Un nuovo oriundo per Ventura: ecco i giocatori che possono "internazionalizzare" l'Italia

Primo Piano

Emerson Palmieri è solo uno dei tanti calciatori di origini italiane che possono vestire la maglia azzurra. Da Telles a Fazio, la lista dei campioni oriundi si allunga: rinforzi che potrebbero essere utili a mister Ventura, soprattutto in vista delle ultime gare di qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018.

Emerson, il “più italiano” degli oriundi

Ora è ufficiale: Emerson della Roma è convocabile dal c.t. Ventura e può giocare nella Nazionale italiana. A comunicarlo è stata la Fifa, dopo aver fatto tutti gli accertamenti necessari. (Foto Twitter)

Le origini calabresi

Palmieri, questo il cognome dell’oriundo giallorosso, ha radici italiane da parte di madre. Italianità che risale alla seconda metà dell’Ottocento. Emerson, infatti, è discendente del signor Alfonso Palmieri, nato a Rossano, in provincia di Cosenza, il 12 maggio 1853. (Foto Twitter)

Il via libera della Cbf

Emerson è dunque italiano per “jure sanguinis” e ha già ottenuto il nostro passaporto nel 2015. Nei giorni scorsi la Cbf, la federcalcio brasiliana, ha dato il via libera all’Italia, confermando che Palmieri “non ha mai vestito la maglia del Brasile in gare ufficiali”. (Foto Twitter)

Diawara, un’altra opzione per Ventura

Amadou Diawara, guineano del Napoli, è un altro nome importante uscito in queste ultime settimane. Un giocatore completo e di grandi qualità tecniche che potrebbe arricchire la rosa dei convocati in Azzurro. Ha già avviato le pratiche per la cittadinanza italiana. (Foto Twitter)

Federico Fazio

Il difensore argentino della Roma sembra quello più impaziente di vestire la maglia azzurra. Ha chiare origini siciliane (il nonno è di Erice). Fazio è però il giocatore “più anziano” tra quelli in lizza: ha infatti compiuto 30 anni ed è spesso alle prese con problemi fisici anche molto seri. (Foto Twitter)

Alex Telles

Il brasiliano del Porto, ex Inter, ha doppio passaporto. Il terzino sinistro, classe 1992, arriva da Caxias do Sul, cittadina fondata da veneti e ancora oggi composta per l’80% da abitanti di origini italiane. (Foto Twitter)

João Pedro

João Pedro, Geraldino all’anagrafe, è un giovane talento del Cagliari. Grazie al matrimonio con la palermitana Alessandra, potrà richiedere il passaporto italian, nonostante abbia militato nel Brasile Under17 e Under20. (Foto Twitter)

Diego Farias

Arrivato in Italia nel 2005 a soli 15 anni, Farias ha militato nel Chievo Verona, nell’Hellas Verona, per poi vestire la maglia del Foggia, del Padova e del Sassuolo. Dal 2014 è al Cagliari. Trovandosi da dieci anni in Italia potrà richiedere la nazionalità italiana senza problemi. (Foto Twitter)

Alejandro Gomez

Situazione più complessa per Alejandro Gomez, fantasista argentino ex Catania, ora all’Atalanta. Per la sua eleggibilità azzurra si attende ancora il parere della Fifa. Il giocatore ha ottenuto il passaporto italiano ma i dubbi sul suo conto riguardano la continuità nel nostro campionato: il regolamento prevede una presenza di almeno cinque stagioni nel paese di cui si è ottenuto il passaporto per poter essere convocato in Nazionale. (Foto Twitter)

Boyè

L’attaccante del Torino Boyè piace molto a mister Ventura: l’argentino, appena 21enne, non ha però ancora scelto se giocare con l’Italia o con la nazionale sudamericana. (Foto Twitter)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità