È morto Giampiero Galeazzi: l'ex giornalista Rai aveva 75 anni

Il mondo dello sport italiano piange Giampiero Galeazzi, morto oggi venerdì 12 novembre all'età di 75 anni. Giornalista sportivo della Rai, affettuosamente soprannominato "Bisteccone", ex canottiere, era malato da tempo di diabete. L'ultima sua apparizione in tv risale a tre anni fa, nella Domenica In condotta da Mara Venier.

Nato a Roma il 18 maggio 1946, dopo la laurea in statistica Galeazzi era divenuto professionista nel canottaggio, vincendo anche il campionato italiano in singolo nel 1967. Entrato in Rai, come giornalista sportivo, è stato inviato alle Olimpiadi di Monaco del 1972, poi è passato alle telecronache, alcune entrate nell'immaginario collettivo per pathos e trasporto (come quella per la medaglia d'oro dei fratelli Abbagnale alle Olimpiadi di Seul del 1988).

Ha seguito per anni il tennis, la Coppa Davis e gli Internazionali d'Italia, fu anche a Reykjavik per lo storico incontro fra Gorbaciov e Reagan nel 1986. Ha condotto la Domenica Sportiva, ha fatto da inviato alle partite più importanti della Serie A negli anni 80 (memorabili le sue interviste in campo a Diego Maradona a Napoli), poi è tornato in conduzione dal 1992 al 1999 con 90esimo minuto. Nel 1996 ha partecipato al Festival di Sanremo con Pippo Baudo, nel 2010 e 2012 alle trasmissioni Notti Mondiali e Notti Europee. Era tifoso della Lazio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli