Pattinaggio: Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Sono iniziati ieri i Mondiali di pattinaggio su ghiaccio e l’Italia è stata subito protagonista, nel bene e nel male. Perché la prima giornata vedeva in programma il corto femminile e quello a coppie, con Carolina Kostner, Valentina Marchei-Ondrej Hotarek e Nicole Della Monica-Matteo Guarise scesi sul ghiaccio. Ecco come è andata. (Credits – AP)

 

<p>Si è iniziato con il programma corto femminile e Carolina Kostner è tornata a una gara iridata dopo tre anni. L’azzurra, che mancava dai Mondiali dall’edizione di Saitama 2014, ha chiuso il programma corto all’ottavo posto con 66.33 punti. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Si è iniziato con il programma corto femminile e Carolina Kostner è tornata a una gara iridata dopo tre anni. L’azzurra, che mancava dai Mondiali dall’edizione di Saitama 2014, ha chiuso il programma corto all’ottavo posto con 66.33 punti.

<p>Un punteggio sicuramente inferiore alle attese, con la Kostner che due mesi fa agli Europei aveva chiuso con ben sei punti in più, e che esclude l’azzurra dalla possibile corsa alle medaglie, che sarebbe stata comunque dura. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Un punteggio sicuramente inferiore alle attese, con la Kostner che due mesi fa agli Europei aveva chiuso con ben sei punti in più, e che esclude l’azzurra dalla possibile corsa alle medaglie, che sarebbe stata comunque dura.

<p>In testa c’è un’irraggiungibile Evgenia Medvedeva, con la russa che ha chiuso con 79.01 a un passo dal proprio record del mondo, seguita dalla sorprendente canadese Kaetlyn Osmond (75.98), mentre più alla portata di Carolina era l’altra canadese Gabrielle Daleman, terza con 72.19. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

In testa c’è un’irraggiungibile Evgenia Medvedeva, con la russa che ha chiuso con 79.01 a un passo dal proprio record del mondo, seguita dalla sorprendente canadese Kaetlyn Osmond (75.98), mentre più alla portata di Carolina era l’altra canadese Gabrielle Daleman, terza con 72.19.

<p>A costare caro a Carolina Kostner è la seconda trottola, la flying camel. L’ingresso è fuori ritmo e l’altoatesina fatica a concludere l’elemento e Carolina perde almeno 4/5 punti per l’errore, staccandola nettamente dalle medaglie. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

A costare caro a Carolina Kostner è la seconda trottola, la flying camel. L’ingresso è fuori ritmo e l’altoatesina fatica a concludere l’elemento e Carolina perde almeno 4/5 punti per l’errore, staccandola nettamente dalle medaglie.

<p>Ben diversa, invece, la gara a coppie che si è disputata nella serata di ieri. Sul ghiaccio scendono le due coppie azzurre, Marchei-Hotarek e Della Monica-Guarise. Chiudono rispettivamente al nono e all’undicesimo posto, ma le prestazioni sono fantastiche. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Ben diversa, invece, la gara a coppie che si è disputata nella serata di ieri. Sul ghiaccio scendono le due coppie azzurre, Marchei-Hotarek e Della Monica-Guarise. Chiudono rispettivamente al nono e all’undicesimo posto, ma le prestazioni sono fantastiche.

<p>Partiamo da Della Monica-Guarise, arrivati a Helsinki con un personale di 66.39 pattinano come mai in vita loro e chiudono una gara di altissimo livello con 70.08. Una prestazione monstre, ma battuta poco dopo dall’altra coppia azzurra. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Partiamo da Della Monica-Guarise, arrivati a Helsinki con un personale di 66.39 pattinano come mai in vita loro e chiudono una gara di altissimo livello con 70.08. Una prestazione monstre, ma battuta poco dopo dall’altra coppia azzurra.

<p>Valentina Marchei-Ondrej Hotarek sono perfetti sul ghiaccio finlandese, non sbagliano nessuna componente, sono eleganti e si capiscono al volo. Una prestazione fantastica che vale un 71.04, cioè il nuovo record italiano, meglio del 70.31 ottenuto a Sochi 2014 da Hotarek in coppia con Stefania Berton. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Valentina Marchei-Ondrej Hotarek sono perfetti sul ghiaccio finlandese, non sbagliano nessuna componente, sono eleganti e si capiscono al volo. Una prestazione fantastica che vale un 71.04, cioè il nuovo record italiano, meglio del 70.31 ottenuto a Sochi 2014 da Hotarek in coppia con Stefania Berton.

<p>Le coppie azzurre torneranno sul ghiaccio questa sera, con due obiettivi importantissimi. Da un lato ottenere il miglior piazzamento azzurro di sempre ai Mondiali, cioè il nono posto di Berton-Hotarek a Saitama 2014. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Le coppie azzurre torneranno sul ghiaccio questa sera, con due obiettivi importantissimi. Da un lato ottenere il miglior piazzamento azzurro di sempre ai Mondiali, cioè il nono posto di Berton-Hotarek a Saitama 2014.

<p>Dall’altro, sia Marchei-Hotarek sia Della Monica-Guarise sono chiamati a confermare almeno il risultato di ieri, perché si chiudesse come dopo il corto l’Italia avrebbe diritto a due posti ai Giochi olimpici dell’anno prossimo. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Dall’altro, sia Marchei-Hotarek sia Della Monica-Guarise sono chiamati a confermare almeno il risultato di ieri, perché si chiudesse come dopo il corto l’Italia avrebbe diritto a due posti ai Giochi olimpici dell’anno prossimo.

<p>Guardando alla vetta, invece, guidano i cinesi Wenjing Sui-Cong Han con un fantastico 81.23 (seconda prestazione mondiale), con i tedeschi Aliona Savchenko-Bruno Massot (79.84) al secondo posto e i russi Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov (79.37) terzi. </p>
Kostner un errore costa caro, che gara Marchei/Hotarek!

Guardando alla vetta, invece, guidano i cinesi Wenjing Sui-Cong Han con un fantastico 81.23 (seconda prestazione mondiale), con i tedeschi Aliona Savchenko-Bruno Massot (79.84) al secondo posto e i russi Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov (79.37) terzi.

Potrebbe interessarti anche...