Lavagna Tattica

  • Sconfitti non solo per stanchezza

    Analizzare dal punto di vista tattico un 4-0 è difficile, anzi sostanzialmente impossibile. Perché un risultato del genere matura quando una delle due formazioni è talmente superiore all'altra da rendere superfluo ogni discorso relativo a schemi e moduli. Se poi si parla di Spagna-Italia 4-0, la finale che ha portato le Furie Rosse sul tetto d'Europa per la seconda volta consecutiva, il tutto è reso ancora più difficile dal fatto che non solo gli Azzurri fossero i meno forti in campo, ma anche i più stanchi.

    La differenza si è vista da subito. Sono bastati pochi minuti per capire che la Spagna

    Continua a leggere »from Sconfitti non solo per stanchezza
  • Pressing e possesso palla: le chiavi di Spagna-Italia

    Dalla Spagna alla Spagna. La strada è stata lunga, per lunghi tratti in salita. Ma alla fine l'Italia è arrivata alla quasi del tutto inattesa finale di Kiev. Ora è il momento della resa dei conti. La sesta e ultima sfida del torneo contro le Furie Rosse campioni d'Europa e del mondo in carica, un match nel quale il fattore tattico sarà decisivo almeno quanto le invenzioni di uno dei molti geni di centrocampo che le due formazioni possono vantare. Che finale sarà? Proviamo a giocarcela a tavolino.

    IL PIANO DI DEL BOSQUE - Una finale è spesso una battaglia di logoramento, una sfida da vincere

    Continua a leggere »from Pressing e possesso palla: le chiavi di Spagna-Italia
  • Tutti gli errori e i regali della Germania

    A questi livelli, in una semifinale di una competizione internazionale, certi errori non si vedono spesso. Ma Joachim Loew ne ha commessi un paio che hanno aiutato non poco l'Italia a volare in finale contro la Spagna. Il primo, più che tattico, è concettuale. Nonostante i proclami della vigilia, il ct della Germania ha pensato prima di tutto a non prenderle. A limitare il punto di forza dell'Italia anche a patto di sacrificare un proprio punto di forza. E, lì, ha perso la partita.

    La formazione iniziale della Mannschaft suscitava qualche perplessità e così è stato. Fuori Thomas Muller e

    Continua a leggere »from Tutti gli errori e i regali della Germania
  • Mancano poche ore all'inizio della semifinale dell'Europeo tra Italia e Germania. Sulla carta i favoriti sono i tedeschi, ma il calcio non è una scienza esatta e non è detto che i risultati seguano sempre un filo logico. Ecco perché, messe da parte le polemiche per la differenza dei giorni di riposo (solo 4 per noi, 6 per la Germania), è giunto il momento di pensare al campo.

    Continua a leggere »from Italia-Germania: la chiave della partita sta a centrocampo
  • Vincerà la squadra o vincerà Ronaldo?

    Siamo al momento decisivo. Questa sera alle 20:45 scatta la prima semifinale dell'Europeo tra il Portogallo di Paulo Bento e la Spagna di Vicente del Bosque. Una partita che metterà di fronte due squadre dal tasso tecnico eccelso e dal gioco spettacolare. Un match nel quale a fare la differenza potrebbero però essere le difese, specie se si considera che quella delle Furie Rosse - la migliore del torneo con un solo gol incassato - avrà l'ingrato compito di tenere a bada l'uomo più in forma del momento: Cristiano Ronaldo.

    IL PIANO DI PAULO BENTO - Il ct lusitano non ha mai cambiato l'undici di

    Continua a leggere »from Vincerà la squadra o vincerà Ronaldo?
  • Prandelli, adesso manca solo l’attacco

    L'Italia accende i fari al momento giusto e vola in semifinale all'Europeo. Una prestazione eccellente quella degli Azzurri contro l'Inghilterra, un successo arrivato ai rigori e meritato ampiamente dalla Nazionale, capace di schiacciare gli avversari dall'inizio alla fine. Una partita che, al di là degli inevitabili strascichi fisici, lascia più che ottimisti in prospettiva tedesca. Ecco perché l'Italia ha vinto e perché potrebbe vincere ancora.

    LA VITTORIA DI PRANDELLI - "Questa volta il cuore non basta", aveva detto alla vigilia. Dopo la partita del carattere, quella contro l'Irlanda,

    Continua a leggere »from Prandelli, adesso manca solo l’attacco
  • Inghilterra-Italia, prepariamoci a un match lungo

    Quando tutti si aspettavano la Francia, il destino ha regalato all'Italia di Cesare Prandelli l'Inghilterra della vecchia conoscenza Roy Hodgson. Che sia un vantaggio è tutto da provare, anche perché i britannici hanno dimostrato una compattezza in "stile Chelsea" che potrebbe creare più di un problema agli Azzurri. Ma come andrà a finire? Proviamo a immaginarlo con la nostra lavagna tattica.

    IL PIANO DI PRANDELLI - Tre novità di formazione per l'Italia, che rispetto al match contro l'Irlanda rimpiazza l'infortunato Giorgio Chiellini con Leonardo Bonucci e l'affaticato Thiago Motta con

    Continua a leggere »from Inghilterra-Italia, prepariamoci a un match lungo
  • Centrocampo folto e una punta: vincerà la qualità

    Non sarà certo la sfida più equilibrata di questi quarti di finale in quanto il favore del pronostico appartiene ai campioni del mondo e d'Europa in carica, ma la gara tra Spagna e Francia metterà sicuramente a confronto due formazioni in cui il modulo ed il sistema di gioco sono ben consolidati, e non si prospettano grandi sorprese.

    IL PIANO DI DEL BOSQUE - Vicente Del Bosque utilizza il 4-3-3 e in questa edizione degli Europei ha praticamente sempre usato la medesima formazione titolare, fatta eccezione per la punta centrale, ruolo ricoperto da Fabregas contro l'Italia e da Torres con

    Continua a leggere »from Centrocampo folto e una punta: vincerà la qualità
  • La Grecia può contenere questa Germania?

    Il secondo quarto di finale di Euro 2012 mette di fronte forse la squadra tatticamente più prevedibile del torneo e quella più camaleontica. Se la Germania infatti è ancorata al suo 4-2-3-1 (e i risultati consigliano di non cambiare...), la Grecia viceversa ha già cambiato atteggiamento più volte durante la fase a gruppi e lo farà ancora nella prossima sfida a eliminazione diretta.

    Joachim Löw non modificherà il suo atteggiamento, né gli interpreti: Jerome Boateng ha saltato per squalifica la terza partita ma rientrerà nella sua posizione di terzino destro rispedendo in panchina Lars Bender,

    Continua a leggere »from La Grecia può contenere questa Germania?
  • Come si ferma Cristiano Ronaldo?

    I quarti di finale si aprono con una sfida dal pronostico piuttosto serrato come quella tra la Repubblica Ceca che ha chiuso al primo posto il Gruppo A e il Portogallo che è stato promosso come seconda del girone B. Un match che però presenta non pochi motivi di interesse tattico. Come verrà marcato Cristiano Ronaldo? E come riuscirà la difesa lusitana a tenere protetto Rui Patricio dal contropiede ceco?

    IL PIANO DI BILEK - La variabile è tutta legata alle condizioni di Tomas Rosicky. Se lui ci sarà, come sembra probabile dopo la rifinitura, verrà riproposta la squadra che ha vinto 2-1

    Continua a leggere »from Come si ferma Cristiano Ronaldo?
  • Ma l’Italia ha davvero svoltato?

    Niente biscotto, l'Italia batte l'Irlanda e vola ai quarti di finale come seconda del Gruppo C. Un obiettivo importante che però non permette di cancellare tutti i punti interrogativi. Anche perché, francamente, la prestazione contro gli uomini del Trap è stata forse la peggiore dal punto di vista del gioco di tutto il girone. Non il più incoraggiante dei segnali, anche se le scelte di formazione di Cesare Prandelli hanno dimostrato che imparare dai propri errori è possibile. Quanto meno per il nostro ct.

    ATTACCO GIUSTO E PROBLEMI IRRISOLTI - Mario Balotelli è entrato, ha segnato e si è preso

    Continua a leggere »from Ma l’Italia ha davvero svoltato?
  • Prandelli, punta tutto su Marchisio

    L'ultima chance, l'ultima speranza. Cesare Prandelli rivoluziona l'Italia in vista dell'ultimo impegno della fase a gironi dell'Europeo, contro la "Cenerentola" irlandese, la prima formazione eliminata dal torneo e l'avversario da battere a tutti i costi nella speranza che una tra Spagna e Croazia porti a casa il bottino pieno. Addio al 3-5-2 e a quattro titolari. Basterà per mettere al tappeto il Trap?

    IL PIANO DI PRANDELLI - Il ct azzurro non si fidava di una retroguardia priva di Andrea Barzagli e, così, in assenza del centrale juventino aveva virato su una difesa a tre con l'arretramento

    Continua a leggere »from Prandelli, punta tutto su Marchisio
  • Ecco perché l’Italia non prende il volo

    Non è una sconfitta ma, se si considera la situazione complessiva del Gruppo C, resta qualcosa di molto simile. Il secondo pareggio consecutivo dell'Italia è un brusco passo falso, di certo un passo indietro rispetto all'altro 1-1, quello del debutto con la Spagna. Ma come mai la Croazia, sulla carta inferiore tecnicamente alle Furie Rosse, è riuscita a impedire agli uomini di Cesare Prandelli di vincere? Proviamo ad analizzare a mente fredda il pareggio che mette spalle al muro gli Azzurri. Ecco le cause principali del mancato successo azzurro.

    ULTIMO, IL FUORIGIOCO — Partiamo qui, dalla

    Continua a leggere »from Ecco perché l’Italia non prende il volo
  • Croazia: un mix di fisicità e dinamismo

    Il sollievo per essere usciti indenni dal confronto con la Spagna deve andare subito in archivio. Perché l'Italia di Cesare Prandelli è costretta a confermare quanto di buono fatto contro le Furie Rosse sin dalla partita di questa sera con la Croazia. Il confronto che, sulla carta, deciderà la qualificazione degli Azzurri. Una sfida che, se possibile, presenta ancora più insidie rispetto al match contro gli uomini di Vicente del Bosque. Non ci credete? Bene, continuate a leggere e proveremo a spiegare perché.

    IL PIANO DI BILIC - I croati sono saliti in vetta al Gruppo C con uno splendido 3-1

    Continua a leggere »from Croazia: un mix di fisicità e dinamismo
  • Germania-Olanda, dogma contro integralismo

    L'integralismo di Bert van Marwijk contro il dogma di Joachim Löw: il tecnico olandese persevera, nonostante le pressioni ormai onnipervasive, quello tedesco non cambia, perché - anche se contro il Portogallo i suoi 11 non hanno propriamente incantato - la sua Germania ha quasi sempre vinto. Le attese sono inversamente proporzionali, perché stasera al Metalist Stadium di Kharkiv l'Olanda gioca per evitare una precoce e inimmaginabile eliminazione da Euro2012 dopo due partite; la Germania per affrettare i tempi e chiudere da capolista il complicatissimo Gruppo B.

    Van Marwijk non cambia modulo

    Continua a leggere »from Germania-Olanda, dogma contro integralismo
  • Italia-Spagna, tutto passa dal centrocampo

    Una di quelle partite che fanno tremare i polsi. Una finale anticipata. Anticipata al debutto, per giunta, dopo giorni più che burrascosi. Il momento della verità arriva davvero presto per gli uomini di Cesare Prandelli, obbligati a iniziare l'Europeo nel più convincente dei modi contro la Spagna campione d'Europa e del mondo. Del primo match dell'Italia nel Gruppo C della rassegna abbiamo già parlato ampiamente in tre puntate diverse della nostra "lavagna tattica" (difesa, centrocampo e attacco). Ora è tempo di mettere insieme tutti gli elementi e provare a immaginare quale sarà l'andamento

    Continua a leggere »from Italia-Spagna, tutto passa dal centrocampo
  • Cassano-Balotelli: la coppia che non c’è

    Sulla coppia Cassano-Balotelli, Prandelli ha investito tutto o quasi. Lo si è capito subito, dalla prima amichevole londinese contro la Costa d'Avorio. Quando l'attuale ct decise di dare una sterzata forte e netta con il passato, rinnegando l'abiura di Marcello Lippi con la chiamata dei due ribelli e l'investitura ufficiale. FantAntonio e Mario, titolari e in coppia da subito. Eppure le cose non sono mai andate come Prandelli avrebbe sperato. Non soltanto perché quella prima uscita terminò con un brusco ko per 1-0, ma soprattutto perché per le motivazioni più svariate (infortuni su tutti), i

    Continua a leggere »from Cassano-Balotelli: la coppia che non c’è
  • Pirlo e Marchisio, le chiavi dell’Italia

    Se si fa eccezione per il piccolo contrattempo fisico che ha bloccato Riccardo Montolivo per qualche giorno, il centrocampo può tranquillamente essere considerato il reparto nelle migliori condizioni della nostra Nazionale. Cesare Prandelli potrà dire tutto, ma non potrà negare di aver portato in Polonia la propria mediana ideale. Un centrocampo che ha mantenuto l'ossatura delle qualificazioni e ha aggiunto qualche interessante outsider.

    Il fulcro è ovviamente Andrea Pirlo in cabina di regia, mentre i due intermedi sono stati a lungo Daniele De Rossi e Claudio Marchisio e il ruolo di

    Continua a leggere »from Pirlo e Marchisio, le chiavi dell’Italia
  • Difesa a tre? Sì, ma “camaleontica”

    Può una difesa che ha completato la fase a gironi con due soli gol incassati in 10 partite essersi d'improvviso tramutata in un tallone d'Achille? La storia recente della nostra Nazionale farebbe propendere per il sì, come testimoniano ampiamente non soltanto i tre schiaffi incassati dalla Russia nell'ultimo test, ma anche le due reti prese da Uruguay e Stati Uniti nelle precedenti amichevoli. Un ruolino di marcia pessimo, che ci porta alla fase finale dell'Europeo con tre sconfitte nelle ultime tre partite, cinque gol incassati e nessuno segnato (l'ultima rete risale al 2-0 inflitto alla

    Continua a leggere »from Difesa a tre? Sì, ma “camaleontica”
  • Dopo aver analizzato il Gruppo A, B e C, chiudiamo l'avvicinamento a Euro 2012 col l'ultimo raggruppamento: il D. Girone interessante che presenta due Big come Francia e Inghilterra alla ricerca però di certezze e con molti - troppi - dubbi; senza dimenticare i padroni di casa dell'Ucraina e soprattutto la Svezia di Zlatan Ibrahimovic.

    FRANCIA

    Cancellare Sudafrica 2010. E' questa la missione principale a cui è chiamata la nuova Francia di Laurent Blanc, che chiede risultati attraverso il bel gioco. Dopo la disastrosa, e pittoresca, gestione Domenech, l'ex tecnico del Bordeaux ha dovuto

    Continua a leggere »from Gruppo D, occhio a Ibrahimovic