Inter nel caos: Pioli si dimette, Ausilio dice no ma già pensa al sostituto per settembre

Il clima è quanto mai rovente in casa Inter dopo il pesante ko in trasferta contro la Fiorentina che rischia di compromettere la rincorsa nerazzurra all’Europa League. Nel dopo gara del Franchi è successo un po’ di tutto. Prima il ds Piero Ausilio ha strigliato la squadra in spogliatoio, poi Pioli ha fatto un passo indietro e si è detto pronto a dimettersi ma lo stesso Ausilio lo ha invece confermato, almeno fino a fine stagione. I nerazzurri infatti stanno già lavorando per portare ad Appiano un allenatore dall’alto profilo internazionale.

Il ds Piero Ausilio

Il ds dell’Inter è entrato nello spogliatoio dopo la sconfitta di Firenze e ha alzato la voce per strigliare i giocatori. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Una sconfitta umiliante

“Dovete tirare fuori il carattere. Voi siete responsabili di questa situazione e voi dovete tirarvi fuori da soli. Dovete onorare questa maglia”. Queste le parole di Ausilio nello spogliatoio del Franchi. (Foto Instagram)

Stefano Pioli rammaricato

Nel post partita di Firenze l’allenatore dell’Inter si è chiuso nel suo stanzino con il suo staff e parlando con Ausilio avrebbe anche rassegnato le sue dimissioni. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Le dimissioni di Pioli

Ausilio però, dopo un colloquio con i vertici Suning che sarebbe durato 20 minuti, avrebbe respinto le dimissioni dell’allenatore dell’Inter rinnovandogli la fiducia almeno fino alla prossima fondamentale gara con il Napoli. (Foto Instagram)

La squadra non va in ritiro

La dirigenza dell’Inter ha scelto di non mandare la squadra in ritiro forzato, gli allenamenti riprenderanno domani in vista della sfida col Napoli. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Col Napoli la sfida decisiva

Ci saranno anche Erick Thohir e il patron di Suning Zhang Jindong a San Siro per la sfida col Napoli. La squadra è chiamata a una reazione di forza anche contro una formazione di primo livello. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

I progetti dei cinesi

La testa dei dirigenti nerazzurri è già proiettatta al prossimo anno e si lavora per la nuova rosa e soprattutto sul nuovo allenatore. (Foto Instagram)

Il primo nome sulla lista

Diego Simeone è il primo nome sulla lista dei cinesi. L’allenatore dell’Atletico Madrid è amato dai tifosi dell’Inter e ha dimostrato con gli spagnoli di essere un tecnico d’eccellenza. (Foto Instagram)

Il sogno è Antonio Conte

Il sogno di Suning resta però Antonio Conte che ha quasi vinto il campionato con il Chelsea e ha dimostrato anche con la Juve e la nazionale di essere un allenatore vincente e in grado di cambiare mentalità alle squadre. (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Leo Messi

L’argentino ha il contratto in scadenza con il Barcellona e non ha ancora rinnovato. Per portarlo a Milano servirebbe un investimento esorbitante. Per i cinesi sarebbe un uomo immagine in tutto il mondo ma soprattutto in Cina. (Photo by Alex Caparros/Getty Images)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità