Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

Duccio Fumero

E’ tornato dalla Russia con molti dubbi, dopo un quarto posto che ha permesso a Sebastian Vettel di allungare in classifica, ma soprattutto con la vittoria del compagno di squadra Bottas a rimettere in gioco i valori all’interno della Mercedes. Un brutto colpo dopo la vittoria di Nico Rosberg l’anno scorso. Ma Lewis Hamilton fa parlare anche per l’intervista rilasciata al Rolling Stone, in edicola domani, dove entra a gamba tesa sul Circus. (Credits – Getty Images)

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Senza soldi non puoi entraci, fare come me oggi è quasi impossibile: la triste realtà è che fra un ragazzino che vince tutte le gare e un altro ricco andrà sempre avanti il secondo” dice il campione britannico.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

Hamilton è nato a Stevenage, nella contea dell’Hertfordshire, da Anthony Hamilton e Carmen Larbalestier. La sua famiglia materna è originaria dell’Inghilterra, mentre quella paterna proviene dall’America centrale più precisamente dallo Stato di Grenada, nel mar dei Caraibi. Avendo compreso il talento naturale di Lewis per le corse, Anthony si indebitò pur di far salire il figlio su un kart.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Se non fosse per lui non sarei qui, ha fatto di tutto per la mia carriera: era impiegato in una ditta di distributori automatici di bevande e finito il turno correva a fare un altro lavoro. Ne ha fatti pure quattro contemporaneamente, per questo ogni volta che mi siedo al volante sono cosciente di quello che ha fatto per me” continua Hamilton, parlando proprio del padre.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Poi in 24 anni non ho mai incontrato un altro pilota nero. Solo adesso comincio a vedere bambini di razze diverse che corrono in auto ed è un cambiamento importante” insiste Hamilton.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Da ragazzo uscivo da scuola il giovedì e correvo in macchina dal venerdì alla domenica: mi sono perso parte della vita scolastica e delle relazioni con i miei coetanei e anche ora passo molto tempo a telefono per restare in contatto con i miei amici” si racconta il campione.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“In compenso ho un bellissimo lavoro e faccio cose incredibili anche se oggi la F.1 è praticamente preclusa a uno di umili origini come me: girano troppi soldi, è tutto molto costoso. Servono provvedimenti per invertire la rotta: io ci proverò” accusa nuovamente Hamilton.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“A 4 o 5 anni ho subito il bullismo dei compagni di scuola e a 6 anni ho chiesto a papà di fare karate. Poi ho fatto boxe e un giorno, nonostante il naso rotto, ho battuto uno più grande e forte di me. Senza arrendermi” racconta il pilota della Mercedes.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Il bullismo continua a esserci in tutto il mondo: è una cosa terribile, un comportamento da codardi, chi lo subisce deve chiedere aiuto e la gente che assiste deve intervenire. Credo che i professori debbano aiutare i ragazzi nelle scuole, ma spesso anche parlando ai bulli loro continuano” dice Hamilton.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

Poi Hamilton parla dei pettegolezzi sulla sua vita privata. “A inizio carriera me ne preoccupavo, ma ora non ci faccio più caso: non leggo quello che si dice di me e mi concentro ad allenarmi ed essere positivo. L’unica pressione che ho è quella che deriva dalle mie aspettative, niente ha il potere di condizionarmi”.

Hamilton “F1 è solo per ricchi, impossibile emergere per poveri come me”

“Niente. Eravamo compagni di squadra, abbiamo lavorato insieme per alcuni anni e ora lui si è ritirato. Gli auguro il meglio. L’anno scorso ho perso il titolo, ma l’ho superato come numero di vittorie” dice poi il pilota, parlando dell’ex compagno Rosberg.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità