Ranieri è certo: "I miei ragazzi non mi hanno fatto fuori"

Una favola che resterà nella storia del calcio, ma anche l’amarezza di un allenatore che dopo aver compiuto l’impresa della vita ha ricevuto il benservito. Claudio Ranieri torna a parlare della parabola con il Leicester. E sul tema dell’esonero è chiaro: “Non sono stati i giocatori a farmi fuori, forse qualcuno alle mie spalle”.

“Sorpreso e deluso”

“Sono rimasto sorpreso e profondamente deluso”, Ranieri ha commentato così la decisione del Leicester di esonerarlo. (foto Instagram)

“Non è stata colpa dei giocatori”

L’allenatore italiano ha “scagionato” i giocatori: “Non credo abbiano responsibilità dirette, magari non sono riusciti a dare il massimo per altre cose come ad esempio il fatto che prima guadagnassero meno e poi il doppio o il triplo, ma non sono stati loro a farmi fuori, assolutamente”. (foto Instagram)

Impresa storica

Ranieri nella passata stagione ha condotto il Leicester a diventare campione d’Inghilterra: un’impresa indimenticabile per il tecnico italiano. (foto Instagram)

L’intervista

In un’intervista a SkySports Uk, Ranieri ha ripercorso il successo con le Foxes e la delusione per l’esonero. (foto Instagram)

“Secondo anno più difficile”

Ranieri ha ricordato così l’esonero dalla panchina del Leicester: “Non è stato facile, sapevo che il secondo anno sarebbe stato difficile, perché quando vinci il titolo devi renderti conto di cosa ti sta succedendo e resettare la mente, non è facile perché non eravamo una squadra abituata a farlo”.(foto Instagram)

“Sono una persona onesta”

“Ho sentito tante storie sul mio esonero, magari il colpevole è stato chi agiva alle mie spalle, qualche problema che ho avuto prima del titolo, magari queste persone hanno spinto un po’ di più quando quest’anno perdevamo. Non voglio dire niente, sono una persona onesta e se ho qualcosa da dire lo dico a chi dovere faccia a faccia”. (foto Instagram)

Tifosi sempre con lui

L’affetto dei tifosi non gli è mai mancato: “Ho ricevuto attestati di stima da ogni parte del mondo, – ha detto Ranieri – ma voglio ringraziare tutti i tifosi del Leicester. Quando abbiamo vinto il titolo ho ricevuto molti regali, champagne, lettere ma quando sono stato esonerato la mia casa era piena, voglio ringraziare tutti”. (foto Instagram)

“Inevitabile calo”

Dopo il trionfo inaspettato delle Foxes, l’inevitabile calo che Ranieri ha sintetizzato così: “Sapevo che questa stagione non sarebbe stata semplice, che tutto sarebbe stato diverso perché dovevamo completamente resettare la mente dei nostri giocatori. Questa non erta una squadra costruita per stare al vertice”. (foto Instagram)

L’esonero dopo Siviglia

Ranieri è stato esonerato dopo un ko subito in Champions contro il Siviglia: “Non è facile andare sul campo del Siviglia e perdere solo 2-1. Il discorso qualificazione era largamente aperto quindi scoprire di essere stato licenziato mi ha sorpreso e profondamente deluso”. (foto Instagram)

Le voci sull’esonero

Nei giorni successivi all’esonero, sono circolate voci che volevano i giocatori aver esplicitamente richiesto alla società l’allontanamento del tecnico: “Non credo assolutamente a queste cose, non credo che i giocatori siano andati a parlare con la proprietà. Non credo che siano stati loro ad uccidermi”. (foto Instagram)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità