Ucciso un calciatore di Panama, da Henriquez a Escobar le tragedie nel mondo del calcio

Il calcio è uno sport che fa sognare intere popolazioni, ma che a volte purtroppo si trasferisce dalla cronaca sportiva alla cronaca nera. I casi di eroi del pallone scomparsi per assassinio purtroppo non sono pochi. Ecco le loro storie, che hanno gettato nello sconforto famiglie e tifoserie di ogni angolo del mondo.

Amilcar Henriquez

L’ultimo caso di cronaca riguarda l’omicidio di Amilcar Henriquez, calciatore 33enne del club colombiano dell’America Calì e della nazionale panamense. Il centrocampista è stato ucciso a colpi di pistola il 15 aprile 2017, mentre usciva dalla sua abitazione di Colon, a Panama. (foto Twitter)

Giovanni Montani

In Italia fece scalpore l’assassinio di Giovanni Montani. Il giovane calciatore della Primavera del Bari venne ucciso a soli 18 anni il 29 ottobre 2006. Era al volante della sua auto nel capoluogo pugliese e venne affiancato da due killer a bordo di una moto, che gli spararono colpendolo a morte. (foto Twitter)

William Morais

Il calciatore brasiliano William Morais fu assassinato il 6 febbraio 2011 a Belo Horizonte. Appena uscito da una festa venne ucciso da alcuni colpi di pistola sparati al petto, nel corso di un tentativo di rapina. Aveva 20 anni e giocava nell’America Mineiro. (foto Twitter)

Gasan Magomedov

Un’altra giovane vittima è Gasan Magomedov, 20 anni, centrocampista dell’Anzhi, la squadra russa dove ha militato anche Samuel Eto’o. Nel gennaio 2015 è stato ucciso da una raffica di colpi di arma da fuoco mentre stava tornando a casa. (foto Twitter)

Milton Flores

Il portiere honduregno Milton Flores è morto a 29 anni il 19 gennaio 2003. Venne ucciso a colpi di kalashnikov a San Pedro Sula, in Honduras, dopo un tentativo di rapina. (foto Twitter)

Jhonny Perozo

La notte tra il 24 e il 25 maggio del 2014 il difensore venezuelano Jhonny Perozo, 29 anni, è stato assassinato con un colpo di pistola mentre si trovava fuori da un locale a Lagunillas. Giocava nello Zulia di Maracaibo. (foto Twitter)

Elson Becerra

Lo stesso tragico destino è toccato all’attaccante colombiano Elson Becerra, ucciso a 28 anni l’8 gennaio 2006 all’uscita di una discoteca a Cartagena, in Colombia. Giocava nell’Al-Jazira, club di Abu Dhabi. (foto Twitter)

Senzo Meyiwa

Il portiere sudafricano Senzo Meyiwa è morto a 27 anni. Venne ucciso il 26 ottobre 2014, in seguito a un tentativo di rapina nella propria abitazione. Nella sua carriera ha giocato solo con la maglia degli Orlando Pirates e ha difeso la porta del Sud Africa nella Coppa d’Africa del 2013. (foto Twitter)

Luciano Re Cecconi

Un idolo della storica Lazio allenata da Tommaso Maestrelli che vinse lo scudetto nel 1974 era Luciano Re Cecconi: il biondo centrocampista morì a 28 anni, ucciso il 18 gennaio 1977 da un colpo di pistola, mentre si trovava in una gioielleria di Roma. Secondo alcune ipotesi Re Cecconi simulò un tentativo di rapina e il gioielliere avrebbe reagito estraendo una pistola e sparando un proiettile che colpì al petto il giocatore. (foto Twitter)

Andrès Escobar

Il calciatore colombiano Andrès Escobar venne assassinato il 2 luglio 1994, poco dopo il campionato del mondo di Usa ’94. Aveva segnato un autogol nella decisiva sfida contro gli Stati Uniti, e secondo alcune ipotesi l’autorete aveva inciso pesantemente su un giro di scommesse clandestine. Venne ucciso con un colpo di pistola mentre usciva da un ristorante di Medellin. (foto Twitter)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità