London Secrets

Si chiude la Paralimpiade dei record

London Secrets

Visualizza galleria

.

Se c'erano dei dubbi dopo questa decina di giorni sono stati spazzati via definitivamente: alle Paralimpiadi non gareggiano atleti figli di un dio minore ma veri e propri atleti, che fanno sacrifici come se non più di Phelps e Mo Farah e capaci di emozionare tanto quanto Usain Bolt o Valentina Vezzali.

Per questo motivo gli ascolti televisivi in giro per il mondo e anche in Italia hanno raggiunto picchi altissimi e il pubblico a casa ha capito che si può rimanere favorevolmente impressionati davanti alle imprese di atleti che a prima vista ispirano solo sentimenti di pena e compassione.

Visualizza galleria

.

M5_20120910_1211_PARALIMPIADI ITALIA - LA STORIA

I MERITI DI OSCAR - Se tutto ciò è stato possibile il merito è soprattutto di Oscar Pistorius, l'uomo che ha sdoganato la disabilità applicata allo sport e che è stato un vero e proprio catalizzatore durante questi Giochi. La sua meravigliosa storia e le sue battaglie hanno acceso le luci dei riflettori su questo mondo e hanno dato coraggio e forza a tanti disabili che si sono avvicinati allo sport e hanno ottenuto traguardi impensabili. Per questo se il sudafricano ha ottenuti meno allori rispetto a quattro anni fa (a Pechino gli ori erano stati 4 mentre a Londra Oscar si è fermato a due ori nella staffetta 4x100 e nei 400 piani e un argento nei 200 piani) il suo ruolo di testimonial è stato determinante ed impagabile.

Visualizza galleria

.

GRAND'ITALIA CON ZANARDI E CAMELLINI - Se Pistorius nel bene e nel male è stata la star della rassegna anche l'Italia si è ritagliata un posto importante. Gli atleti tricolori a queste Paralimpiadi hanno lanciato segnali più che confortanti: mostrando che il movimento  è in forte ascesa (il balzo dalle 18 medaglie di Pechino alle 28 di Londra è stato sbalorditivo) ed è in grado di proporre personaggi splendidi come la 'regina delle acque' Cecilia Camellini (4 medaglie con due ori e due record del mondo nei 50 e 100 stile libero) e Alex Zanardi, un uomo che non aveva certo bisogno di questa Rassegna per far capire quanto fosse straordinario ma che con i suoi due trionfi nella handbike ha scritto un'altra pagina di storia lanciando un messaggio positivo eccezionale: qualunque sia l'handicap o il problema non bisogna mai smettere di inseguire i propri sogni. Una lezione che in questi tempi di crisi economica e depressione sociale fa bene come una bella boccata d'aria fresca.

Visualizza galleria

.
di Stefano DOLCI (twitter @stefano_dolci)

Visualizza commenti (4)
  • Draxler già protagonista

    Draxler già protagonista

    Julian Draxler protagonista in amichevole entusiasma i tifosi del Wolfsburg nell'amichevole interna contro l'Under 23, giocando e servendo un bell'assist a Bas Dost nel 3-2 finale, Draxler ha indossato la maglia numero dieci. Altro »

    Sportitalia - 1 ora 58 minuti fa
  • Castro. (Siviglia): "Ci aspettiamo una grande stagione"

    Castro. (Siviglia): "Ci aspettiamo una grande stagione"

    Il presidente del Siviglia, Josè Castro ha parlato della stagione del club: "Abbiamo fatto un grande sforzo per avere due grandi giocatori in ogni ruolo. Con i nostri dieci acquisti abbiamo rafforzato la rosa per una stagione molto esigente. Sono certo che riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi come un nuovo piazzamento in Europa" Altro »

    Sportitalia - 2 ore 12 minuti fa
  • Primavera, ufficializzati i gironi per la stagione 2015/16

    Primavera, ufficializzati i gironi per la stagione 2015/16

    La Lega Serie A attraverso il sito ufficiale ha ufficializzato i tre gironi del campionato Primavera – Trofeo “Giacinto Facchetti” 2015/2016 . La Roma , come di consueto, farà parte del girone C . Questo l’elenco completo: Altro »

    Sportitalia - 2 ore 42 minuti fa
  • US Open - Nadal, fatiche ma successo: sarà 3° turno con Fognini

    US Open - Nadal, fatiche ma successo: sarà 3° turno con Fognini

    Rafa supera in 3 set sofferti l'argentino Schwartzman e si regala il terzo turno con Fognini. Dimitrov, sotto 2-0, rimonta e porta al 5° Kukushkin... ma poi Altro »

    Eurosport - 3 ore fa
  • Su Iturbe c'era anche il Milan

    Su Iturbe c'era anche il Milan

    Non solo il Genoa su Iturbe ma sul giocatore ci sarebbe stato anche il Milan di Adriano Galliani ed avrebbe offerto più di quindici milioni per l'argentino accostato anche al Grifone è da sempre un obiettivo di Adriano Galliani. Altro »

    Sportitalia - 3 ore fa