Italia-Svezia: Ventura insiste sul 3-5-2 e lascia ancora fuori Insigne

Giampiero Ventura insiste sul 3-5-2. Per la sfida decisiva contro la Svezia a San Siro, è ancora questo il modulo scelto dal c.t. azzurro. L’Italia ha un solo risultato a disposizione: la vittoria con almeno due gol di scarto. Fa discutere la scelta di riproporre, nella partita da “dentro o fuori”, un modulo che appare inadatto ai calciatori e di lasciare in panchina Lorenzo Insigne.

Le scelte di Ventura

Medesimo schema di gioco, con tre nuovi innesti. Ventura ha deciso di giocarsi così lo spareggio decisivo per accedere ai Mondiali.
(Foto Twitter)

Gabbiadini affianca Immobile

Ha spiazzato tutti la decisione del c.t. di escludere nuovamente Lorenzo Insigne e di schierare Manolo Gabbiadini al fianco di Immobile, al posto di Belotti, non al 100% della forma, come si è potuto notare in Svezia.
(Foto Twitter)

Il centrocampo in mano a Jorginho

Per la prima volta, a guidare il centrocampo azzurro sarà Jorginho, mai convocato da Ventura finora e invocato da più parti nei mesi scorsi. A fargli posto sarà De Rossi.
(Foto Twitter)

Florenzi sulla fascia

L’altra pedina nuova è rappresentata da Alessandro Florenzi, che affiancherà Jorginho. A completare il centrocampo sarà Parolo. Sulle fasce agiranno Darmian a sinistra e Candreva a destra.
(Foto Twitter)

Bonucci in campo con la maschera

In difesa riconfermata la BBC davanti a Buffon. Leonardo Bonucci, dopo la gomitata rimediata nella gara d’andata che gli ha provocato la rottura del setto nasale, sarà regolarmente in campo e giocherà con una maschera protettiva.
(Foto Twitter)

Buffon suona la carica

Sarà una partita tesa, importante, speciale. Per tutti i tifosi e i giocatori azzurri. E, soprattutto, per Gianluigi Buffon, che in caso di mancata qualificazione, potrebbe dare l’addio alla Nazionale. Un addio che sarebbe amarissimo. Il capitano ha suonato la carica. “Basta parole, è arrivato il momento dei fatti”.
(Foto Twitter)

La formazione svedese

I nostri avversari riproporranno il 4-4-2 dell’andata. Rispetto alla squadra di Solna, Lustig, dopo aver scontato la squalifica, tornerà titolare (in panchina il “bolognese” Kraft). A centrocampo dal 1′ l’autore del gol vittoria Johansson prenderà il posto di Ekdal.
(Foto Twitter)

Dentro o fuori

Dopo il passo falso dell’andata, l’Italia non ha alternative alla vittoria con almeno 2 gol di scarto. Ci sarà un San Siro gremito a spingere gli azzurri alla vittoria. Una mancata qualificazione sarebbe un dramma. La qualificazione è alla portata, ma la Nazionale dovrà cambiare pelle e lottare ferocemente.
(Foto Twitter)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità