Autoball, lo sport più strano della storia

Se amate il calcio e gli sport automobilistici, questa è la competizione che fa per voi. Si chiama Autoball e consiste nello spingere in rete una palla di gomma… guidando un’automobile. Questo sport è stato inventato in Germania nel 1933, e dal 2008, in un’arena creata appositamente nella città di Colonia, si tengono i campionati Mondiali ed Europei.  Nell’Autoball è proprio l’Italia a vantare il maggior numero di successi, grazie al pilota Giovanni Zarrella, vincitore nel 2010, 2012 e 2014.

<p>Due automobili, un pallone di gomma e due porte: è tutto quello che serve per giocare ad Autoball. L’obiettivo è quello di spingere la palla in rete con il cofano o qualunque altra parte della vettura (foto Youtube) </p>
Fare gol… con le auto

Due automobili, un pallone di gomma e due porte: è tutto quello che serve per giocare ad Autoball. L’obiettivo è quello di spingere la palla in rete con il cofano o qualunque altra parte della vettura (foto Youtube)

<p>Questa competizione (che comunque non ha una federazione ufficiale), è stata creata in Germania nel 1933, con una partita inaugurale tra i piloti Karl Kapler e Willy Engesser. (foto Twitter) </p>
Nata nel 1933

Questa competizione (che comunque non ha una federazione ufficiale), è stata creata in Germania nel 1933, con una partita inaugurale tra i piloti Karl Kapler e Willy Engesser. (foto Twitter)

<p>A parte qualche apparizione in Brasile, questo sport è stato accantonato fino al 2007, quando l’emittente tedesca TV Total ha deciso di riportarlo in auge organizzando una competizione europea. (foto Twitter) </p>
Tornata in auge dal 2007

A parte qualche apparizione in Brasile, questo sport è stato accantonato fino al 2007, quando l’emittente tedesca TV Total ha deciso di riportarlo in auge organizzando una competizione europea. (foto Twitter)

<p>La prima edizione degli Europei di Autoball nel 2008 ha visto la partecipazione di Italia, Irlanda, Turchia, Svizzera, Germania, Polonia, Bosnia-Erzegovina e Austria. (foto Youtube) </p>
Dagli Europei ai Mondiali

La prima edizione degli Europei di Autoball nel 2008 ha visto la partecipazione di Italia, Irlanda, Turchia, Svizzera, Germania, Polonia, Bosnia-Erzegovina e Austria. (foto Youtube)

<p>A vincere la prima edizione è stata la Germania, con il pilota Stefan Raab, tra l’altro conduttore di Tv Total. (foto Youtube) </p>
Nel 2008 ha vinto la Germania…

A vincere la prima edizione è stata la Germania, con il pilota Stefan Raab, tra l’altro conduttore di Tv Total. (foto Youtube)

<p>Nelle scorse edizioni però l’Italia si è dimostrata imbattibile in questo sport, grazie al pilota Giovanni Zarrella. (foto Youtube) </p>
… poi solo Italia

Nelle scorse edizioni però l’Italia si è dimostrata imbattibile in questo sport, grazie al pilota Giovanni Zarrella. (foto Youtube)

<p>Zarrella ha vinto i Mondiali del 2010, gli Europei del 2012 e gli ultimi mondiali del 2014, sempre battendo in finale Stefan Raab. (foto Youtube) </p>
Zarrella imbattibile

Zarrella ha vinto i Mondiali del 2010, gli Europei del 2012 e gli ultimi mondiali del 2014, sempre battendo in finale Stefan Raab. (foto Youtube)

<p>Nessuno dei due è un pilota professionista: Giovanni Zarrella è un cantante italo-tedesco, mentre Stefan Raab è un conduttore tv. Ma al volante se la cavano piuttosto bene. (foto Youtube) </p>
Piloti per passione

Nessuno dei due è un pilota professionista: Giovanni Zarrella è un cantante italo-tedesco, mentre Stefan Raab è un conduttore tv. Ma al volante se la cavano piuttosto bene. (foto Youtube)

<p>Alla fine Zarrella ha esultato insieme ai tifosi italiani presenti alla Lanxess-Arena di Colonia. Dopotutto la rivalità sportiva tra Italia e Germania è molto sentita in ogni disciplina. (foto Youtube) </p>
Esultanza con i tifosi

Alla fine Zarrella ha esultato insieme ai tifosi italiani presenti alla Lanxess-Arena di Colonia. Dopotutto la rivalità sportiva tra Italia e Germania è molto sentita in ogni disciplina. (foto Youtube)

Leggi altri articoli

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità