Andrea Ranocchia, l'esperienza all'Hull City per rinascere

Samuele Prosino

Il difensore Andrea Ranocchia gioca ora nell’Hull City, in Inghilterra. La sua avventura all’Inter, contrassegnata nell’ultimo periodo da prestazioni altalenanti e da un’accanimento dei tifosi verso di lui, è già lontana anni luce. Tornerà a far brillare il talento che lo aveva portato a Milano?

Andrea Ranocchia, rinascita in Premier League?

Il difensore Andrea Ranocchia è ormai da qualche settimana in Premier League, dopo il prestito dall’Inter alla squadra arancio-nero dell’Hull City. Il bilancio è positivo nelle sette presenze per ora accumulate (Photo by Robbie Jay Barratt – AMA/Getty Images)

“Mi godo questa esperienza”

“Mi ha chiamato il mister Marco Silva. Ho sposato subito il progetto e mi sto trovando bene. La posizione in classifica non è il massimo, ma è tutto molto stimolante, le partite sono molto belle. L’esperienza è molto positiva”, ha detto Ranocchia. In effetti il rendimento mostrato è migliore rispetto a quello nell’Inter, con molte meno imprecisioni. (AP)

Serviva cambiare aria

A Ranocchia certamente serviva un’iniezione di fiducia dopo le tante critiche subite in Italia. Anche se lui sembra non pensarci: “I discorsi da bar non mi interessano”. (AP)

Le differenze con la Serie A

“Ce ne sono tante. Qui c’è meno tattica rispetto all’Italia, c’è più istinto. Tutto cambia, anche dal punto di vista del cibo e del meteo”. Presto probabilmente cucinerà ai compagni…

L’Inter, amore e odio

Con l’Inter ha disputato 129 partite, segnando anche 7 reti. Tuttavia ultimamente non girava bene a Milano. Dopo la sconfitta con lo Sparta Praga, la Gazzetta scrisse addirittura “La scelta di schierare Ranocchia titolare è accanimento terapeutico”. (AP)

Incostanza

L’accusa maggiore rivolta verso Ranocchia è di essere incostante. All’Inter l’alternanza tra ottime prestazioni e errori madornali era diventata proverbiale, a detta dei critici calcistici. Su Facebook sono nate addirittura delle pagine in suo… disonore. Ma lui non se ne cura molto.

L’esplosione nel Bari

Ranocchia (qui con Almiron) debuttò nel Bari di Antonio Conte, dimostrando una grande maturità tecnica e fisica. Con Bonucci formò una coppia difensiva molto forte, senza troppe sbavature. (AP Photo/Felice Calabro’)

La B ad Arezzo

Nel 2006 giocò nell’Arezzo, squadra nella quale passò parte della sua carriera giovanile (Photo by Newpress/Getty Images)

Capitano all’Inter

All’Inter è stato anche capitano, in uno dei periodi felici a Milano (perché ce ne sono stati, anche se i tifosi nerazzurri fanno finta di dimenticarlo). Nonostante le critiche, non ci si ricorda di suoi particolari colpi di testa o dichiarazioni fuori posto: da quel punto di vista il professionismo è sempre stato massimo. (AP)

Presenze in nazionale

Ranocchia ha collezionato 21 presenze in nazionale. (AP)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità