È morto Giandomenico Ongaro

Giandomenico Ongaro negli anni '60
Giandomenico Ongaro negli anni '60

Giandomenico Ongaro è morto. Uno dei pilastri dell’Olimpia Milano è deceduto ad 81 anni. Dopo aver dedicato gran parte della sua vita alla squadra di Basket meneghina, conquistando tanti trofei, si era trasferito negli Stati Uniti, ma nei momenti più importanti della squadra c’è sempre stato.

Morto Giandomenico Ongaro, lutto nel mondo del Basket: la sua carriera

Nato a Milano nel 1941 e cresciuto nel capoluogo lombardo, il destino e le sue doti tecniche volevano che indossasse da sempre la casacca biancorossa dell’Olimpia. Dalle giovanili nell’Olimpia Milano fino al suo esordio tra i grandi della pallacanestro nel 1957, a soli 16 anni. Ongaro ha militato tra le fila biancorosse fino al 1967. Una carriera fatta di trionfi: 8 titoli nazionali con l’Olimpia Milano e una coppa dei campioni nel 1966. A causa di un infortunio al ginocchio Ongaro è stato costretto al ritiro. Durante la sua lunga carriera, il cestista milanese ha rifiutato di farsi chiamare professionista in quanto lavorava. Ongaro inoltre era laureato in ingegneria.

Dopo il ritiro

Giandomenico Ongaro, dopo aver terminato l’attività agonistica, si è trasferito negli Stati Uniti d’America dove ha vissuto per più di vent’anni. Nel 2008, tornato in Italia, ha collaborato con il Centro Schuster di Milano dove ha allenato gli Under 15 e 17. Nonostante la sua uscita di scena dai riflettori, Ongaro è sempre stato legato alla sua Olimpia Milano, partecipando ad ogni evento importante della squadra.