È giusto cambiare la regola dei gol in trasferta nei supplementari?

Niccolò Mariotto
·2 minuto per la lettura

La UEFA starebbe pensando di eliminare la regola dei gol in trasferta dalle competizioni europee a partire dalla prossima stagione: la suddetta regola attualmente viene applicata nei match ad eliminazione diretta ed è valida nei 180 minuti tra andata e ritorno ma anche (e soprattutto) negli eventuali tempi supplementari e proprio quest'ultimo aspetto potrebbe essere rivisto e cancellato.

UEFA | FABRICE COFFRINI/Getty Images
UEFA | FABRICE COFFRINI/Getty Images

La regola al momento prevede che se due squadre pareggiano con lo stesso risultato sia nel match d'andata che in quello di ritorno, nel caso in cui dopo i supplementari la partita terminasse 1-1 a passare il turno sarebbe la squadra che ha giocato in trasferta la seconda delle due gare. Questa regola tuttavia potrebbe essere eliminata per la gioia di tantissimi club che negli anni hanno fatto sentire la loro voce senza però essere mai stati ascoltati.

Nel caso in cui l'UEFA eliminasse per davvero questa regola, si tratterebbe di un cambiamento positivo? Senza dubbio. Se tra match d'andata e di ritorno due squadre si trovassero in una situazione di pareggio e fossero costrette a giocare i tempi supplementari è giusto che il punteggio venga azzerato e che la regola dei gol in trasferta non abbia più alcun peso per quanto riguarda la qualificazione al turno successivo.

UEFA Champions League | Emilio Andreoli/Getty Images
UEFA Champions League | Emilio Andreoli/Getty Images

Con l'inizio dei tempi supplementari inizia di fatto una nuova partita ed è più che giusto che a vincere sia la squadra che segna un gol in più rispetto agli avversari. Con l'introduzione di questa regola, inoltre, lo spettacolo in campo potrebbe aumentare ancor di più: nessuna squadra può fare calcoli, tutto è appeso ad un filo e il passaggio del turno può essere deciso da un qualsiasi episodio. L'UEFA farebbe bene a pensarci...

Segui 90min su Instagram.