Speciale San Valentino: i 10 calciatori innamorati delle proprie squadre

90min

14 febbraio, scatta ufficialmente il fatidico giorno degli innamorati. Per celebrare la festa di San Valentino ecco le migliori 9 storie d'amore tra giocatori e squadre di calcio Francesco Totti, Daniele De Rossi e la Roma. Il primo, con la maglia giallorossa diventata una vera e propria pelle, ha messo insieme 619 presenze e 250 reti dal 1992 al 2017, anno del suo addio al calcio. Per il centrocampista, dal 2001 al 2019, 450 presenze e 43 reti prima dei sei mesi al Boca Juniors e il recente...

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Francesco Totti, Daniele De Rossi e la Roma</strong>. Il primo, con la maglia giallorossa diventata una vera e propria pelle, ha messo insieme <strong class="inline inline--bold">619 presenze </strong>e 250 reti dal 1992 al 2017, anno del suo addio al calcio. Per il centrocampista, dal 2001 al 2019, <strong class="inline inline--bold">450 presenze </strong>e 43 reti prima dei sei mesi al Boca Juniors e il recente ritiro dal calcio giocato</p>
Francesco Totti e Daniele De Rossi

Francesco Totti, Daniele De Rossi e la Roma. Il primo, con la maglia giallorossa diventata una vera e propria pelle, ha messo insieme 619 presenze e 250 reti dal 1992 al 2017, anno del suo addio al calcio. Per il centrocampista, dal 2001 al 2019, 450 presenze e 43 reti prima dei sei mesi al Boca Juniors e il recente ritiro dal calcio giocato

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Cristiano Lucarelli e il Livorno</strong>. L'attaccante ha legato gran parte della sua carriera alla squadra toscana: con i labronici tra il 2003 e il 2007 e 2009-2010, ha messo a referto <strong class="inline inline--bold">174 presenze </strong>e 102 reti. Famoso il suo libro "<strong class="inline inline--bold">Tenetevi il miliardo</strong>", quando rinunciò a tanti soldi per passare dal Torino al Livorno, scendendo di categoria. Da ricordare anche l'esultanza in cui <strong class="inline inline--bold">"fece l'amore"</strong> con la maglia della squadra amaranto.</p>
Cristiano Lucarelli

Cristiano Lucarelli e il Livorno. L'attaccante ha legato gran parte della sua carriera alla squadra toscana: con i labronici tra il 2003 e il 2007 e 2009-2010, ha messo a referto 174 presenze e 102 reti. Famoso il suo libro "Tenetevi il miliardo", quando rinunciò a tanti soldi per passare dal Torino al Livorno, scendendo di categoria. Da ricordare anche l'esultanza in cui "fece l'amore" con la maglia della squadra amaranto.

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Javier Zanetti e l'Inter</strong>. Il difensore argentino, diventato capitano dopo poco tempo dal suo arrivo in Italia, è ricordato come uno dei più forti della storia nerazzurra. Per lui ben <strong class="inline inline--bold">615 </strong>presenze tra il 1995 e il 2014, anno del suo ritiro. Ora è vice-presidente dell'Inter</p>
Javier Zanetti

Javier Zanetti e l'Inter. Il difensore argentino, diventato capitano dopo poco tempo dal suo arrivo in Italia, è ricordato come uno dei più forti della storia nerazzurra. Per lui ben 615 presenze tra il 1995 e il 2014, anno del suo ritiro. Ora è vice-presidente dell'Inter

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Paolo Di Canio e il West Ham</strong>. Dopo tanto girovagare ha vissuto i suoi migliori anni in Inghilterra dove con gli <em class="inline inline--italic">Hammers</em>, tra il 1998 e il 2003, ha messo insieme un totale di <strong class="inline inline--bold">117 </strong>presenze e 48 reti, diventando un beniamino di <em class="inline inline--italic">Upton Park </em></p>
Paolo Di Canio

Paolo Di Canio e il West Ham. Dopo tanto girovagare ha vissuto i suoi migliori anni in Inghilterra dove con gli Hammers, tra il 1998 e il 2003, ha messo insieme un totale di 117 presenze e 48 reti, diventando un beniamino di Upton Park

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Juan Romàn Riquelme e il Boca Juniors</strong>. E' riconosciuto come uno dei centrocampisti/trequartisti argentini più forti di sempre: con gli <em class="inline inline--italic">Xeneizes </em>ha messo insieme un totale di <strong class="inline inline--bold">287 </strong>presenze, spalmate tra gli anni che vanno dal 1996 al 2002 e dal 2007 al 2014</p>
Juan Riquelme

Juan Romàn Riquelme e il Boca Juniors. E' riconosciuto come uno dei centrocampisti/trequartisti argentini più forti di sempre: con gli Xeneizes ha messo insieme un totale di 287 presenze, spalmate tra gli anni che vanno dal 1996 al 2002 e dal 2007 al 2014

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Steven Gerrard e il Liverpool</strong>. Dalle parti di <em class="inline inline--italic">Anfield </em>il centrocampista, ora tecnico dei Rangers di Glasgow, è una vera e propria leggenda: dopo la trafila nel vivaio ha messo insieme 520 presenze in maglia <em class="inline inline--italic">Reds </em>dal 1998 al 2015, prima dell'esperienza negli Stati Uniti. Due le Champions League alzate al cielo, ma resta il cruccio Premier League.</p>
Steven Gerrard

Steven Gerrard e il Liverpool. Dalle parti di Anfield il centrocampista, ora tecnico dei Rangers di Glasgow, è una vera e propria leggenda: dopo la trafila nel vivaio ha messo insieme 520 presenze in maglia Reds dal 1998 al 2015, prima dell'esperienza negli Stati Uniti. Due le Champions League alzate al cielo, ma resta il cruccio Premier League.

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Franck Lampard e il Chelsea</strong>. Uno dei centrocampisti inglesi più forti di sempre, nato calcisticamente nel West Ham e arrivato in <em class="inline inline--italic">Blues </em>nel 2001 con cui ha messo insieme la bellezza di <strong class="inline inline--bold">429 presenze </strong>fino al 2014. Da questa estate è l'<strong class="inline inline--bold">allenatore</strong> del Chelsea</p>
Frank Lampard

Franck Lampard e il Chelsea. Uno dei centrocampisti inglesi più forti di sempre, nato calcisticamente nel West Ham e arrivato in Blues nel 2001 con cui ha messo insieme la bellezza di 429 presenze fino al 2014. Da questa estate è l'allenatore del Chelsea

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Paolo Maldini e il Milan</strong>, difensore che ha proseguito la dinastia cominciata dal padre Cesare ed ora in rampa con il figlio Daniel. Tra giovanili e Prima squadra rossonera sono addirittura 31 gli anni passati da Maldini con la stessa maglia. Difficile tenere il conto dei trofei alzati al cielo da capitano del Milan con un totale di <strong class="inline inline--bold">649 presenze</strong></p>
Paolo Maldini

Paolo Maldini e il Milan, difensore che ha proseguito la dinastia cominciata dal padre Cesare ed ora in rampa con il figlio Daniel. Tra giovanili e Prima squadra rossonera sono addirittura 31 gli anni passati da Maldini con la stessa maglia. Difficile tenere il conto dei trofei alzati al cielo da capitano del Milan con un totale di 649 presenze

<p class="block block--p block--align-left"><strong class="inline inline--bold">Claudio Marchisio e la Juventus</strong>. Il <em class="inline inline--italic">Principino</em> è nato e cresciuto con la maglia juventina cucita addosso: dal 1993 al 2006 ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile bianconero, poi l'approdo in Prima Squadra e l'anno all'<strong class="inline inline--bold">Empoli</strong> per farsi le ossa. Poi, dal 2008, ben dieci gli anni juventini, prima dell'ultima esperienza allo <strong class="inline inline--bold">Zenit San Pietroburgo</strong> e il ritiro dal calcio giocato. Con la Juve un totale di <strong class="inline inline--bold">294 presenze</strong>.</p>
Claudio Marchisio

Claudio Marchisio e la Juventus. Il Principino è nato e cresciuto con la maglia juventina cucita addosso: dal 1993 al 2006 ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile bianconero, poi l'approdo in Prima Squadra e l'anno all'Empoli per farsi le ossa. Poi, dal 2008, ben dieci gli anni juventini, prima dell'ultima esperienza allo Zenit San Pietroburgo e il ritiro dal calcio giocato. Con la Juve un totale di 294 presenze.

Potrebbe interessarti anche...