È un nuovo Spalletti: la sua Inter è cinica e ha la miglior difesa della Serie A

Il tecnico dell'Inter ha parlato prima della partenza per Napoli: "Loro favoriti. Insigne? Se non gioca è un vantaggio per noi".

Fila tutto a gonfie vele in casa Inter. I nerazzurri, dopo la vittoria nei minuti finali contro il Genoa a San Siro, navigano al 3° posto in classifica a breve distanza dalla coppia di testa della Serie A composta da Napoli e Juventus.

Il grande artefice della rinascita nerazzurra in questo avvio di stagione è senza dubbio il tecnico Luciano Spalletti, che giunto a Milano ha cambiato radicalmente quella che era stata fino a quel momento la sua idea di calcio.

Da sempre fautore di un calcio spumeggiante e votato all'attacco, il tecnico toscano ha adattato la sua filosofia, compiendo una vera metamorfosi, ed ora si ritrova fra le mani una squadra pragmatica e cinica, che fa della difesa il suo punto di forza e lascia poco al bel calcio.

Sotto questo profilo, la gara contro il Genoa è stata emblematica: per 80 minuti infatti, i nerazzurri sono stati quasi impalpabili, con i rossoblù liguri che non hanno praticamente corso quasi mai pericoli. Anzi, l'unica occasione da rete era arrivata per gli ospiti al 78', con un grande intervento di Handanovic su Omeonga.

I 50 mila di San Siro sono pronti a fischiare la squadra, ma il finale però vede i nerazzurri capovolgere le sorti dell'incontro: su corner di João Mario, D'Ambrosio trova il colpo di testa vincente e viene baciato dal suo allenatore. Poi gli ospiti perdono la testa e restano addirittura in 9 uomini per le espulsioni in pieno recupero di Omeonga e Taarabt.

I 3 punti, come contro la SPAL, vanno ai nerazzurri, che così si mantengono in piena zona Champions a -2 dalla vetta e tengono la propria porta nuovamente inviolata. Appena 2 in 6 gare le reti prese da Handanovic, numeri che fanno dell'Inter, ancora imbattuta, la miglior difesa della Serie A.

Non solo: mai Spalletti aveva fatto 12 punti nelle prime 6 giornate di campionato. Nella sua ultima stagione con la Roma, chiusa con 87 punti e il record storico dei giallorossi, i punti conquistati nelle prime 6 gare furono 10, e le sconfitte erano già 2.

L'Inter non entusiasma ma vola, e le statistiche premiano la nuova filosofia del tecnico di Certaldo, passato dal bel gioco al pragmatismo. I tifosi nerazzurri, per ora, sono soddisfatti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità