Juve, ultimo scatto per Kostic: per cominciare Allegri avrà l'esterno

Non cambierà la Juve, ma aiuterà parecchio. Almeno, Filip Kostic, è stato individuato per questo. Perché tra i vari limiti di una rosa incompleta c'è un buco che Max Allegri ha evidenziato praticamente in ogni amichevole, quello dell'esterno offensivo sinistro. In altri reparti non è che vada molto meglio, ma non è numericamente che si può valutare il problema: per un centrocampista in più (da Leandro Paredes in poi) ne serve uno in meno (possibilmente Arthur), così via anche in difesa. In attacco il ruolo del vice-Vlahovic è almeno momentaneamente occupato da Moise Kean, mentre sulla sinistra Allegri ha messo prima lo stesso Kean, poi Juan Cuadrado, infine ha alternato Matias Soulé e Angel Di Maria: insomma, aspettando Federico Chiesa, lì c'è un buco da colmare. Subito. Così è ripartito l'affondo per Kostic, anticipato in esclusiva da Calciomercato.com e ormai giunto all'ultima curva.

GUARDA ANCHE: Juve, ecco il pensiero di Allegri sul mercato

IN FRETTA – Mai un problema l'intesa col giocatore, né economica (3,5 milioni netti bonus inclusi per tre anni) né progettuale (la Juve è sempre stata la prima scelta per Kostic). Così il serbo ha prima messo in stand-by e poi fatto saltare l'accordo col West Ham, mentre la Juve provava con la sponda di Alessandro Lucci a trovare l'intesa anche con l'Eintracht. Un'intesa che ancora non c'è ma è sempre più vicina, un po' perché la volontà del giocatore è chiara, un po' perché il contratto di Kostic è in scadenza, un po' perché i rapporti tra i club sono molto buoni.

LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME DI CALCIOMERCATO

E ora la Juve è passata all'ultima fase della trattativa, quella in cui cerca di presentare un'ultima offerta alzandola con l'aumento dei bonus. Obiettivo: concludere tutto entro mercoledì, quando i bianconeri torneranno al lavoro per preparare la sfida al Sassuolo, evitando a Kostic (che ha già salutato tutti) un'altra uscita con l'Eintracht come quella della Supercoppa Europea con il Real Madrid. Siamo ai dettagli insomma: non sarà Kostic a cambiare la Juve, ma alla Juve di Allegri serve anche Kostic. Subito.