Social network negli spogliatoi? De Rossi dice no

Primo Piano

Fa ormai parte della “vecchia guardia” Daniele De Rossi e certi vizi delle nuove leve del calcio non li capisce proprio. In primis quella di aprire lo scrigno segreto dello spogliatoio attraverso “dirette social” che, se da una parte avvicinano i tifosi ai loro beniamini, dall’altra non fanno che violare un luogo che, per definizione, dovrebbe essere un cerchio magico in grado di caricare una squadra, senza interferenze esterne.

Cattive abitudini

Dirette social dagli spogliatoi? Il centrocampista giallorosso boccia senza mezzi termini l’abitudine di molti colleghi, soprattutto giovanissimi. (foto Instagram)

“Vorrei tirargli una mazza da baseball”

“Oggi quando vedo i più giovani fare dirette Instagram in spogliatoio, vorrei tirargli una mazza da baseball sulla bocca…”, ha sbottato il giocatore. (foto Instagram)

Intervista su “Undici”

Il romanista è stato intervistato alla rivista “Undici”. (foto Instagram)

Foto e commenti

Molti giocatori postano selfie, foto e commenti sui social network subito prima o al termine dei match.(foto Instagram)

Dipendenza social

De Rossi, 34 anni, si trova a condividere lo spogliatoio con ragazzi molto più giovani, inevitabilmente “schiavi” dei social network.(foto Instagram)

Il calcio è cambiato

Per il centrocampista della Roma il calcio di oggi non è più quello di una volta, soprattutto nel modo in cui lo vivono i giocatori più giovani: “Più che lo sport in sé, è il mondo che è diverso”. (foto Instagram)

Inutile prendersela…

Prendersela con i giovani calciatori? Per De Rossi, in fondo, è inutile: “Hanno 18 anni e tra venti anche loro si ritroveranno quello di 18 anni che farà un’altra cosa per cui diranno: ‘Ma dai, quando eravamo giovani noi c’era De Rossi che ci faceva a pezzi se avessimo fatto una cosa così'”. (foto Instagram)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità