Il quotista mascherato

  • Questo è il momento per giocarsi la Juve

    So già che sarò costretto a fare gli straordinari. Proprio adesso che avevo finito di fare le mie belle valutazioni sullo scudetto 2012-2013. Nelle quali avevo messo la Juventus favorita a 2,75 - soprattutto perché sul mercato nessuno si è mosso come i bianconeri - e il Milan poco più dietro a 3,00. Ibra e Thiago Silva non si muovono, aveva detto Galliani. E io come uno sciocco mi ero fidato di lui.

    Adesso li danno tutti e due al Psg (anche i bookmaker inglesi) e se l'affare va in porto, oltre a muovere i milioni degli sceicchi, i due muoveranno anche gli investimenti di chi punta sullo

    Continua a leggere »from Questo è il momento per giocarsi la Juve
  • Sette volte Federer: una scommessa “umana”

    Di solito non sono molto incline a celebrare la "creatività" dei bookmaker inglesi e la loro fantasia in tema di scommesse. Non che trovi noiose le scommesse su Balotelli arrestato o sul cappello della regina, anzi, spesso sono delle vere e proprie chicche che fanno divertire semplicemente a leggerle, ma sul piano pratico credo siano soprattutto un esercizio di stile, uno specchietto per le allodole, un qualcosa che serve a far parlare delle quote. Questa volta però, la "libertà" dei miei colleghi inglesi, ha dato vita a qualcosa di concreto e di estremamente toccante. E si lega a doppio filo

    Continua a leggere »from Sette volte Federer: una scommessa “umana”
  • Euro 2012: il bomber divide la quota

    Tutti insieme appassionatamente e a farne le spese sono gli scommettitori. Euro 2012 è finito e probabilmente molti di voi sono andati alla cassa a riscuotere le scommesse vinte, quelle per cui avevate aspettato dall'inizio del torneo. La squadra vincente e il capocannoniere. Se chi ha giocato la Spagna va all'incasso senza problemi, qualche grana in più sorge nella scommessa sui bomber. Già, perché a guardare la classifica cannonieri viene un po' il mal di testa: Balotelli, Torres, Gomez, Ronaldo, Dzagoev, Mandzukic. Come si fa a sapere chi ha vinto?

    Per la Uefa il titolo di "Golden Boot",

    Continua a leggere »from Euro 2012: il bomber divide la quota
  • La domanda è più che lecita: ma Usain Bolt è ancora il più veloce del mondo? A meno di un mese dall'inizio dei giochi di Londra il fulmine giamaicano sembra avere le batterie scariche visti i due schiaffi presi da Yohan Blake nei trials giamaicani, proprio sul terreno che Bolt preferisce, i 100 e i 200 metri. Che Bolt temesse il suo connazionale più di chiunque altro si era capito già ai mondiali di Daegu proprio un anno fa.

    Allora Usain si fece prendere dalla foga e sui 100 metri andò fuori giri con una falsa partenza, innescata probabilmente dalla voglia di partire subito davanti a Blake. E

    Continua a leggere »from Ecco perché è il momento di puntare su Usain Bolt
  • Gli italiani e le scommesse “last minute”

    Gli italiani, il popolo del "last minute": non solo nel senso che ci piace prenotare le vacanze all'ultimo secondo, ma che in extremis, praticamente, adoriamo rispettare tutte le scadenze della nostra vita. All'ultimo secondo in banca per pagare il mutuo, all'ultimo secondo alla posta per pagare la multa, aggrappati sull'autobus o sul treno preso in corsa alla stazione e così via. Volete che anche nel campo delle scommesse non ci comportiamo allo stesso modo? Assolutamente no. Anche quando ci sono in ballo gli azzurri.

    Prendete ad esempio la partita contro l'Inghilterra, che ha raccolto

    Continua a leggere »from Gli italiani e le scommesse “last minute”
  • Questa volta siamo stati bravi. Sì sì, siamo stati proprio bravi e adesso possiamo festeggiare. Pensate che stia parlando della bella partita dell'Italia contro l'Inghilterra, vero? Sì, parlo proprio di quella, ma non solo per quello che è avvenuto sul campo. Dal mio punto di vista (che è quello di un bookmaker) Inghilterra-Italia è stato un grande match per quanto riguarda le scommesse. Anche questa volta gli azzurri hanno fatto il pieno di giocate e anche questa volta hanno battuto un record. Inghilterra-Italia (lo dicono i Monopoli di Stato) è stata la partita più "scommessa" del 2012. E

    Continua a leggere »from Italia-Inghilterra la partita più scommessa del 2012
  • Anche i bookmaker hanno paura di Mario

    Questa volta, forse hanno paura per davvero. Questa volta gli inglesi hanno messo da parte il loro umorismo tagliente e la classica spocchia "british". E sembra che rispettino l'Italia e temano il suo uomo - nel bene e nel male - più pericoloso, Mario Balotelli. Me ne accorgo saltellando qui e lì tra le versioni online dei tabloid d'oltremanica, dove mancano i titoli "caldi" su SuperMario, sempre sbattuto in prima pagina anche per la minima sciocchezza.

    Forse hanno paura di scatenare ancora la sua rabbia, come ha saputo fare Prandelli lasciandolo in panchina contro l'Irlanda e facendolo

    Continua a leggere »from Anche i bookmaker hanno paura di Mario
  • Italia ai quarti e banco “salvo”

    Certe volte le quote non sono solo un questione di numeri, statistiche e tabellino dei rendimenti. Certe volte dare la "quota giusta" è anche un questione di fiuto. E siccome sono italiano anch'io, questa volta, piuttosto che pensare ai valori in campo tra Croazia e Spagna, per dare la quota sul risultato esatto, ho pensato a come la nostra "cultura del sospetto" avrebbe potuto influire sulle puntate "made in Italy" per la gara tra le Furie Rosse e la nazionale a scacchi. Del pericolo "biscotto" si era cominciato a parlare già prima di Croazia-Italia ("Se pareggiamo e la Spagna vince poi ci

    Continua a leggere »from Italia ai quarti e banco “salvo”
  • Mario-Totò: dualismo anche nelle quote

    Balotelli o Di Natale, Balotelli o Di Natale, Balotelli o Di Natale...

    Sembra quasi un mantra e probabilmente lo è nella mente di Cesare Prandelli, che non ha sciolto le riserve sull'attacco azzurro contro la Croazia e ha lasciato tutti appesi per vedere a chi toccherà andare contro la difesa di Bilic. Tutti appesi, me compreso, che devo mettermi al lavoro per la gara di oggi pomeriggio e fare anche le quote sui marcatori.

    Cesarone non mi ha fatto capire se di nuovo farà partire SuperMario titolare o se darà più fiducia a Di Natale. Il risultato potete vederlo ben chiaro anche sulla lavagna

    Continua a leggere »from Mario-Totò: dualismo anche nelle quote
  • Che fare se non trovo il mio bomber?

    Facciamo il caso che io sia uno scommettitore e non un quotista e che stamattina mi svegli e mi faccia trascinare dal vento dell'est. Che magari, ispirato dai risultati di questo primo turno dell'Europeo, decida di puntare tutto su una sorpresa. E che, anzi, andando nello specifico, dopo uno sguardo alla classifica dei cannonieri, mi venga l'idea di una scommessa con la quale continuare a gustarmi il torneo partita per partita. Allora mi vengono subito in mente tre nomi: Andriy Shevchenko, Alan Dzagoev e Mario Mandžukić, i tre "signori" che fino a questo momento hanno segnato di più.

    Allora

    Continua a leggere »from Che fare se non trovo il mio bomber?
  • Un Europeo da scommesse “british”

    E adesso mi tocca rimboccarmi le maniche. È arrivato l'Europeo e ho la sensazione (ma a dire il vero è proprio una certezza) che lo stipendio di questo mese dovrò sudarmelo più del dovuto. Ma questo è solo il mio punto di vista, la visuale di chi sta dall'altra parte dalla barricata.

    Perché se ribalto la prospettiva e penso a voi che scommettete alle mie spalle, allora Euro 2012 è tutto da divertirsi. Perché mentre voi vi godete il sole e il mare di giugno (quelli che mi piacciono di più, quando le spiagge sono deserte e ci si rilassa meglio) io starò qui sempre più pallido e sempre dietro

    Continua a leggere »from Un Europeo da scommesse “british”
  • Ogni volta che arrivano le finali Nba ritorno ragazzino. E mi ricordo di quando andavo ancora a scuola e giocavo a basket. Il periodo delle finali di Conference e della serie per l'anello, era quello in cui le lezioni erano finite e io potevo seguire spensieratamente gli scontri "notturni" tra Michael Jordan e Charles Barkley nonostante il fuso orario - tanto a scuola non si andava più - e il giorno dopo sognare sui playground con gli amici di sempre.

    Adesso, l'Nba mi tocca seguirla per altri motivi (per lavoro, s'intende) e l'entusiasmo giovanile delle finali, si è tramutato in qualcosa di

    Continua a leggere »from Oklahoma Thunders! Allora ci avevo visto giusto…
  • Quote marce? No, calciatori corrotti…

    Per favore, non sparate a zero sulle scommesse. Ora che il bubbone delle partite "tarocche" è scoppiato di nuovo, sono tutti bravi a sostenere che il problema di fondo sono le scommesse. E io, che con numeri e quote mi guadagno da vivere (onestamente, ça va sans dire), leggo le dichiarazioni dei "signori del calcio" («Da quando le scommesse sono diventate legali la situazione è peggiorata» dice Gianni Rivera e interviene a gamba tesa anche Gigi Buffon che propone di sospendere alcuni tipi di giocate più "a rischio") mi alzo la mattina per andare al lavoro con la carogna sulle spalle che pesa

    Continua a leggere »from Quote marce? No, calciatori corrotti…
  • A Montecarlo puntate tutto sul rosso

    Certe volte è tutta una questione di segni. E bisogna essere bendati per non cogliere quelli che arrivano dal Gp di Montecarlo. Dove la roulette sembra girare e fermarsi sempre sul cinque.

    Come la quota di Fernando Alonso per la vittoria del Gran Premio e del Mondiale Piloti (con lo spagnolo che ha promesso cinquanta punti,guarda caso un multiplo di 5, nei prossimi tre Gp) e come il numero di macchina del ferrarista, stampato per l'occasione sul casco speciale che Fernando indosserà in questa gara.

    Dove c'è un altro segnale, questa volta ancora più chiaro da interpretare. «Bet on red» dice il

    Continua a leggere »from A Montecarlo puntate tutto sul rosso
  • Robben, nemico n.1 delle scommesse

    No, con Robben non è proprio il caso di scommettere. Almeno non quando si tratta di finali. Lo sa bene chi ha strappato un ticket che sembrava vincente per "colpa" sua. Così è stato nella finale dei mondiali 2010, quando solo davanti a Casillas si mangiò un gol già fatto.

    E per chi scrive andarono in fumo ben due giocate. Quella sul primo marcatore dell'incontro e quella sull'Olanda campione. Niente male davvero Arjen. Nemmeno adesso che ti sei mangiato un rigore davanti al tuo pubblico e hai consegnato la Champions a Di Matteo. Questa volta l'hai fatta davvero grossa, perché oltre il 70%

    Continua a leggere »from Robben, nemico n.1 delle scommesse
  • Com’era fragile la fiducia nella Juve

    Non sempre sono i numeri, spesso freddi e severi, a condizionare la vita dei quotisti. Ne abbiamo discusso spesso. Il mercato delle quote sulle scommesse sportive ha le sue logiche che si avvicinano molto a quelle della Borsa, madre di tutte le speculazioni. E così capita che una notizia data o non data, un'evidenza apparentemente insignificante, un dettaglio, una contraddizione possano innescare piccole reazioni a catena. E' il caso della quota scudetto in Serie A.

    Prendiamo la classifica. D'accordo la Juventus ha tre punti in meno del Milan, ma stasera deve recuperare la partita contro il

    Continua a leggere »from Com’era fragile la fiducia nella Juve
  • Chi scommette su 25 minuti di partita?

    Oggi sperimentiamo questo affare della partita che dura solo venticinque minuti. Niente di nuovissimo, per la verità. Qualcosa del genere avviene regolarmente in Spagna ed è già successo recentemente in Italia. Solo che per noi è qualcosa ancora di troppo singolare ed è sempre come la prima volta. Naturalmente Catania-Roma (Foto Ap/LaPresse) di stasera, perché è di questo che stiamo parlando, è molto impegnativa anche per chi scommette e per chi fa le quote, ovvero noi.

    Continua a leggere »from Chi scommette su 25 minuti di partita?
  • La Champions e quella fiducia sul Napoli

    Dopo quasi due mesi di astinenza da Champions League i bookmaker di solito non resistono. Le quote antepost stanno in vetrina da settimane, ritoccate dopo i gironi e i sorteggi degli ottavi. Le quote sul passaggio del turno anche. E subito dopo i sorteggi c'è stata addirittura la solita ridicola corsa al confezionamento delle quote sulle partite (non tutti in realtà). In verità queste quote marciscono per due mesi. Perché anche gli scommettitori, così come i semplici tifosi e gli staff delle varie squadre, si dedicano ai campionati e si prendono la loro bella pausa. Il profilo del tifoso paziente che si aggrappa a un antepost in netto anticipo è un cliché per la verità molto romantico, ma sempre più in disuso.

    Continua a leggere »from La Champions e quella fiducia sul Napoli
  • Calcioscommesse: e se tornassimo alla schedina?

    Hanno interrogato il macedone. Un ragazzone alto due metri che faceva da guardaspalle alla banda degli zingari. Nel frattempo hanno messo in rete i video di De Sanctis e Vidal. Farina è stato pontificato per aver rifiutato la proposta di combine ed è diventato ambasciatore Fifa. Abete ha ricordato che bisogna dare risalto anche alla vicenda di Pisacane che ha fatto esattamente la stessa cosa di Farina senza che vi sia stato lo stesso trasporto mediatico. I sospetti sono ovunque. Il calcio scommesse agita le pagine dei giornali e gli spazi delle trasmissioni televisive. E Platini dice che l'obiettivo dei prossimi anni di Uefa e Fifa sarà proprio la lotta alle scommesse clandestine.

    Continua a leggere »from Calcioscommesse: e se tornassimo alla schedina?
  • Sono mesi che non si parla d'altro. Nelle ultime ore si è data anche un'enfasi particolarissima alle intercettazioni sui tre calciatori del Napoli (di uno è un ex). Intercettazioni di routine (per controlli ad ampio raggio e che nulla hanno portato sul tavolo delle rilevanze penali) oltre che vecchie e già divulgate da Repubblica mesi addietro. Ma come al solito titoloni con punti interrogativi salva coscienza fanno sensazione mettendo questa volta in croce Cannavaro (Paolo) e il Napoli come vittime sacrificali di questo weekend per l'opinione pubblica poco avvezza ad approfondire.

    Continua a leggere »from E se a scommettere fossero ds, presidenti e procuratori?