Tokyo 2020, Tita: "Mi aspettano su Luna Rossa? Stiamo a vedere"

·1 minuto per la lettura

"Checco Bruni ha detto che mi aspetta su Luna Rossa? Stiamo a vedere cosa offre il futuro ma un altro giro per Parigi non lo voglio perdere". Così Ruggero Tita, medaglia d'oro nella vela in coppia con Caterina Banti sul Nacra-17 da Casa Italia a Tokyo. "Siamo orgogliosi di avercela fatta e di aver portato questo oro in Italia".

"Salire sul podio è la parte facile, fare le regate è il difficile. Con poche persone, sembrava una garetta del circolo sociale, ma comunque è stata un'emozione fantastica, ce la siamo goduta al massimo", hanno detto Tita e Banti. "La dedica? E' per tutte le persone che hanno fatto qualcosa per noi in questi 5 anni, anche solo una parola o un consiglio. Con la somma di tutti i dettagli si arriva a questo risultato", hanno aggiunto i due azzurri. "Dalla prima volta che siamo saliti in barca insieme abbiamo trovato subito una grande sintonia e affinità, muoversi in sincronia, è venuto tutto naturale e siamo stati facilitati", ha proseguito. A spingerli ad andare avanti gli obiettivi comuni. "Passiamo molto più tempo insieme noi due che con i rispettivi fidanzati, c'è una conoscenza reciproca molto profonda, come in tutte le situazioni nascono delle incomprensioni ma quello che ci ha spinto avanti è l'obbiettivo comune da raggiungere, conquistare questa medaglia e per questo abbiamo sempre trovato un punto d'incontro, diretti verso l'obbiettivo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli