Balotelli: "Mi hanno travisato su Cavani e hanno tagliato l'intervista. Coi giornali non parlerò più"

Balotelli affida a Instagram la sua verità riguardo al cosiddetto “caso Cavani”, al quale è stato dato molto risalto nelle ultime ore. Il giocatore italiano ha accusato la stampa di aver travisato le sue parole e di aver montato un caso inesistente, aggiungendo inoltre che le sue parole riguardo a temi socialmente rilevanti (ad esempio il razzismo) sono state totalmente ignorate.

Mario Balotelli polemico: “mi hanno travisato”

Mario Balotelli ha rivelato su Instagram che l’intervista nella quale aveva parlato di Cavani, definito forte ma non fenomeno, è stata travisata e non è stata pubblicata integralmente. Ha poi detto di non voler più parlare alla stampa per evitare una ripetizione del problema (AP Photo/Claude Paris, File)

Il post su Instagram

“Ho parlato di giovani e incredibili giocatori, ho parlato di razzismo e di Italia. I giornali però hanno preso solo la storia di Cavani. Siete ridicoli, davvero. Cavani è un grande giocatore e lo rispetto come cannoniere, ma in Francia il tocco di palla da fenomeno lo assegno solo a Di Maria e Falcao. Davvero, non chiedetemi più interviste. Balotelli non è un gioco, è una persona con delle opinioni. Non è il fatto che esce un’altra storia con bugie su di me a preoccuparmi, ma che ho parlato di problemi reali della società ed è uscita solo una parte. Ecco perché la società e le nuove generazione cresceranno sempre peggio”.

Balotelli, sempre personaggio

Balotelli, volenti o nolenti, è un personaggio del calcio italiano e internazionale sempre nell’occhio del ciclone. La sua posizione verso il razzismo nel calcio (e nella società) è notoria, e come sempre non ha paura di dimostrarlo né sui social né davanti alle telecamere (AP)

Cavani

Cavani non aveva comunque risposto all’intervista, anche se non c’era il bisogno: Balotelli ha semplicemente pronunciato la propria opinione sul calcio francese, di cui è comunque protagonista. (AP)

Un altro tassello

“Why Always Me?” è la frase che Balotelli “indossò” ai tempi del Manchester City. Mai come ora potrebbe suonare appropriata, vista la reazione a questa recente intervista spuntata che ha fatto il giro di tutti i quotidiani (Photo by Sam Bagnall/AMA/Corbis via Getty Images)

Il testo contestato da Balo

Ecco quanto riportato da ‘RMC’: “Il Monaco è pieno di giocatori molto forti e secondo me un paio di essi sono fenomenali. Il PSG è invece pieno di fenomeni ma non è squadra. Bernardo Silva? È molto forte, secondo me però realmente fenomenali sono solo Falcao e Di Maria. Cavani è forte ma non è un fenomeno”.

Accuse pesanti al giornalismo sportivo e non

Su Instagram, Balotelli ha fondamentalmente accusato i giornalisti di aver lasciato indietro argomenti socialmente più importanti, ai quali il giocatore teneva maggiormente, danneggiando in questo modo anche la crescita delle nuove generazioni.

5 milioni di followers

Un dettaglio importante: avendo quasi 5 milioni di follower su Instagram, Balotelli è una delle personalità sportive di spicco sui social.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità