La Mercedes F1 perde i pezzi: dopo Rosberg, se ne va anche il DT Paddy Lowe

Samuele Prosino

La Mercedes perde un altro pezzo importante della propria scacchiera. Dopo l’addio improvviso di Nico Rosberg, il team anglo-tedesco di F1 non potrà più contare sull’esperienza e sulle capacità del direttore tecnico Paddy Lowe. L’inglese è stato posto nel cosiddetto “gardening leave”: non potrà collaborare con altre scuderie di F1 almeno fino alla fine del 2017. É la fine di un’era oppure semplicemente un cambio al vertice? L’addio arriva in un momento storico per la F1, con un cambio radicale dei regolamenti.

Un altro addio alla Mercedes

Paddy Lowe e la Mercedes si separano dopo una collaborazione di 3 anni e mezzo: la notizia ufficiale è molto importante per l’intero Circus della Formula Uno (GETTY)

Pedina importante

Paddy Lowe è stato infatti il direttore tecnico della Mercedes pigliatutto, l’uomo che ha gestito nel modo migliore un team composto da personalità molto forti. Il suo addio, dopo quello di Rosberg, potrebbe rappresentare un problema per il team anglo-tedesco alla vigilia di una stagione molto attesa. (GETTY)

Un 2017 senza di loro

Paddy Lowe abbraccia Rosberg in questa foto GETTY. Entrambi non saranno nel paddock 2017 (per ragioni diverse), assenti in una stagione nella quale cambieranno tante cose, a partire dai nuovi regolamenti che dovrebbero portare a vetture notevolmente più veloci e con gomme più larghe.

La Mercedes perde i pezzi

L’addio di Lowe era già nell’aria, tanto che si parlava dell’argomento da qualche mese. Rosberg annunciò invece il ritiro in modo molto più repentino, dall’oggi al domani. Per Toto Wolff e Niki Lauda la gestione del team Mercedes F1 è diventata da allora più complicata. (GETTY)

Senza direttore tecnico

La Mercedes comincerà infatti i test senza direttore tecnico, affidandosi piuttosto al proprio team di ingegneri, tra i quali spicca il direttore Aldo Costa, italiano ex Ferrari. (GETTY)

Il possibile sostituto

Si parla di James Allison, ex Ferrari anche lui, per sostituire Lowe. Le voci ci sono ma sono state smentite dalla Mercedes. (GETTY)

La vettura dei record

L’addio di Lowe è arrivato prima dell’annuncio del secondo pilota Mercedes. È singolare come il team campione del mondo non abbia ancora trovato il compagno di squadra di Lewis Hamilton… (GETTY)

Il più probabile

… Anche se dovrebbe trattarsi, in mancanza di alternative valide, del finlandese Valtteri Bottas, in forza alla Williams. Il suo manager è per altro proprio Toto Wolff. (GETTY)

Lowe alla Williams?

Alla fine del periodo di gardening leave, nel quale Lowe non potrà lavorare per team concorrenti alla Mercedes, il tecnico inglese potrebbe accasarsi alla Williams. (Nella foto GETTY Claire Williams, figlia del patron Frank)

La sua prima scuderia

Lowe cominciò a lavorare in F1 proprio in Williams, nel 1987. Nella foto GETTY è il secondo tecnico in piedi, da sinistra – quello con le braccia conserte. Lavorò sei anni nella scuderia inglese, sovraintendendo lo sviluppo delle celebri sospensioni attive – una delle tecnologie più complesse mai sviluppate in F1. Ha lavorato anche in McLaren tra il 1993 e il 2013.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità