Seggiolino antiabbandono, tutto quello che c'è da sapere

Al via l’obbligo di dotare le auto che trasportano bambini di età inferiore ai 4 anni di seggiolini antiabbandono. Nasce così l’impellenza per i conducenti con bimbi a bordo di installare dispositivi che possono essere integrati all’interno dei seggiolini stessi, nelle automobili oppure indipendenti e acquistabili a parte.

LEGGI: Auto, scatta l'obbligo dei seggiolini antiabbandono

VEDI: Dispositivo salva-bimbi: ecco le specifiche

Questi dispositivi si presentano come una specie di "cuscinetto" da sistemare sotto il seggiolino del bimbo se acquistati a parte, oppure si tratta di sensori già integrati nei seggiolini. In entrambi i casi la cosa importante è che i segnali visivi e acustici si attivino automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente e che siano percepibili all'interno e all'esterno del veicolo. Come riporta "Altro Consumo", quelli integrati sono più pratici rispetto a quelli universali, ma potrebbero avere una durata più limitata perchè la batteria (non sempre facilmente sostituibile) si scarica dopo 3/4 anni. Quelli universali con un sensore sul seggiolino hanno il vantaggio di dare l’allarme immediatamente, prima che il genitore scenda dall’auto, escludendo ogni rischio di abbandono. (AP Photo/Mary Altaffer)
COME FUNZIONANO
Questi dispositivi si presentano come una specie di "cuscinetto" da sistemare sotto il seggiolino del bimbo se acquistati a parte, oppure si tratta di sensori già integrati nei seggiolini. In entrambi i casi la cosa importante è che i segnali visivi e acustici si attivino automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente e che siano percepibili all'interno e all'esterno del veicolo. Come riporta "Altro Consumo", quelli integrati sono più pratici rispetto a quelli universali, ma potrebbero avere una durata più limitata perchè la batteria (non sempre facilmente sostituibile) si scarica dopo 3/4 anni. Quelli universali con un sensore sul seggiolino hanno il vantaggio di dare l’allarme immediatamente, prima che il genitore scenda dall’auto, escludendo ogni rischio di abbandono. (AP Photo/Mary Altaffer)
Chi non rispetterà le nuove norme previste dall'articolo 172 del Codice della Strada, pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale, incorrerà in una multa da 81 a 326 euro (pagamento entro cinque giorni 56,70 euro), la decurtazione di cinque punti dalla patente e la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi se colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni.
CHI NON SI ADEGUA
Chi non rispetterà le nuove norme previste dall'articolo 172 del Codice della Strada, pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale, incorrerà in una multa da 81 a 326 euro (pagamento entro cinque giorni 56,70 euro), la decurtazione di cinque punti dalla patente e la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi se colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni.
Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato che per agevolare l'acquisto di seggiolini anti-abbandono integrati o di dispositivi indipendenti, è stato istituito un fondo apposito (1 milione di euro nel 2019 e 1 milione di euro nel 2020) nel recente decreto fiscale: un contributo di 30 euro per ciascun dispositivo. Nei prossimi giorni verrà approvato un decreto per stabilire le modalità per ottenere il contributo.
GLI INCENTIVI
Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato che per agevolare l'acquisto di seggiolini anti-abbandono integrati o di dispositivi indipendenti, è stato istituito un fondo apposito (1 milione di euro nel 2019 e 1 milione di euro nel 2020) nel recente decreto fiscale: un contributo di 30 euro per ciascun dispositivo. Nei prossimi giorni verrà approvato un decreto per stabilire le modalità per ottenere il contributo.
Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
I genitori hanno due possibilità: acquistare un dispositivo di nuova generazione, o aggiungere al vecchio seggiolino un "cuscinetto" che ricordi loro la presenza del bambino a bordo. In entrambi i casi sono previsti sistemi collegati a un'app sul cellulare, previo collegamento al Bluetooth. I sensori segnalano immediatamente se il seggiolino è occupato oppure libero ed entrano in azione. Nel caso di uso di seggiolini con cuscinetto integrato, il sistema si basa sulla pressione: si individua cioè la presenza del bambino dal peso sul seggiolino. In questo caso è fondamentale l’indicazione del peso minimo e massimo. Esistono anche sistemi non collegati allo smartphone, che hanno un funzionamento semplice: appena si spegne il motore, l’apparecchio emette un suono, che dovrebbe ricordare al genitore di stare attento a non lasciare il bambino. Per comprarli basta navigare su Internet e cercare la soluzione più congeniale alle proprie esigenze.
DOVE SI COMPRANO
I genitori hanno due possibilità: acquistare un dispositivo di nuova generazione, o aggiungere al vecchio seggiolino un "cuscinetto" che ricordi loro la presenza del bambino a bordo. In entrambi i casi sono previsti sistemi collegati a un'app sul cellulare, previo collegamento al Bluetooth. I sensori segnalano immediatamente se il seggiolino è occupato oppure libero ed entrano in azione. Nel caso di uso di seggiolini con cuscinetto integrato, il sistema si basa sulla pressione: si individua cioè la presenza del bambino dal peso sul seggiolino. In questo caso è fondamentale l’indicazione del peso minimo e massimo. Esistono anche sistemi non collegati allo smartphone, che hanno un funzionamento semplice: appena si spegne il motore, l’apparecchio emette un suono, che dovrebbe ricordare al genitore di stare attento a non lasciare il bambino. Per comprarli basta navigare su Internet e cercare la soluzione più congeniale alle proprie esigenze.
L'obbligo di dotarsi di seggiolini antiabbandono è arrivato in anticipo rispetto a quanto previsto (l'entrata in vigore del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti sarebbe dovuta essere il 6 marzo 2020). "Auspicavamo un margine di tempo maggiore interpretando la legge in modo più favorevole e con la concessione dei 120 giorni inizialmente previsti, così non è stato pertanto... genitori, nonni e accompagnatori affrettatevi!", ha commentato l'Asaps, l'Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale. C'è però chi chiede più tempo per permettere ai cittadini di essere informati: "Il ministero dell'Interno sospenda per il momento le sanzioni sui seggiolini antiabbandono finché i cittadini non saranno stati informati in maniera corretta e diffusa sulla nuova normativa e finché non sarà operativo l'incentivo all'acquisto di 30 euro, previsto da Dl Fisco, le cui modalità di attuazione devono ancora essere chiarite dal ministero dei Trasporti", scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Ubaldo Pagano.
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
L'obbligo di dotarsi di seggiolini antiabbandono è arrivato in anticipo rispetto a quanto previsto (l'entrata in vigore del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti sarebbe dovuta essere il 6 marzo 2020). "Auspicavamo un margine di tempo maggiore interpretando la legge in modo più favorevole e con la concessione dei 120 giorni inizialmente previsti, così non è stato pertanto... genitori, nonni e accompagnatori affrettatevi!", ha commentato l'Asaps, l'Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale. C'è però chi chiede più tempo per permettere ai cittadini di essere informati: "Il ministero dell'Interno sospenda per il momento le sanzioni sui seggiolini antiabbandono finché i cittadini non saranno stati informati in maniera corretta e diffusa sulla nuova normativa e finché non sarà operativo l'incentivo all'acquisto di 30 euro, previsto da Dl Fisco, le cui modalità di attuazione devono ancora essere chiarite dal ministero dei Trasporti", scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Ubaldo Pagano.
Della stessa idea la vicepresidente dei senatori di forza Italia, Alessandra Gallone: "Forza Italia presenterà un emendamento alla Legge di Bilancio per inserire agevolazioni e detrazioni per le famiglie che acquistano i seggiolini antiabbandono, soprattutto per chi ha più figli e un reddito basso" e aggiunge "Il sospetto che il governo voglia fare immediatamente cassa colpendo le famiglie italiane è legittimo. La sicurezza dei bambini è sacrosanta e noi di Forza Italia ci siamo battuti sin dall'inizio della legislatura affinchè l'obbligo diventasse legge. Ma la norma concedeva giustamente un periodo di 120 giorni per mettersi in regola. Nella logica del governo, invece anche la sicurezza ha un costo. E stavolta a pagarlo saranno i genitori e i nonni".
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Della stessa idea la vicepresidente dei senatori di forza Italia, Alessandra Gallone: "Forza Italia presenterà un emendamento alla Legge di Bilancio per inserire agevolazioni e detrazioni per le famiglie che acquistano i seggiolini antiabbandono, soprattutto per chi ha più figli e un reddito basso" e aggiunge "Il sospetto che il governo voglia fare immediatamente cassa colpendo le famiglie italiane è legittimo. La sicurezza dei bambini è sacrosanta e noi di Forza Italia ci siamo battuti sin dall'inizio della legislatura affinchè l'obbligo diventasse legge. Ma la norma concedeva giustamente un periodo di 120 giorni per mettersi in regola. Nella logica del governo, invece anche la sicurezza ha un costo. E stavolta a pagarlo saranno i genitori e i nonni".
"Attenzione a tutte le mamme e a tutti i papà! Grazie all'idiozia al potere, da oggi rischiamo tutti di prenderci una bella multa da 300 euro con sottrazione di 5 punti della patente se saremo trovati senza il dispositivo anti-abbandono al seggiolino delle nostre auto. Peccato che i dispositivi siano introvabili nei negozi e acquistabili solo online: un bel regalo alle multinazionali e l'ennesima truffa a danno delle famiglie". Scrive in una nota Edoardo Rixi, attuale responsabile per le infrastrutture della Lega. "Pd-5 Stelle sono riusciti nella difficile impresa di trasformare un provvedimento di buonsenso in una nuova 'tassa sui figli'. La Lega al governo aveva previsto agevolazioni per l'acquisto da 30 euro: però il Mit ancora non ha emanato il decreto e le famiglie si devono sobbarcare l'intera spesa, 70 euro, se non vogliono beccarsi una multa. Come Lega faremo le barricate in tutte le sedi istituzionali per scongiurare l'ennesima tassa sulle famiglie che questo governo, anziché aiutare, ha messo in difficoltà".
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
"Attenzione a tutte le mamme e a tutti i papà! Grazie all'idiozia al potere, da oggi rischiamo tutti di prenderci una bella multa da 300 euro con sottrazione di 5 punti della patente se saremo trovati senza il dispositivo anti-abbandono al seggiolino delle nostre auto. Peccato che i dispositivi siano introvabili nei negozi e acquistabili solo online: un bel regalo alle multinazionali e l'ennesima truffa a danno delle famiglie". Scrive in una nota Edoardo Rixi, attuale responsabile per le infrastrutture della Lega. "Pd-5 Stelle sono riusciti nella difficile impresa di trasformare un provvedimento di buonsenso in una nuova 'tassa sui figli'. La Lega al governo aveva previsto agevolazioni per l'acquisto da 30 euro: però il Mit ancora non ha emanato il decreto e le famiglie si devono sobbarcare l'intera spesa, 70 euro, se non vogliono beccarsi una multa. Come Lega faremo le barricate in tutte le sedi istituzionali per scongiurare l'ennesima tassa sulle famiglie che questo governo, anziché aiutare, ha messo in difficoltà".
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter
Scettici anche molti utenti di Twitter
LE REAZIONI PER LE TEMPISTICHE
Scettici anche molti utenti di Twitter

Potrebbe interessarti anche...