Shevchenko attacca il Milan: "Mercato confusionario"

Il nuovo Milan viene “stroncato” proprio da uno degli idoli del popolo rossonero. L’ex attaccante e attuale ct della nazionale ucraina, Andriy Shevchenko, boccia il calciomercato condotto dalla coppia Mirabelli-Fassone che ha rivoluzionato la squadra. “Un mercato confusionario, è tutto improvvisato” sentenzia Sheva.

Sheva boccia il Milan

Mentre i tifosi rossoneri sognano un Milan di nuovo vincente, arriva una sonora bocciatura da un attaccante che ha fatto la storia del club: Andriy Shevchenko.

Mercato confusionario

La vecchia gloria rossonera (e attuale ct della nazionale ucraina) non è convinta delle mosse di mercato della dirigenza, come spiega nell’intervista al sito football.ua

L’intervista

“Milan? Non so cosa aspettarmi – dice Sheva – ci sono due modi diversi per ottenere risultati: il modo programmato e il modo improvvisato. Al Milan ci sono azioni confusionarie, non esiste un piano stabilito”.

Le critiche

La politica della società non convince Shevchenko, che critica i tempi di un cambiamento così radicale e le caratteristiche dei giocatori acquistati.

Stoccata a Montella e al club

“Montella aveva una certa visione e strategia, ma in questo lasso di tempo avrebbero dovuto muoversi più velocemente” ha detto Sheva.

Acquisti sbagliati

“Poi ci sono così tanti nuovi giocatori. Acquistano un giocatore per una certa posizione e un mese dopo ne arriva un altro nello stesso ruolo. Queste sono decisioni improvvisate”.

Previsioni giuste?

Shevchenko accusa la società rossonera di mancanza di programmazione, ma solo il tempo dirà se la sua previsione è azzeccata.

I milanisti sognano

Intanto il calciomercato rossonero ha riacceso l’entusiasmo dei tifosi, e i nuovi arrivi fanno sognare in grande per la prossima stagione.

Leggenda rossonera

Nonostante le critiche, Sheva resta un tifosissimo del Milan, con cui ha vinto la Champions League del 2003 e lo scudetto nel 2004 (anno in cui si è aggiudicato anche il Pallone d’oro).

“Il Milan è ancora la mia squadra”

“Non posso sapere cosa diventeranno – dice – ma auguro al club tutto il meglio, perché lo considero ancora la mia squadra”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità