All Blacks avvelenati, scenario inquietante

Inquietante retroscena ai Mondiali 1995 di rugby in Sudafrica. I mitici All Blacks sarebbero stati avvelenati. A confermare questa "leggenda", che dura ormai da vent'anni, arriva una testimonianza molto pesante. (foto Instagram)

Inquietante retroscena ai Mondiali 1995 di rugby in Sudafrica. I mitici All Blacks sarebbero stati avvelenati. A confermare questa "leggenda", che dura ormai da vent'anni, arriva una testimonianza molto pesante. (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
Inquietante retroscena ai Mondiali 1995 di rugby in Sudafrica. I mitici All Blacks sarebbero stati avvelenati. A confermare questa "leggenda", che dura ormai da vent'anni, arriva una testimonianza molto pesante. (foto Instagram)
A confermare l'ipotesi il capo del servizio di sicurezza di Mandela, Roy Stein, cui il leader sudafricano aveva affidato l'incarico di sorvegliare l'albergo della squadra neozelandese a Johannesburg prima della finale contro il Sudafrica. (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
A confermare l'ipotesi il capo del servizio di sicurezza di Mandela, Roy Stein, cui il leader sudafricano aveva affidato l'incarico di sorvegliare l'albergo della squadra neozelandese a Johannesburg prima della finale contro il Sudafrica. (foto Instagram)
Gli assi neozelandesi della palla ovale sarebbero stati avvelenati affinché perdessero la finalissima - in cui erano favoriti - contro la selezione sudafricana. (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
Gli assi neozelandesi della palla ovale sarebbero stati avvelenati affinché perdessero la finalissima - in cui erano favoriti - contro la selezione sudafricana. (foto Instagram)
Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Gli All Blacks di Jonah Lomu infatti furono sconfitti dal Sudafrica 15-12 ai tempi supplementari. Ma da sempre si disserta sulle reali cause della disfatta. Oggi la testimonianza di Stein pare avvalorare l'ipotesi dalla congiura contro gli All Blacks. (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
Gli All Blacks di Jonah Lomu infatti furono sconfitti dal Sudafrica 15-12 ai tempi supplementari. Ma da sempre si disserta sulle reali cause della disfatta. Oggi la testimonianza di Stein pare avvalorare l'ipotesi dalla congiura contro gli All Blacks. (foto Instagram)
In un'intervista al New Zealand Hearald, Stein racconta i dettagli di quella oscura vicenda. "Dopo la vittoria in semifinale contro l'Inghilterra - afferma -, l'entourage degli All Blacks cominciò a diventare paranoico e quando la squadra tornò a Johannesburg da Cape Town, si decise di farla mangiare a parte rispetto al resto degli ospiti dell'hotel. Ma non credo sia stata una buona idea, perché in questo modo divenne un bersaglio più facile da colpire. Infatti, il giovedì prima della finale, che venne disputata di sabato, gli All Blacks furono avvelenati di proposito e circa i due terzi della squadra cominciarono a stare male, molto male". (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
In un'intervista al New Zealand Hearald, Stein racconta i dettagli di quella oscura vicenda. "Dopo la vittoria in semifinale contro l'Inghilterra - afferma -, l'entourage degli All Blacks cominciò a diventare paranoico e quando la squadra tornò a Johannesburg da Cape Town, si decise di farla mangiare a parte rispetto al resto degli ospiti dell'hotel. Ma non credo sia stata una buona idea, perché in questo modo divenne un bersaglio più facile da colpire. Infatti, il giovedì prima della finale, che venne disputata di sabato, gli All Blacks furono avvelenati di proposito e circa i due terzi della squadra cominciarono a stare male, molto male". (foto Instagram)
"Non penso sia stata colpa del cibo - continua Stein -, a pranzo vennero serviti sia pollo che manzo. Credo abbiano avvelenato il caffè e il té o forse addirittura l'acqua. E anche se l'indagine condotta dal detective assunto dal tecnico Laurie Mains non portò a granché, io so quello che ho visto: una squadra di ragazzoni sdraiata sul pavimento e tutti che stavano davvero molto, molto male". (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
"Non penso sia stata colpa del cibo - continua Stein -, a pranzo vennero serviti sia pollo che manzo. Credo abbiano avvelenato il caffè e il té o forse addirittura l'acqua. E anche se l'indagine condotta dal detective assunto dal tecnico Laurie Mains non portò a granché, io so quello che ho visto: una squadra di ragazzoni sdraiata sul pavimento e tutti che stavano davvero molto, molto male". (foto Instagram)
Ma chi poteva avere interesse nella sconfitta dei neozelandesi? Non sarebbero stati i rivali Springboks i mandanti dell’intossicazione: il capo del servizio di sicurezza sudafricani punta il dito contro un'organizzazione dedita alle scommesse clandestine. "Furono loro ad avvelenarli - conclude Stein-. L'organizzazione che gestiva le scommesse stava perdendo milioni, tutti puntavano sugli All Blacks".(foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
Ma chi poteva avere interesse nella sconfitta dei neozelandesi? Non sarebbero stati i rivali Springboks i mandanti dell’intossicazione: il capo del servizio di sicurezza sudafricani punta il dito contro un'organizzazione dedita alle scommesse clandestine. "Furono loro ad avvelenarli - conclude Stein-. L'organizzazione che gestiva le scommesse stava perdendo milioni, tutti puntavano sugli All Blacks".(foto Instagram)
Insomma qualcosa di poco chiaro accadde sicuramente quella sera nell'albergo degli All Blacks. E anche se il 24 giugno 1995 il Sudafrica strappò alla Nuova Zelanda la coppa del mondo di Rugby, gli interrogativi su quell'evento raccontato in modo così toccante da Clint Eastwood in "Invictus" rimangono più che mai aperti. (foto Instagram)
Pesanti ombre sulla discussa finale del 1995
Insomma qualcosa di poco chiaro accadde sicuramente quella sera nell'albergo degli All Blacks. E anche se il 24 giugno 1995 il Sudafrica strappò alla Nuova Zelanda la coppa del mondo di Rugby, gli interrogativi su quell'evento raccontato in modo così toccante da Clint Eastwood in "Invictus" rimangono più che mai aperti. (foto Instagram)

Potrebbe interessarti anche...