Topi morti contro gli avversari: succede in Danimarca...

Scomodando niente meno che William Shakespeare verrebbe da dire: “C’è del marcio in Danimarca”. Già, perché quel che è successo nel derby scandinavo tra Brøndby e Copenaghen ha dell’incredibile, con i tifosi di casa protagonisti di un gesto mai visto (o quasi) sugli spalti…

Derby scandinavo

Al Brøndby Stadion corre l’85° minuto ella sfida di campionato tra i padroni di casa e il Copenaghen, in quello che viene considerato il più grande derby scandinavo: 10 titoli nazionali vinti per il Brøndby, 11 per gli avversari. (foto Twitter)

Cose mai viste

Quando il giocatore del Copenaghen Augustinsson si reca sotto il settore degli ultras di casa per battere un calcio d’angolo succede qualcosa che ha dell’incredibile… (foto Twitter)

Piovono ratti

La già deprecabile abitudine di gettare oggetti dagli spalti verso i giocatori della squadra avversaria si “arricchisce” stavolta del ripugnante lancio di topi morti. (foto Twitter)

Non contenti…

Rimasto di sasso nel veder cadere ai suoi piedi un ratto morto, il difensore svedese del Copenaghen si è ovviamente fermato. La cosa però non è finita lì, visto e considerato che i supporter del Brondby ne hanno lanciati altri. (foto Twitter)

Fai da te

Augustinsson stesso e il compagno di squadra Verbic hanno poi allontanato i ratti con dei calci, prima che uno steward li spostaste definitivamente. (foto Twitter)

Partita agli ospiti

Per la cronaca, il derby è terminato con la vittoria in trasferta della capolista Copenaghen per 1-0, che ora precede in classifica il Brøndby di 12 punti. Inevitabile sottolineare come adesso il Brøndby rischi pesanti sanzioni. (foto Twitter)

Quella volta nel 2002

Non è la prima volta che sui campi di calcio succede qualcosa di simile. La più famosa è quella capitata nel Clasico del 2002, quando i tifosi del Barcellona scagliarono contro Figo, reo di essere trasferito al Real Madrid, una testa di maiale. (foto Twitter)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità