L'uragano Eta devasta il Centro e il Sud America, vittime e sfollati - FOTO

Primo Piano

L’uragano Eta, dopo aver seminato morte (il bilancio è di quasi 200 tra vittime e dispersi) e devastato alcune zone del Sud e del Centro America, continua la sua progressione verso altri stati del continente. Gli esperti lanciano un nuovo allarme e prevedono un suo rafforzamento nel weekend, specie quando passerà sul Mar dei Caraibi, con grave pericolo per Cuba, Giamaica e Florida meridionale.

Oltre un centinaio di persone sono morte nei villaggi indigeni nel nord del Guatemala per le frane causate dalla tempesta e dal vento che ha superato i 240 km/h. Eta ha ucciso anche molti cittadini di Panama, Honduras, Costa Rica e Nicaragua. Migliaia gli sfollati.

“Entro lunedì mattina, le forti piogge causate da Eta causeranno catastrofiche e pericolose inondazioni improvvise in parti del Centro America, oltre a smottamenti”, ha avvertito l’Hurricane Monitoring Center (NHC) degli Stati Uniti. Ecco intanto le immagini della devastazione delle ultime ore.