Non solo Conte, rivoluzione in casa Psg

Rivoluzione in casa Paris Saint-Germain. L’eliminazione dalla Champions League per mano del Real Madrid rappresenta un fallimento totale del progetto del club, che aspirava a vincere la Coppa dalle grandi orecchie. La personalità e l’esperienza dei blancos nel doppio confronto si sono fatte sentire parecchio. La società transalpina ora è pronta a cambiare tutto: il ds Antero Henrique che ha mal gestito il caso Neymar-Cavani rischia fortemente il posto. Dovrebbero andare via anche molti giocatori rappresentativi. Chi di certo lascerà è Emery. Per sostituire il tecnico francese, Nasser Al-Khelaifi vuole Conte ma vaglia anche altre possibili soluzioni.

 

<p>Doveva essere l’anno del Paris Saint-Germain di Neymar e Mbappé, costati rispettivamente 222 e 180 milioni di euro. Il primo si è infortunato, dopo aver toppato la gara d’andata contro il Real, il secondo non è riuscito a incidere abbastanza nella doppia sfida con i blancos. Il progetto è fallito su tutta la linea per la rabbia di Nasser Al-Khelaifi, che vuole cambiare tutto. (Foto Twitter) </p>
Progetto fallito

Doveva essere l’anno del Paris Saint-Germain di Neymar e Mbappé, costati rispettivamente 222 e 180 milioni di euro. Il primo si è infortunato, dopo aver toppato la gara d’andata contro il Real, il secondo non è riuscito a incidere abbastanza nella doppia sfida con i blancos. Il progetto è fallito su tutta la linea per la rabbia di Nasser Al-Khelaifi, che vuole cambiare tutto. (Foto Twitter)

<p>La prima testa che salterà sarà quella di Emery. Il tecnico ha finito i bonus a sua disposizione. La società si aspettava molto di più e anche la squadra non sembra dalla sua parte. “In estate sono stati spesi 400 milioni di euro, tutti dicevano che sarebbero cambiate le cose e invece siamo stati di nuovo eliminati agli ottavi di Champions”, ha detto polemico il trequartista Draxler. (Foto Twitter) </p>
Emery via, l’attacco di Draxler

La prima testa che salterà sarà quella di Emery. Il tecnico ha finito i bonus a sua disposizione. La società si aspettava molto di più e anche la squadra non sembra dalla sua parte. “In estate sono stati spesi 400 milioni di euro, tutti dicevano che sarebbero cambiate le cose e invece siamo stati di nuovo eliminati agli ottavi di Champions”, ha detto polemico il trequartista Draxler. (Foto Twitter)

<p>Il centrocampista offensivo del Psg con le sue parole si è riferito alla clamorosa rimonta del Barcellona dello scorso anno, proprio ai danni del club francese. Una rimonta che pareva impossibile dopo la gara d’andata vinta 4-0 dalla squadra di Emery e che, invece, si è incredibilmente realizzata con il 6-1 finale al Camp Nou. (Foto Twitter) </p>
Un’altra delusione dopo il Barca

Il centrocampista offensivo del Psg con le sue parole si è riferito alla clamorosa rimonta del Barcellona dello scorso anno, proprio ai danni del club francese. Una rimonta che pareva impossibile dopo la gara d’andata vinta 4-0 dalla squadra di Emery e che, invece, si è incredibilmente realizzata con il 6-1 finale al Camp Nou. (Foto Twitter)

<p>Emery ha avuto una seconda occasione e la società ha investito pesantemente sul mercato, ma nulla è cambiato. Per questo il presidente Nasser Al-Khelaifi ha deciso di cambiare. A partire proprio dalla guida tecnica. Al posto di Emery il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Antonio Conte.<br>(Foto Twitter) </p>
Al-Khelaifi vuole Conte

Emery ha avuto una seconda occasione e la società ha investito pesantemente sul mercato, ma nulla è cambiato. Per questo il presidente Nasser Al-Khelaifi ha deciso di cambiare. A partire proprio dalla guida tecnica. Al posto di Emery il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Antonio Conte.
(Foto Twitter)

<p>Conte lascerà quasi certamente il Chelsea a fine stagione, ma è corteggiato anche dalla Nazionale italiana. Se dovesse optare per preferire un ritorno a casa alla guida degli azzurri, il Psg si fionderebbe su Carlo Ancelotti, che a Parigi ha lasciato un buon ricordo e possiede la mentalità vincente che serve. Il tecnico però vorrebbe allenare in Inghilterra. (Foto Twitter) </p>
L’alternativa è Ancelotti

Conte lascerà quasi certamente il Chelsea a fine stagione, ma è corteggiato anche dalla Nazionale italiana. Se dovesse optare per preferire un ritorno a casa alla guida degli azzurri, il Psg si fionderebbe su Carlo Ancelotti, che a Parigi ha lasciato un buon ricordo e possiede la mentalità vincente che serve. Il tecnico però vorrebbe allenare in Inghilterra. (Foto Twitter)

<p>I dirigenti transalpini stanno pensando anche ad altre ipotesi. Una – molto difficile – porta a José Mourinho. Lo Special One ha appena rinnovato il suo contratto con il Manchester United ma secondo la stampa spagnola sarebbe ben felice di allenare il Psg. Se il percorso in Champions con i red devils non dovesse essere soddisfacente, il portoghese potrebbe puntare i piedi. (Foto Twitter) </p>
Gli altri nomi: Mourinho

I dirigenti transalpini stanno pensando anche ad altre ipotesi. Una – molto difficile – porta a José Mourinho. Lo Special One ha appena rinnovato il suo contratto con il Manchester United ma secondo la stampa spagnola sarebbe ben felice di allenare il Psg. Se il percorso in Champions con i red devils non dovesse essere soddisfacente, il portoghese potrebbe puntare i piedi. (Foto Twitter)

<p>Il Cholo è un altro profilo che piace. Simeone è legato da un contratto pluriennale all’Atletico Madrid ma la prospettiva di allenare il Paris Saint-Germain lo stuzzica. La trattativa sarebbe comunque complessa perchè la dirigenza dei colchoneros non vuole separarsi dal tecnico.<br>(Foto Twitter) </p>
Gli altri nomi: Simeone

Il Cholo è un altro profilo che piace. Simeone è legato da un contratto pluriennale all’Atletico Madrid ma la prospettiva di allenare il Paris Saint-Germain lo stuzzica. La trattativa sarebbe comunque complessa perchè la dirigenza dei colchoneros non vuole separarsi dal tecnico.
(Foto Twitter)

<p>Secondo “Le Parisien” la rivoluzione riguarderà anche la squadra. In attacco Cavani non è più incedibile. Uno tra lui e Neymar è di troppo e il Psg sembra intenzionato a scegliere il brasiliano. La multa ricevuta a gennaio per essersi presentato in ritardo in ritiro ha ulteriormente incrinato il rapporto tra l’uruguaiano e il club. Le offerte per giugno non mancano. (Foto Twitter) </p>
Cavani via

Secondo “Le Parisien” la rivoluzione riguarderà anche la squadra. In attacco Cavani non è più incedibile. Uno tra lui e Neymar è di troppo e il Psg sembra intenzionato a scegliere il brasiliano. La multa ricevuta a gennaio per essersi presentato in ritardo in ritiro ha ulteriormente incrinato il rapporto tra l’uruguaiano e il club. Le offerte per giugno non mancano. (Foto Twitter)

<p>A centrocampo Thiago Motta dovrebbe lasciare il Psg. Il mediano avrebbe deciso di ritirarsi dal calcio giocato a fine stagione. Fra i giocatori in bilico ci sarebbe Verratti. La società potrebbe cederlo per incassare una cifra sostanziosa e rispettare così i parametri del fair-play finanziario. <br>(Foto Twitter) </p>
Motta si ritira, Verratti in bilico

A centrocampo Thiago Motta dovrebbe lasciare il Psg. Il mediano avrebbe deciso di ritirarsi dal calcio giocato a fine stagione. Fra i giocatori in bilico ci sarebbe Verratti. La società potrebbe cederlo per incassare una cifra sostanziosa e rispettare così i parametri del fair-play finanziario.
(Foto Twitter)

<p>Nonostante il Psg creda molto in Rabiot e lo veda come futuro capitano, il 22enne talento francese potrebbe essere sacrificato. Le richieste sono numerose e con un contratto in scadenza nel 2019, il giocatore potrebbe decidere di cambiare aria. <br>(Foto Twitter) </p>
Sacrificio Rabiot?

Nonostante il Psg creda molto in Rabiot e lo veda come futuro capitano, il 22enne talento francese potrebbe essere sacrificato. Le richieste sono numerose e con un contratto in scadenza nel 2019, il giocatore potrebbe decidere di cambiare aria.
(Foto Twitter)

<p>I dirigenti stanno riflettendo anche su Thiago Silva Dani Alves. Il centrale ha un ottimo rapporto col presidente Al Khelaifi e, quindi, le possibilità che la sua situazione si risolva positivamente ci sono. Più complicata la situazione di Dani Alves. Il terzino – sotto contratto fino al 2019 – non è più un ragazzino ed è tra i principali imputati per la sconfitta con il Real. (Foto Twitter) </p>
Dubbi su Alves e Silva

I dirigenti stanno riflettendo anche su Thiago Silva Dani Alves. Il centrale ha un ottimo rapporto col presidente Al Khelaifi e, quindi, le possibilità che la sua situazione si risolva positivamente ci sono. Più complicata la situazione di Dani Alves. Il terzino – sotto contratto fino al 2019 – non è più un ragazzino ed è tra i principali imputati per la sconfitta con il Real. (Foto Twitter)

<p>Nessun dubbio per quanto riguarda Di Maria e Pastore. I due avevano già espresso la volontà di lasciare il club in estate e a giugno saranno accontentati.<br>(Foto Twitter) </p>
Di Maria e Pastore ai saluti

Nessun dubbio per quanto riguarda Di Maria e Pastore. I due avevano già espresso la volontà di lasciare il club in estate e a giugno saranno accontentati.
(Foto Twitter)

Potrebbe interessarti anche...