Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d'Italia

Duccio Fumero

Non ci sarà Fabio Aru al via del prossimo Giro d’Italia che quest’anno festeggia il suo centenario. La caduta dello scorso 2 aprile a Sierra Nevada, infatti, è stata più grave del previsto e il campione sardo dovrà fermarsi e perderà l’importante gara. (Credits – Getty Images)

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Il capitano dell’Astana è stato visitato alla Clinica Columbus di Milano dal professor Franco Combi, ex medico di Inter, che gli ha imposto 10 giorni di stop assoluto per sottoporsi alle terapie a base di ultrasuoni.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Uno stop che a 25 giorni dal via del Giro d’Italia del Centenario ha obbligato Fabio Aru ad alzare bandiera bianca e a rinunciare a essere al via della gara a tappe che, ironia della sorte, partirà proprio dalla sua Sardegna.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Si partirà, infatti, venerdì 5 maggio da Alghero, con la prima tappa che porterà i ciclisti fino a Olbia. Giro d’Italia che per festeggiare i 100 anni si chiuderà domenica 28 maggio a Milano, traguardo storico per la gara in rosa.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

“Mi dispiace tanto, sono davvero deluso per quanto accaduto. Sognavo la partenza del Giro d’Italia dalla mia Sardegna e mi stavo preparando da mesi per quest’appuntamento” ha detto Fabio Aru.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

“Purtroppo, si è verificato un incidente e i medici non mi permettono di essere al via in condizioni sufficienti. Anche se con grande rammarico, sono costretto a rinunciare alla partecipazione alla corsa rosa” ha continuato il ciclista.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Ovviamente lo stop obbliga Aru a dare forfait anche al Tour of the Alps (17-21 aprile) e dal Giro di Romandia (25-30 aprile), corse di avvicinamento al Giro d’Italia.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Fabio Aru era uno dei favoriti d’obbligo per la corsa in rosa, dopo aver chiuso al secondo posto il Giro 2015 e al terzo il Giro 2014. In carriera, inoltre, il ciclista ha conquistato tre tappe al Giro ed è stato il primo sardo a indossare la maglia rosa.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Fabio Aru è nato a San Gavino Monreale il 3 luglio 1990 ed è professionista dal 2012. Nel 2015 ha vinto la Vuelta a España, suo primo Grande Giro in carriera, e ha vinto tre tappe al Giro d’Italia e due alla Vuelta a España.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

L’anno scorso Aru ha partecipato alla sua prima Olimpiade. Dopo aver lavorato per il capitano azzurro Vincenzo Nibali, aiutandolo a entrare nella fuga vincente – vanificata dalla caduta di Nibali -, ha chiuso la prova di Rio de Janeiro con un buon sesto posto.

Ciclismo: Fabio Aru, addio al Giro d’Italia

Non ci sarà Fabio Aru al via del prossimo Giro d’Italia che quest’anno festeggia il suo centenario. La caduta dello scorso 2 aprile a Sierra Nevada, infatti, è stata più grave del previsto e il campione sardo dovrà fermarsi e perderà l’importante gara.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità