Simone Moro ha rischiato di morire sul Kangchenjunga: il vento ha trascinato via la sua tenda

Samuele Prosino

Il famosissimo Simone Moro, grande alpinista e orgoglio italiano per quanto riguarda l’esplorazione ad alta quota e gli sport di montagna, ha vissuto un brutto momento sul Kangchenjunga, la terza montagna più alta del mondo.

Simone Moro e il rischio corso sul Kangchenjunga

Il celebre alpinista Simone Moro ha vissuto una brutta esperienza sul Kangchenjunga, la terza montagna più alta del mondo. Il primo e per ora unico alpinista nella storia ad aver salito in prima invernale quattro ottomila è stato scaraventato dalla tenda contro le rocce. (foto: Twitter)

Simone Moro e il rischio corso sul Kangchenjunga

Fortunatamente Moro ne è uscito indenne, anche grazie all’aiuto dei compagni di spedizione che hanno ‘raddrizzato’ la tenda. Il forte vento è riuscito a sradicare l’attrezzatura di Moro e di altri alpinisti che erano presenti in quel momento al campo base. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Simone Moro e il rischio corso sul Kangchenjunga

L’unica cosa che ha potuto fare, come ha raccontato dalla sua viva voce, è stata di “aggrapparsi” al materassino e di sperare di uscirne vivo. Moro sta partecipando con altri alla spedizione Kangchenjunga Skyline, che è sostanzialmente la traversata di tutto questo massiccio himalayano con quattro cime oltre gli 8400 metri. (Photo by Education Images/UIG via Getty Images)

Il Kangchenjunga

Il Kangchenjunga è il terzo picco più alto del mondo, secondo solo a Everest e K2. La sommità è a 8586 metri sul livello del mare. La prima ascensione è avvenuta nel 1955. (Photo by Jerry Redfern/LightRocket via Getty Images)

Simone Moro

Simone Moro, oltre che alpinista, è anche un pilota di elicottero. Si è specializzato nel soccorso alpino sulle montagne del Nepal, ottenendo alcuni ‘record’ di soccorso a quote superiori prima ai 6400 metri e poi addirittura a 7000 metri. (foto Twitter).

Tamara Lunger e Simone Moro

Tamara Lunger e Simone Moro sono spesso protagonisti delle stesse spedizioni alpinistiche. La Lunger era presente nel momento in cui la folata di vento ha spostato la tenda di Moro e ha partecipato al messaggio inviato ai media nel quale è stata spiegata la dinamica dell’incidente.

Simone Moro

Moro ha scritto fino a oggi 7 libri, tutti chiaramente dedicati alla sua passione per la montagna e per l’avventura. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Simone Moro

Simone Moro, qui in una foto scattata il 29 dicembre 1997, mostra i postumi di una valanga sull’Annapurna nella quale perirorono i compagni di avventura Dimitri Sobolev e Anatoli Boukreev. (AP Photo)

Simone Moro

Oltre a alcuni incidenti (valanghe e cadute soprattutto) che sono capitati a lui come alla maggioranza degli alpinisti che vanno oltre gli 8000, Moro ha vissuto un momento terribile nel 2013, quando un gruppo di sherpa inferociti ha aggredito lui e i suoi compagni di spedizione. Un malinteso che poteva trasformarsi in un assassinio, fortunatamente rientrato e sul quale Moro ha messo una pietra sopra. (foto Twitter)

Simone Moro

Simone Moro ha partecipato come conduttore al programma televisivo Monte Bianco: sfida verticale, insieme a Caterina Balivo (andò in onda su Rai 2). (foto Getty)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità