Fantacalcio, i top e i flop delle prime undici giornate

Alcuni stanno galvanizzando gli stadi, altri si sono rivelati delle cocenti delusioni, altri ancora una garanzia di affidabilità e solidità. Considerando le prime undici giornate di campionato, fra sorprese, exploit, alti e bassi, ecco i giocatori più appetibili per il Fantacalcio e quelli da evitare...

Sul podio dei peggiori finisce anche Adrian Rabiot. Il centrocampista arrivato alla corte della Juventus in estate dal Paris, non si è ancora ambientato nel campionato italiano, tanto che vanta soltanto 3 presenze in undici giornate e nessun gol segnato.(REUTERS/Massimo Pinca)
Flop numero 3: Adrien Rabiot
Sul podio dei peggiori finisce anche Adrian Rabiot. Il centrocampista arrivato alla corte della Juventus in estate dal Paris, non si è ancora ambientato nel campionato italiano, tanto che vanta soltanto 3 presenze in undici giornate e nessun gol segnato.(REUTERS/Massimo Pinca)
Campionato che al momento non rispetta le aspettative anche per Kalidou Koulibaly. Il gigante del Napoli ad oggi non è più lo stesso giocatore visto nelle scorse stagioni. Con 0 gol all'attivo, un cartellino rosso e un'autorete si va a prendere il secondo posto tra i peggiori delle prime undici giornate di Serie A. (REUTERS/Massimo Pinca)
Flop numero 2: Kalidou Koulibaly
Campionato che al momento non rispetta le aspettative anche per Kalidou Koulibaly. Il gigante del Napoli ad oggi non è più lo stesso giocatore visto nelle scorse stagioni. Con 0 gol all'attivo, un cartellino rosso e un'autorete si va a prendere il secondo posto tra i peggiori delle prime undici giornate di Serie A. (REUTERS/Massimo Pinca)
Peggiore flop il milanista Krzyzstof Piatek. Il polacco sembra la brutta copia del giocatore visto la scorsa stagione, ne sono una conferma i suoi numeri: 3 gol in undici presenze, 2 di questi messi a segno su calcio di rigore. Una sfilza di insufficienze e un campionato opaco.(REUTERS/Daniele Mascolo)
Flop numero 1: Krzysztof Piatek
Peggiore flop il milanista Krzyzstof Piatek. Il polacco sembra la brutta copia del giocatore visto la scorsa stagione, ne sono una conferma i suoi numeri: 3 gol in undici presenze, 2 di questi messi a segno su calcio di rigore. Una sfilza di insufficienze e un campionato opaco.(REUTERS/Daniele Mascolo)
Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Stefano Sensi va a completare un ideale podio fantacalcistico tutto italiano. Il centrocampista acquistato l'estate scorsa dall'Inter ha messo in mostra tutte le sue qualità tecniche e le doti realizzative. Ad oggi il gioiellino di mister Conte vanta 3 gol in sette presenze, niente male per un centrocampista.(REUTERS/Daniele Mascolo)
Top numero 3: Stefano Sensi
Stefano Sensi va a completare un ideale podio fantacalcistico tutto italiano. Il centrocampista acquistato l'estate scorsa dall'Inter ha messo in mostra tutte le sue qualità tecniche e le doti realizzative. Ad oggi il gioiellino di mister Conte vanta 3 gol in sette presenze, niente male per un centrocampista.(REUTERS/Daniele Mascolo)
Secondo giocatore più appetibile per il “Fanta” Gaetano Castrovilli, una piacevole sorpresa per la Fiorentina e per il calcio italiano. Il campionato del centrocampista della viola è iniziato alla grande: 3 gol e 2 assist nelle prime undici gare. Il gioiello pugliese è ormai un titolare indiscusso per mister Montella e ha voglia di migliorare le sue statistiche partita dopo partita.(REUTERS/Alberto Lingria)
Top numero 2: Gaetano Castrovilli
Secondo giocatore più appetibile per il “Fanta” Gaetano Castrovilli, una piacevole sorpresa per la Fiorentina e per il calcio italiano. Il campionato del centrocampista della viola è iniziato alla grande: 3 gol e 2 assist nelle prime undici gare. Il gioiello pugliese è ormai un titolare indiscusso per mister Montella e ha voglia di migliorare le sue statistiche partita dopo partita.(REUTERS/Alberto Lingria)
Il primo posto va senz'altro all'indemoniato Ciro Immobile. Il bomber della Lazio ha messo a segno 13 gol in 11 presenze, 4 di questi segnati su calcio di rigore. La rete siglata nell'ultimo turno di campionato a San Siro contro il Milan gli è valsa per sfondare il muro dei 100 gol in maglia biancoceleste. Prossimo traguardo "scarpa d'oro"? (Photo by Marco Rosi/Getty Images)
Top numero 1: Ciro Immobile
Il primo posto va senz'altro all'indemoniato Ciro Immobile. Il bomber della Lazio ha messo a segno 13 gol in 11 presenze, 4 di questi segnati su calcio di rigore. La rete siglata nell'ultimo turno di campionato a San Siro contro il Milan gli è valsa per sfondare il muro dei 100 gol in maglia biancoceleste. Prossimo traguardo "scarpa d'oro"? (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Potrebbe interessarti anche...