Sport in Rete

  • Fare il giornalista può essere un brutto lavoro, a volte. Fare il giornalista sportivo può essere interessante e avvincente, ma non è la prassi, perché anche per questo mestiere, passano, come si dice in gergo, tante "sòle".

    Se c'è una cosa, però, per cui vale la pena fare il giornalista di calcio, è che si possono guardare le partite gratis. Sbagliato. È che si possono avere le birre gratis, come dimostrano i nostri colleghi al media centre di Euro2012, capaci di svuotare un intero frigo di Carlsberg in tre minuti. Afferrando anche quattro bottiglie alla volta, se è il caso, pur di non

    Continua a leggere »from Birra gratis? Frigo svuotato in 3 minuti
  • L’Inghilterra e una “calda accoglienza”

    L'Inghilterra guidata da Roy Hogdson tutto si attendeva fuorché questo tipo di accoglienza da parte dei tifosi che ha trovato in Polonia: all'arrivo del pullman britannico a Cracovia mercoledì, oltre ai fan in festa, c'era anche una delegazione di tifosi irlandesi. La nazionale del Trap è di sede a Sopot, sempre in Polonia, e allora i Verdi hanno deciso di riservare un'accoglienza particolare, fatta di grida, insulti e qualche coro su misura.

    I più significativi sono: "You'll never beat the Irish" (Non batterete mai gli irlandesi, forse perché al massimo potrebbero incontrarsi nella fase ad

    Continua a leggere »from L’Inghilterra e una “calda accoglienza”
  • Lo striscione polemico di Giaccherini

    Milan-Juve non è ancora finita. Verrebbe quasi da dire che non finirà mai... Il guardalinee Romagnoli come il Ceccarini di Juve-Inter nel '98 o come il Collina di Perugia-Juve del 2000. Il gol di Muntari non verrà dimenticato facilmente, né da una parte né dall'altra.

    Una prima e decisa conferma in tal senso è arrivata con Emanuele Giaccherini (nella foto AP/LaPresse), protagonista di un episodio che ovviamente ha acceso i tifosi (in un senso o nell'altro...): il centrocampista bianconero durante la festa della Juve a Torino ha esposto uno striscione inopportuno con su scritto "Il gol di

    Continua a leggere »from Lo striscione polemico di Giaccherini
  • Londra 2012: lei scende a Pietro Mennea?

    In vista delle prossime Olimpiadi londinesi - dal 27 luglio al 12 agosto - l'organizzazione dei Giochi ha pensato a una simpatica e indimenticabile iniziativa. Chi di voi ha visitato almeno una volta Londra sarà stato rapito dall'imponenza della metropolitana... "Mind the gap". Inimitabile, unica. Semplicemente la metropolitana di Londra.

    Continua a leggere »from Londra 2012: lei scende a Pietro Mennea?
  • Un’esultanza un po’ troppo dolorosa

    Se allo Zenit San Pietroburgo manca soltanto un punto per poter mettere in bacheca il secondo titolo consecutivo nel campionato russo, una buona parte del merito va ad Andrei Arshavin, e alla sua prestazione old-style con la quale ha permesso alla squadra di Spalletti di aggiudicarsi per 2-0 lo scontro diretto sul Cska Mosca e aumentare a 14 punti il divario sulla stessa ex-squadra dell'Armata Rossa, diretta inseguitrice.

    Subentrato al 54' sul punteggio di 0-0, Arshavin ha prima propiziato l'azione che ha portato Vladimir Bystrov a segnare il gol del vantaggio, e ha poi chiuso i conti con la seconda rete nel finale. Il suo festeggiamento, però, è stato quantomeno bizzarro, come vi mostriamo anche nel VIDEO qui sotto.

    Continua a leggere »from Un’esultanza un po’ troppo dolorosa
  • Leo Messi, un fenomeno già a 15 anni…

    Che Leo Messi sia un fenomeno ci vuole poco a capirlo adesso, dopo 3 Palloni d'Oro di fila, ma anche nel 2002 la situazione non era poi così diversa...

    Tornando indietro e fermando l'orologio del tempo giusto 10 anni fa, si scopre infatti un Messi diverso: più giovane e con il numero 14 alla Cruyff, ma egualmente devastante. Le immagini del video sottostante sono relative a una partita giocata in Italia dalla Pulce blaugrana: si tratta di una sfida tra gli Allievi catalani e quelli del Parma, match giocato a Pisa e valevole come finale del Trofeo Maestrelli, torneo al termine del quale il

    Continua a leggere »from Leo Messi, un fenomeno già a 15 anni…
  • Il quarterback alza un alley-oop

    Forse qualcuno si ricorderà ancora quando, qualche settimana fa, Kevin Garnett e Rajon Rondo aprirono una partita contro i Lakers con uno snap di stampo footballistico: quel video, che fece rapidamente il giro del mondo, sembra aver impressionato in particolar modo alcuni ragazzi liceali dell'Iowa, che, a loro modo, sono andati ben oltre inaugurando l'All Star Game locale della Pride of Iowa Conference.

    Dopo aver vinto la palla a due iniziale, la squadra in bianco assume la classica posizione di uno snap: Bryce Carpenter riceve il pallone nelle vesti dell'improvvisato quarterback e alza un

    Continua a leggere »from Il quarterback alza un alley-oop
  • Non fate arrabbiare Lance Armstrong

    Dopo il ritiro ufficiale dal ciclismo a livello professionistico, il 40enne Lance Armstrong si è convertito a uno dei suoi primi amori, il triathlon, dimostrando di poter essere estremamente competitivo anche nel mondo degli iron men.

    Dopo il secondo posto alle spalle di Bevan Docherty raccolto nella gara di Panama, l'ex-campione del Tour de France si è voluto cimentare anche nel Memorial Hermann a Galveston, nel Texas, dove, però, ha chiuso "soltanto" settimo, battuto in disperata rimonta sul traguardo da un altro tri-atleta, l'americano Jordan Jones.

    Continua a leggere »from Non fate arrabbiare Lance Armstrong
  • Rubio, vuoi venire al ballo con me?

    Dopo vari tentativi a vuoto delle teenager newyorchesi di circuire Jeremy Lin, il nuovo, simpatico, azzardo della più classica delle "liceali qualsiasi" per un appuntamento con una superstar dello sport arriva da Minneapolis. La 18enne afro-americana Georgetta Wuo, studentessa della Champlin Park High School, ha infatti stilato una lista dei potenziali accompagnatori riempiendo ogni casella con il nome di... Ricky Rubio!

    L'intrapredente Georgetta ha poi postato un video su YouTube nel quale invita ufficialmente il playmaker dei Timberwolves, ora ai box per un infortunio al legamento crociato

    Continua a leggere »from Rubio, vuoi venire al ballo con me?
  • Gully, il fratello cattivo di Cavani

    Walter Guglielmone Cavani, meglio conosciuto col nomignolo di "Gully", è il fratello maggiore dell'Edinson del Napoli: stesso ruolo, stesso numero di maglia, somiglianza fisica piuttosto accentuata ma non la stessa carriera e, soprattutto, lo stesso temperamento.

    L'attaccante 33enne dell'Esporte Club Pelotas, squadra che milita nelle serie minori uruguayane, è salito alla ribalta soltanto per essere recentemente venuto alle mani con un compagno di squadra durante una partita contro il Caixas: dopo un breve discussione verbale con Douglas Silva, Gully perde le staffe e lo colpisce per due volte

    Continua a leggere »from Gully, il fratello cattivo di Cavani
  • Grandi protagonisti, sfide impossibili, imitazioni, grandi imprese… Questo e molto altro nella carrellata settimanale dei migliori video apparsi sul nostro portale Yahoo! Eurosport.

    Ve li proponiamo in questo post: qual è il vostro preferito?

    Continua a leggere »from Video: la Top 10 della settimana
  • Maradona reagisce se gli toccano la donna

    Diego Armando Maradona non è certo la persona più placida che si possa incontrare sui campi da calcio. Questa volta, però, dimostra il suo lato umano cercando di difendere la sua compagna.

    durante la partita tra il suo Al Wasl e l'Al Shabab, alcuni tifosi avversari aggrediscono verbalmente Veronica Oyeda. Il Pibe de Oro se ne accorge e appena può scatta in tribuna, dove accorre per difendere la sua donna.

    Rischia di innescarsi un parapiglia, ma l'intervento dell'esercito sistema tutto. "Anche se fossi stato tu a insultare la mia famiglia, credimi, sarei venuto sotto casa tua!", ha detto poi

    Continua a leggere »from Maradona reagisce se gli toccano la donna
  • Qualcuno non ci riesce nemmeno a 20 anni…

    La ginnastica artistica è espressione di potenza, flessibilità, rapidità ed eleganza combinate insieme. E' uno sport difficile e fisicamente logorante, ma c'è qualcuno che prova a sfatare questo tabù.

    Si chiama Johanna Quaas, è tedesca e ha un segno particolare: 86 anni portati benissimo. La signora infatti sale in pedana ed esegue un esercizio al corpo libero che non sarà degno della medaglia d'oro ai prossimi Giochi Olimpici di Londra, ma che sicuramente potrebbe mettere in difficoltà una qualsiasi ventenne non avvezza alle acrobazie.

    Johanna non è in gara, ma la sua recente esibizione a

    Continua a leggere »from Qualcuno non ci riesce nemmeno a 20 anni…
  • Niente gol? Vi indichiamo noi come fare!

    Ultimo nella Regionalliga Nord, quarta divisione tedesca, con soli 20 punti raccolti in 25 uscite, il Magdeburgo rischia seriamente la retrocessione, soprattutto dopo una serie di 6 partite consecutive senza reti all'attivo.

    Seguendo la logica molto elementare "niente gol=niente successi", i tifosi hanno ideato un sistema tanto geniale quanto innovativo per spiegare alla propria squadra come riuscire a vincere delle partite: indicare il punto in cui bisogna calciare il pallone. Dove? In porta, ovviamente.

    Così, durante la partita casalinga contro il Berliner Ak07, formazione di metà

    Continua a leggere »from Niente gol? Vi indichiamo noi come fare!
  • Prima segna, poi para anche il rigore

    Per la prima volta in carriera Ruben Negredo ha tolto il palcoscenico al fratello Alvaro, ben più noto attaccante del Siviglia. Punta della Gimnastica de Torrevelaga, squadra che milita nella terza divisione spagnola, Ruben è stato l'eroe della giornata nella partita pareggiata 1-1 contro il Burgos.

    Ruben, infatti, non ha soltanto siglato il gol del pareggio al 60', ma ha anche evitato la sconfitta della sua Gimnastica vestendo i panni (anzi, i guanti) del portiere quando, al 75', Ivan Crespo è stato espulso per un intervento assassino su un avversario in area lasciando la sua squadra, che aveva già ultimato le sostituzioni, in 10 uomini.

    Continua a leggere »from Prima segna, poi para anche il rigore
  • Borat continua a fare danni

    Sacha Baron Cohen avrà anche cambiato personaggio, accantonando Borat per passare a un nuovo soggetto. Ma il suo lavoro continua a dare frutti, se così si può dire. L'episodio in questione ha del clamoroso.

    Durante l'ultima edizione dei Campionati arabi di tiro tenutisi in Kuwait, Mariya Dmitriyenko si stava godendo un fantastico oro con la meritata cerimonia di premiazione.

    Ma, al momento dell'inno nazionale, si è verificato il più incredibile dei malintesi. E, anziché lanciare l'inno del Kazakhstan, è partita la parodia del film Borat, una canzone fortemente denigratoria nei confronti del

    Continua a leggere »from Borat continua a fare danni
  • La bimba di quinta che solleva 100 kg

    Può una dolce fanciulla di 10 anni battere un record di sollevamento pesi? E' successo, manco a dirlo, negli Stati Uniti, più precisamente nel New Jersey, luogo da cui arriva la piccola Naomi Kutin ovvero colei che ha fissato un nuovo primato nello squat, sollevando la bellezza di 215 pound (circa 97,5 chilogrammi) sotto gli occhi sgranati dei presenti.

    La bimba, che frequenta la quinta elementare, ha sorpreso anche le più esperte avversarie nella competizione valida per il "RAW Unity weightlifting championships", categoria 44 kg, che si è tenuta in Texas: Naomi infatti, è riuscita a fare

    Continua a leggere »from La bimba di quinta che solleva 100 kg
  • Grandi protagonisti, sfide impossibili, imitazioni, grandi imprese… Questo e molto altro nella carrellata settimanale dei migliori video apparsi sul nostro portale Yahoo! Eurosport.

    Ve li proponiamo in questo post: qual è il vostro preferito?

    Continua a leggere »from Video: la Top 10 della settimana
  • L’addio “vintage” di Didier Cuche

    Il 16 agosto Didier Cuche soffierà su una torta con 38 candeline, per la prima volta senza pensieri relativi alla nuova stagione e agli allenamenti in ghiacciaio. Il fuoriclasse dello sci svizzero infatti ha chiuso la sua straordinaria carriera questo weekend a Schladming e lo ha fatto alla sua maniera...

    Ma andiamo con ordine, perché vale la pena di ricordare tutto ciò che Cuche ha fatto (o meglio, vinto...) negli ultimi 20 anni con gli sci ai piedi: 21 successo in Coppa del Mondo, 67 podi e 181 piazzamenti tra i primi 10, che gli hanno fruttato di conseguenza 6 coppette di specialità (4 in

    Continua a leggere »from L’addio “vintage” di Didier Cuche
  • Grandi protagonisti, sfide impossibili, imitazioni, grandi imprese… Questo e molto altro nella carrellata settimanale dei migliori video apparsi sul nostro portale Yahoo! Eurosport.

    Ve li proponiamo in questo post: qual è il vostro preferito?

    Continua a leggere »from Video: la Top 10 della settimana