110 anni di Inter, le tappe più importanti della sua storia

Yahoo Sports IT

Era il 9 marzo del 1908 e a Milano nasceva l’Inter. 110 anni di storia nerazzurra, fatta di successi mondiali e delusioni, di rivalità storiche e di grandissimi campioni. Ecco alcune delle tappe più importanti della sua storia. (Credits – inter.it)

<p>Il Football Club Internazionale Milano nacque presso il ristorante milanese L’Orologio la sera del 9 marzo 1908 con il nome di Foot-Ball Club Internazionale da una costola di 44 dirigenti dissidenti del Milan Football and Cricket Club, che si erano ribellati al divieto imposto dal club rossonero di arruolare calciatori stranieri. </p>
1908, nasce l’Inter

Il Football Club Internazionale Milano nacque presso il ristorante milanese L’Orologio la sera del 9 marzo 1908 con il nome di Foot-Ball Club Internazionale da una costola di 44 dirigenti dissidenti del Milan Football and Cricket Club, che si erano ribellati al divieto imposto dal club rossonero di arruolare calciatori stranieri.

<p>Passano solo due anni, e nel 1910 l’Inter del capitano-allenatore Virgilio Fossati vinse il suo primo scudetto. </p>
1910, il primo scudetto

Passano solo due anni, e nel 1910 l’Inter del capitano-allenatore Virgilio Fossati vinse il suo primo scudetto.

<p>L’Inter fu costretta, con l’inizio del ventennio fascista, a mutare il proprio nome per ragioni politiche: troppo poco italiano e soprattutto simile al nome della Terza Internazionale Comunista. Così nel 1928 il club nerazzurro si unì all’Unione Sportiva Milanese e assunse la denominazione di Società Sportiva Ambrosiana, poi mutata nel 1931 in Ambrosiana-Inter. </p>
1928, l’Inter diventa Ambrosiana

L’Inter fu costretta, con l’inizio del ventennio fascista, a mutare il proprio nome per ragioni politiche: troppo poco italiano e soprattutto simile al nome della Terza Internazionale Comunista. Così nel 1928 il club nerazzurro si unì all’Unione Sportiva Milanese e assunse la denominazione di Società Sportiva Ambrosiana, poi mutata nel 1931 in Ambrosiana-Inter.

<p>Il 27 ottobre 1945, “l’Ambrosiana sarebbe tornata a chiamarsi solo Internazionale”, come annunciò il presidente Carlo Masseroni. </p>
1945, torna l’Inter

Il 27 ottobre 1945, “l’Ambrosiana sarebbe tornata a chiamarsi solo Internazionale”, come annunciò il presidente Carlo Masseroni.

<p>Nel 1955 ascese alla presidenza Angelo Moratti che dopo qualche anno portò da Barcellona a Milano il Mago Helenio Herrera. </p>
1955, inizia l’era di Angelo Moratti

Nel 1955 ascese alla presidenza Angelo Moratti che dopo qualche anno portò da Barcellona a Milano il Mago Helenio Herrera.

<p>Fu l’inizio dell’era della Grande Inter, con la prima Coppa dei Campioni che fu conquistata nel 1964 dai nerazzurri nella finale contro il Real Madrid, già vincente cinque volte consecutive in tale competizione. </p>
1964, la prima Coppa dei Campioni

Fu l’inizio dell’era della Grande Inter, con la prima Coppa dei Campioni che fu conquistata nel 1964 dai nerazzurri nella finale contro il Real Madrid, già vincente cinque volte consecutive in tale competizione.

<p>Fu l’inizio dell’era della Grande Inter, con la prima Coppa dei Campioni che fu conquistata nel 1964 dai nerazzurri nella finale contro il Real Madrid, già vincente cinque volte consecutive in tale competizione. </p>
1964, la prima Coppa dei Campioni

Fu l’inizio dell’era della Grande Inter, con la prima Coppa dei Campioni che fu conquistata nel 1964 dai nerazzurri nella finale contro il Real Madrid, già vincente cinque volte consecutive in tale competizione.

<p>Il 1968 segnò la fine di un ciclo, con l’abbandono di Moratti e di Herrera. La presidenza passò a Ivanoe Fraizzoli, sotto la cui guida il club tornò a vincere lo scudetto nel 1971, con Giovanni Invernizzi in panchina. </p>
1968, è il momento di Ivanoe

Il 1968 segnò la fine di un ciclo, con l’abbandono di Moratti e di Herrera. La presidenza passò a Ivanoe Fraizzoli, sotto la cui guida il club tornò a vincere lo scudetto nel 1971, con Giovanni Invernizzi in panchina.

<p>La stagione 1979-1980, caratterizzata dallo scandalo del Totonero, che spedì in Serie B il Milan e la Lazio, si concluse con la vittoria del dodicesimo scudetto. </p>
1980, il dodicesimo scudetto

La stagione 1979-1980, caratterizzata dallo scandalo del Totonero, che spedì in Serie B il Milan e la Lazio, si concluse con la vittoria del dodicesimo scudetto.

<p>Nel 1984 divenne presidente Ernesto Pellegrini e con lui alla guida nel 1989 Giovanni Trapattoni condusse la squadra al suo tredicesimo scudetto, con i nerazzurri che ottennero 58 punti, quota mai raggiunta da nessun’altra squadra con 2 punti per vittoria. </p>
1989, lo scudetto dei record

Nel 1984 divenne presidente Ernesto Pellegrini e con lui alla guida nel 1989 Giovanni Trapattoni condusse la squadra al suo tredicesimo scudetto, con i nerazzurri che ottennero 58 punti, quota mai raggiunta da nessun’altra squadra con 2 punti per vittoria.

<p>Nel febbraio del 1995, intanto, la famiglia Moratti tornò al timone della società, che venne acquistata da Massimo, figlio di Angelo. </p>
1995, torna un Moratti al timone

Nel febbraio del 1995, intanto, la famiglia Moratti tornò al timone della società, che venne acquistata da Massimo, figlio di Angelo.

<p>Il primo tricolore arrivò, dopo diciassette anni di attesa dall’ultimo, nella stagione 2005-2006, in seguito alle sentenze emesse dalla giustizia sportiva nell’ambito di Calciopoli. </p>
2006, finalmente è scudetto

Il primo tricolore arrivò, dopo diciassette anni di attesa dall’ultimo, nella stagione 2005-2006, in seguito alle sentenze emesse dalla giustizia sportiva nell’ambito di Calciopoli.

<p>Nel 2007 la squadra si aggiudicò, poi, un nuovo “scudetto dei record”, con cinque giornate d’anticipo sulla fine del torneo, 97 punti totalizzati e una sola sconfitta (subita contro la Roma). </p>
2007, nuovo scudetto dei record

Nel 2007 la squadra si aggiudicò, poi, un nuovo “scudetto dei record”, con cinque giornate d’anticipo sulla fine del torneo, 97 punti totalizzati e una sola sconfitta (subita contro la Roma).

<p>Nel 2008 giunse sulla panchina dell’Inter José Mourinho e nella stagione 2009-2010 l’Inter conquistò il suo diciottesimo scudetto, la sua sesta Coppa Italia e, contro il Bayern Monaco al Santiago Bernabéu di Madrid, la sua terza Coppa dei Campioni. </p>
2010, il triplete di Mourinho

Nel 2008 giunse sulla panchina dell’Inter José Mourinho e nella stagione 2009-2010 l’Inter conquistò il suo diciottesimo scudetto, la sua sesta Coppa Italia e, contro il Bayern Monaco al Santiago Bernabéu di Madrid, la sua terza Coppa dei Campioni.

<p>Il 15 novembre 2013 Massimo Moratti vendette il 70% del pacchetto azionario dell’Inter alla International Sports Capital(ISC), società indonesiana posseduta da Erick Thohir e, per la prima volta, l’Inter divenne internazionale. </p>
2013, con Thohir l’Inter è internazionale

Il 15 novembre 2013 Massimo Moratti vendette il 70% del pacchetto azionario dell’Inter alla International Sports Capital(ISC), società indonesiana posseduta da Erick Thohir e, per la prima volta, l’Inter divenne internazionale.

Potrebbe interessarti anche...