buon momento per calciare un rigore, Ramsey era disponibile a tirarlo. E' davvero giù, tutti stanno male, sono delusi, lo abbiamo visto nello spogliatoio. Ha preso la responsabilità di calciare, puoi segnare o sbagliare. Purtroppo per noi non ha segnato". Una timida difesa, ma l'errore di Siviglia è la chiusura di un'avventura con la maglia dei Rangers che non è andata secondo le aspettative, due gol consecutivi contro Dundee FC e Celtic come unici acuti di sei mesi caratterizzati da prestazioni deludenti, qualche acciacco fisico e una titolarità comunque mai conquistata del tutto: per questo gli scozzesi non sono particolarmente convinti di voler esercitare il diritto di riscatto, rispedendo così Ramsey alla Juventus proprietaria del cartellino.

NUOVO PROBLEMA - Un nuovo problema quindi per i bianconeri, che si ritroveranno nuovamente il gallese alla Continassa e a pesare sulle casse del club con il suo ingaggio da oltre 7 milioni di euro netti a stagione. Ramsey è chiaramente fuori dal progetto juventino, per questo Arrivabene e Cherubini cercheranno una nuova soluzione per liberarsene, questa volta a titolo definitivo vista la scadenza del contratto nel 2023: una cessione a fronte di indennizzo minimo o anche la risoluzione anticipata del contratto stesso, ipotesi ventilata a più riprese senza poi essere approfondita. Ramsey ha tradito i Rangers nel momento clou, il ritorno alla Juve si avvicina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli