Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Duccio Fumero

Un record che farebbe invidia anche a Zamperini, anche se lui – ovviamente – preferisce cambiare gli allenatori. Le Zebre, la formazione di rugby di Parma che partecipa alla Guinness Pro 12, ha annunciato ieri sera il nuovo presidente. Che è il terzo negli ultimi 13 mesi. Se non un record, ci va vicino. E dimostra la crisi profonda del club, e del rugby italiano. (Credits – Zebre Rugby)

 

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Le Zebre Parma partecipano assieme alla Benetton Treviso alla Guinness Pro 12, il campionato professionistico di rugby con club di Italia, Irlanda, Scozia e Galles. Nate nel 2012 dopo il fallimento degli Aironi, dopo essere stata gestita direttamente dalla Federazione, nell’estate 2015 viene privatizzata, con una serie di investitori locali a prenderne le redini.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Già dopo pochi mesi, però, voci di difficoltà economiche e spaccature interne si sono fatte sentire, il tutto mentre la squadra in campo faticava a ottenere risultati. E, così, a fine febbraio 2016 il presidente Gianluca Romanini rassegna le dimissioni.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Passa quasi un mese e, finalmente, il CdA della franchigia bianconera sceglie Stefano Pagliarini come nuovo presidente. Nonostante il cambio di leadership le cose non migliorano e le Zebre devono chiedere un anticipo di 1 milione alla Fir per chiudere la stagione e coprire i debiti.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

La nuova stagione inizia senza grandi novità, mentre il CdA continua a rinviare l’approvazione del bilancio consuntivo della stagione 2015/16, che viene approvato solo a fine dicembre 2016 con un passivo di circa 100mila euro.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

A gennaio di quest’anno il presidente Pagliarini rivolge un appello alle istituzioni locali e agli industriali di Parma affinché intervengano economicamente, dichiarando che serve un ulteriore milione di euro per non fallire.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

L’ultimatum per trovare nuovi sponsor è fissato con metà febbraio e l’assemblea dei soci viene convocata per metà febbraio. Ma viene rinviata tre volte, senza che dalla società arrivino notizie sui possibili sponsor, fino al CdA di ieri pomeriggio.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

E a inizio CdA arrivano le dimissioni di Stefano Pagliarini, con le Zebre che nominano l’attuale presidente della squadra di Colorno (in provincia di Parma) Cosetta Falavigna nuovo presidente. Il terzo in 13 mesi.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Le Zebre, inoltre, comunicano che hanno intenzione di depositare in tribunale un’istanza di “concordato in bianco”. Ciò significa che le Zebre, in crisi, possono mantenere la continuità aziendale mentre elaborano, sotto il controllo del tribunale, un piano da sottoporre ai creditori.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

In 120 giorni, prorogabili a 180 per motivi giustificati, la società dovrà dunque presentare al tribunale un piano di risanamento che permetta di rientrare dai debiti e uscire dalla crisi. Altrimenti sarà fallimento.

Rugby: Zebre da record, tre presidenti in 13 mesi

Nel frattempo, preparandosi al peggio, la Federazione starebbe lavorando per un futuro alternativo, con le ipotesi di spostare la franchigia da Parma a Milano o Roma (ma solo dal 2018) che prendono sempre più corpo. Con, sarà certo, un nuovo presidente.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità