Addio Niki Lauda: ecco perché era così amato

Yahoo Sports IT

Il tre volte campione del mondo di Formula 1 Niki Lauda è morto all'età di 70 anni, il 21 maggio 2019, a causa di problemi renali.

L'ex pilota di March, BRM, Ferrari, Brabham e McLaren era presidente non esecutivo della scuderia Mercedes in F1, ma non frequentava il paddock da un anno proprio per motivi di salute.

Andreas Nikolaus Lauda, questo il nome completo, è e sarà sempre amato dagli appassionati di F1 e non solo. I suoi successi, la sua unicità (anche per il volto sfigurato dopo l'incidente del 1976 al Nurburgring), il suo rapporto non comune con la Ferrari e il suo coraggio sono diventati un marchio di fabbrica che nemmeno la morte potrà scalfire.

Lauda è stato molto amato anche per via della sua schiettezza: nonostante in pista fosse un cosiddetto 'calcolatore', nel team e davanti ai microfoni era celebre per le sue frasi senza compromessi.

Nella cultura di massa è il pilota di F1 che nonostante il terrore di un grave incidente torna in pista per ricominciare a vincere, mettendo il coraggio davanti a tutto. Un coraggio spesso impopolare, ma così lucido da diventare epico.

Nella nostra gallery ecco le sue frasi più celebri: lo ricordiamo così, nella grandezza delle sue parole

Sulle vittorie: "Quando ce la fai sono tutti con te, quando perdi li hai tutti contro. In mezzo non c'è niente". (Photo by Quality Sport Images/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulle vittorie: "Quando ce la fai sono tutti con te, quando perdi li hai tutti contro. In mezzo non c'è niente". (Photo by Quality Sport Images/Getty Images)
Sul fatto che lo chiamavano 'computer': "Non ho mai fatto programmi nella mia vita, ho sempre preso decisioni sul momento. Io sono per l’improvvisazione". (Photo by Bernard Cahier/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sul fatto che lo chiamavano 'computer': "Non ho mai fatto programmi nella mia vita, ho sempre preso decisioni sul momento. Io sono per l’improvvisazione". (Photo by Bernard Cahier/Getty Images)
Sulle sue ferite: "Preferisco avere il piede destro che un bel viso". (Photo by National Motor Museum/Heritage Images/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulle sue ferite: "Preferisco avere il piede destro che un bel viso". (Photo by National Motor Museum/Heritage Images/Getty Images)
Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Sulla F1: "Molte persone criticano la F1 perché la ritengono un rischio non necessario. Ma cosa sarebbe la vita se facessimo solo le cose necessarie?" (Photo by Paul-Henri Cahier/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulla F1: "Molte persone criticano la F1 perché la ritengono un rischio non necessario. Ma cosa sarebbe la vita se facessimo solo le cose necessarie?" (Photo by Paul-Henri Cahier/Getty Images)
Su Schumacher: "Quando arrivò in Ferrari era un vero tedesco, e la gente non capiva. Poi quando ha cominciato a vincere allora tutti lo hanno apprezzato".(Photo by Simon Wilkinson/EMPICS via Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Su Schumacher: "Quando arrivò in Ferrari era un vero tedesco, e la gente non capiva. Poi quando ha cominciato a vincere allora tutti lo hanno apprezzato".(Photo by Simon Wilkinson/EMPICS via Getty Images)
Su Hunt: "Nei nostri anni se si stava a 300 all'ora fianco a fianco bastava un errore e si moriva. Di fianco a James mi fidavo, perché era un pilota corretto e preciso". (Photo by Grand Prix Photo/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Su Hunt: "Nei nostri anni se si stava a 300 all'ora fianco a fianco bastava un errore e si moriva. Di fianco a James mi fidavo, perché era un pilota corretto e preciso". (Photo by Grand Prix Photo/Getty Images)
Sulla schiettezza: "Quando c'è una discussione non voglio zone di grigio: o è nero, o è bianco, e non si scampa". (Photo by Paul-Henri Cahier/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulla schiettezza: "Quando c'è una discussione non voglio zone di grigio: o è nero, o è bianco, e non si scampa". (Photo by Paul-Henri Cahier/Getty Images)
Sulla sua faccia: "Quando una persona mi annoia facendo commenti sulla mia faccia, io gli dico: 'io ho avuto un incidente, ma tu sei nato così!'. La gente va dal chirurgo e cambia tutto; io avrei potuto fare qualcosa ma ho rifiutato".
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulla sua faccia: "Quando una persona mi annoia facendo commenti sulla mia faccia, io gli dico: 'io ho avuto un incidente, ma tu sei nato così!'. La gente va dal chirurgo e cambia tutto; io avrei potuto fare qualcosa ma ho rifiutato".
Sul ritiro al Fuji, nel 1976: "La pioggia continuò a cadere e questo direttore di gara idiota venne e disse che ci sarebbe stata la partenza. Una decisione più stupida non poteva esserci. Così feci un giro, in modo che la Ferrari potesse prendere i soldi della partecipazione, e scesi dalla macchina. Non ho rimpianti, perché fu una scelta logica. La rifarei ogni volta". (Photo by Bernard Cahier/Getty Images)
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sul ritiro al Fuji, nel 1976: "La pioggia continuò a cadere e questo direttore di gara idiota venne e disse che ci sarebbe stata la partenza. Una decisione più stupida non poteva esserci. Così feci un giro, in modo che la Ferrari potesse prendere i soldi della partecipazione, e scesi dalla macchina. Non ho rimpianti, perché fu una scelta logica. La rifarei ogni volta". (Photo by Bernard Cahier/Getty Images)
Sulla passione per gli aerei: "Andare veloce in macchina è un conto, ma quando hai una compagnia aerea e le persone che vogliono andare da A a B non arrivano, è tutta un'altra responsabilità".
La vita di Niki Lauda attraverso le sue frasi
Sulla passione per gli aerei: "Andare veloce in macchina è un conto, ma quando hai una compagnia aerea e le persone che vogliono andare da A a B non arrivano, è tutta un'altra responsabilità".

Potrebbe interessarti anche...