Nuovo Mondiale per Club dal 2021: tre italiane al via, ecco come sarà

Sarà a 24 squadre e si terrà ogni quattro anni: è il nuovo Mondiale per Club voluto dalla Fifa e che partirà nel 2021. Dalla seconda edizione parteciperanno le squadre con il migliore ranking del quadriennio precedente, ma nella prima si procederà a inviti. E ci saranno anche alcune squadre italiane: ecco quali.

<p>Partirà nel 2021 e avrà 24 squadre provenienti da tutto il mondo, divise in otto gironi: è il nuovo Mondiale per Club voluto dalla Fifa, a cui parteciperanno anche 12 club europei. Si terrà ogni 4 anni e rispetterà il ranking, tranne nella prima edizione in cui andrà a inviti. Ecco chi parteciperà. (foto: REUTERS/Jaime Saldarriaga/Files) </p>
Il nuovo Mondiale per Club

Partirà nel 2021 e avrà 24 squadre provenienti da tutto il mondo, divise in otto gironi: è il nuovo Mondiale per Club voluto dalla Fifa, a cui parteciperanno anche 12 club europei. Si terrà ogni 4 anni e rispetterà il ranking, tranne nella prima edizione in cui andrà a inviti. Ecco chi parteciperà. (foto: REUTERS/Jaime Saldarriaga/Files)

<p>Tra le partecipanti di diritto ci sono tutti i club che hanno vinto almeno tre Coppe dei Campioni / Champions League nel corso della loro storia. Ovviamente tra questi ci sono i Blancos, che ne hanno vinte tre anche solo dal 2014 (complessivamente sono 12). (foto: AP Photo/Francisco Seco) </p>
Real Madrid

Tra le partecipanti di diritto ci sono tutti i club che hanno vinto almeno tre Coppe dei Campioni / Champions League nel corso della loro storia. Ovviamente tra questi ci sono i Blancos, che ne hanno vinte tre anche solo dal 2014 (complessivamente sono 12). (foto: AP Photo/Francisco Seco)

<p>Immancabili anche i Blaugrana, eterni avversari del Real Madrid con l’altrettanto eterna sfida tra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. I catalani hanno vinto tre Champions dal 2009 e cinque in tutto. (foto: REUTERS/Albert Gea) </p>
Barcellona

Immancabili anche i Blaugrana, eterni avversari del Real Madrid con l’altrettanto eterna sfida tra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. I catalani hanno vinto tre Champions dal 2009 e cinque in tutto. (foto: REUTERS/Albert Gea)

<p>Campioni di Germania per il sesto anno di fila (e 28esimo complessivo), i bavaresi hanno conquistato la loro quinta Champions nel 2013, in un derby tutto tedesco con il Borussia Dortmund in finale. (foto: REUTERS/Michael Dalder) </p>
Bayern Monaco

Campioni di Germania per il sesto anno di fila (e 28esimo complessivo), i bavaresi hanno conquistato la loro quinta Champions nel 2013, in un derby tutto tedesco con il Borussia Dortmund in finale. (foto: REUTERS/Michael Dalder)

<p>Ci sono anche i nerazzurri tra gli iscritti di diritto alla manifestazione: nonostante manchino dalla Champions dal lontano 2012, infatti, il trionfo del 2010 fu il terzo della storia del Biscione dopo quelli del 1964 e 1965 nell’epoca di Helenio Herrera. (foto: AP Photo/Luca Bruno) </p>
Inter

Ci sono anche i nerazzurri tra gli iscritti di diritto alla manifestazione: nonostante manchino dalla Champions dal lontano 2012, infatti, il trionfo del 2010 fu il terzo della storia del Biscione dopo quelli del 1964 e 1965 nell’epoca di Helenio Herrera. (foto: AP Photo/Luca Bruno)

<p>Ovviamente tra le italiane c’è anche il Diavolo, che vinse due Coppe Campioni negli anni ’60, altre due nell’epoca di Sacchi e poi tre Champions con Capello e Ancelotti sulla panchina. (foto: Paolo Magni/ANSA via AP) </p>
Milan

Ovviamente tra le italiane c’è anche il Diavolo, che vinse due Coppe Campioni negli anni ’60, altre due nell’epoca di Sacchi e poi tre Champions con Capello e Ancelotti sulla panchina. (foto: Paolo Magni/ANSA via AP)

<p>I Reds a livello continentale sono la squadra inglese più blasonata grazie alle cinque vittorie complessive in Champions. E, dopo la finale persa nel 2007 con il Milan, quest’anno ci riproveranno a Kiev contro il formidabile Real. (foto: REUTERS/Phil Noble EDITORIAL USE ONLY). </p>
Liverpool

I Reds a livello continentale sono la squadra inglese più blasonata grazie alle cinque vittorie complessive in Champions. E, dopo la finale persa nel 2007 con il Milan, quest’anno ci riproveranno a Kiev contro il formidabile Real. (foto: REUTERS/Phil Noble EDITORIAL USE ONLY).

<p>Ci sono anche i Red Devils, il cui ultimo trionfo in Champions risale al 2008 e fu rocambolesco quasi quanto il precedente del 1999. La terza vittoria continentale (prima in ordine di tempo) risale al 1968, ai tempi di Charlton e Best. (foto: Martin Rickett/PA via AP) </p>
Manchester United

Ci sono anche i Red Devils, il cui ultimo trionfo in Champions risale al 2008 e fu rocambolesco quasi quanto il precedente del 1999. La terza vittoria continentale (prima in ordine di tempo) risale al 1968, ai tempi di Charlton e Best. (foto: Martin Rickett/PA via AP)

<p>Sono ben quattro le vittorie continentali dei Lancieri, di cui tre di fila a inizio anni ’70, con l’Arancia Meccanica in piena evoluzione e Cruijff in campo. Nel 1995 una nuova generazione di campioni e l’ultima vittoria, ai danni del Milan. (foto: REUTERS/Michael Kooren) </p>
Ajax Amsterdam

Sono ben quattro le vittorie continentali dei Lancieri, di cui tre di fila a inizio anni ’70, con l’Arancia Meccanica in piena evoluzione e Cruijff in campo. Nel 1995 una nuova generazione di campioni e l’ultima vittoria, ai danni del Milan. (foto: REUTERS/Michael Kooren)

<p>Tra chi ha vinto meno di tre Champions League, i primi ad essere invitati saranno proprio i bianconeri in virtù delle due finali disputate negli ultimi tre anni. (foto: AP Photo/Gregorio Borgia) </p>
Juventus

Tra chi ha vinto meno di tre Champions League, i primi ad essere invitati saranno proprio i bianconeri in virtù delle due finali disputate negli ultimi tre anni. (foto: AP Photo/Gregorio Borgia)

<p>Nessuna squadra francese ha mai vinto tre Champions League, motivo per cui sarà invitata una transalpina per meriti sportivi recenti e non storici. Si parla del Paris Saint-Germain, anche se probabilmente sarebbe più corretto invitare l’Olympique Marsiglia (che vinse la Champions del 1993, mentre i parigini sono ancora a secco). (foto: AP Photo/Christophe Ena) </p>
Paris Saint-Germain

Nessuna squadra francese ha mai vinto tre Champions League, motivo per cui sarà invitata una transalpina per meriti sportivi recenti e non storici. Si parla del Paris Saint-Germain, anche se probabilmente sarebbe più corretto invitare l’Olympique Marsiglia (che vinse la Champions del 1993, mentre i parigini sono ancora a secco). (foto: AP Photo/Christophe Ena)

<p>Gli ultimi due posti saranno occupati da due tra Manchester City, Chelsea, Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Porto e Benfica. Giusto sarebbe assegnare almeno uno slot a una delle rappresentanti del calcio lusitano, che peraltro vantano entrambe due trionfi continentali. Uno a testa, invece, per Dortmund e Chelsea, l’Atletico ha però perso due finali negli ultimi quattro anni. (foto: AP Photo/Armando Franca) </p>
L’undicesima e la dodicesima

Gli ultimi due posti saranno occupati da due tra Manchester City, Chelsea, Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Porto e Benfica. Giusto sarebbe assegnare almeno uno slot a una delle rappresentanti del calcio lusitano, che peraltro vantano entrambe due trionfi continentali. Uno a testa, invece, per Dortmund e Chelsea, l’Atletico ha però perso due finali negli ultimi quattro anni. (foto: AP Photo/Armando Franca)

Potrebbe interessarti anche...