I 10 momenti più importanti della carriera di Clarence Seedorf

Emiliano Angelucci
·4 minuto per la lettura

Nella giornata di oggi Clarence Seedorf festeggia il suo 45esimo compleanno. L'ex giocatore olandese ha intrapreso ormai da diversi anni la carriera di allenatore, precisamente dal 2014, quando si trovò a sostituire Massimiliano Allegri sulla panchina dell'amato Milan. Alla società rossonera Seedorf ha dedicato ben 10 anni della sua carriera, totalizzando 432 presenze tra le varie competizioni. È l'unico giocatore nella storia del calcio ad aver vinto 4 Champions League con 3 squadre diverse (Ajax, Real Madrid e in due occasioni il Milan).

Nell'articolo di oggi analizzeremo i 10 momenti più importanti che hanno contraddistinto la carriera di Seedorf. Iniziamo subito!

10. L'esordio con l'Ajax

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il 29 novembre 1992 Seedorf debutta nella prima squadra dell'Ajax giocando contro il Groningen in Eredivisie. A 16 anni e 242 giorni diventa il più giovane calciatore di sempre ad aver giocato non la maglia dei lancieri di Amsterdam.

9. La prima Coppa dei Campioni con l'Ajax

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Nel maggio del 1995 arriva il primo trionfo europeo per Seedorf: nella finale di Vienna, l'Ajax di van Gaal si impose sul Milan guidato da Fabio Capello con il risultato di 1-0, grazie alla rete di Patrick Kluivert. Per la squadra olandese fu il quarto trionfo nella Champions League, dopo le 3 vittorie consecutive tra il 1970 e il 1973.

8. Il passaggio al Real Madrid e la vittoria della Liga

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Dopo una breve esperienza in Italia con la Sampdoria, Seedorf approda, nel 1996, al Real Madrid, in cui ritrova come tecnico Capello, dopo averlo sconfitto nella finale europea del '95. Al suo primo anno conquista il campionato spagnolo, giocando 38 partite della Liga: è il terzo titolo della sua carriera.

7. La seconda Champions League con il Real Madrid

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L'anno successivo al suo arrivo in Spagna, Seedorf vince con i Blancos la sua seconda Champions League personale. Per il Real Madrid è un trionfo che manca da 32 anni, e in finale batte la Juventus di Marcello Lippi, grazie al gol di Mijatovic (viziato da un fuorigioco).

6. L'approdo al Milan

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Nel 2002 il Milan acquista Seedorf dall'Inter, nell'ambito dell'affare con Francesco Coco. Carlo Ancelotti lo rende subito titolare inamovibile del suo centrocampo, insieme a Pirlo e Gattuso. Ancora oggi, l'olandese è il calciatore straniero con più presenze in maglia Milan (432).

5. La terza Champions League con il Milan

Clarence Seedorf | ODD ANDERSEN/Getty Images
Clarence Seedorf | ODD ANDERSEN/Getty Images

Nella storica finale di Champions League tutta italiana del 2003, a Old Trafford, il Milan s'impose sulla Juventus per 2-3 dopo i calci di rigore. Seedorf conquistò la terza Champions League personale, nonostante il suo errore dal dischetto nella lotteria dei rigori.

4. La quarta Champions League con il Milan

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il 23 maggio 2007 Seedorf entra nella storia del calcio, centrando la quarta vittoria nella massima competizione europea con tre squadre diverse. Viene eletto miglior centrocampista del torneo, segnando le reti decisive ai quarti contro il Bayern Monaco e in semifinale contro il Manchester United. In finale il Milan supera gli avversari del Liverpool, vendicando la sconfitta di Istanbul nel 2005.

3. La vittoria della Coppa del mondo per club

Clarence Seedorf | TOSHIFUMI KITAMURA/Getty Images
Clarence Seedorf | TOSHIFUMI KITAMURA/Getty Images

Nel 2007 Seedorf conquista il Mondiale per club, trofeo che negli anni ha sostituito l'ex Coppa Intercontinentale. Ha segnato il gol vittoria nella semifinale contro gli Urawa Red Diamonds, permettendo al Milan di accedere alla finale contro il Boca Juniors, partita poi vinta per 2-4.

2. L'ultima stagione in Brasile

Clarence Seedorf | Buda Mendes/Getty Images
Clarence Seedorf | Buda Mendes/Getty Images

Chiusa l'esperienza al Milan nel 2012 dopo anni di trionfi, Seedorf si trasferisce in Brasile per giocare con la maglia del Botafogo le ultime due stagioni della sua carriera. Con la squadra di Rio de Janeiro, vince il Campionato Carioca nel 2013, venendo eletto miglior calciatore del torneo. Il 14 gennaio 2014 annuncia il suo addio al calcio giocato, per intraprendere la carriera da allenatore.

1. La vittoria nel derby da allenatore del Milan

Clarence Seedorf | Claudio Villa/Getty Images
Clarence Seedorf | Claudio Villa/Getty Images

Nel 2014 Seedorf intraprende la prima esperienza da allenatore sulla panchina del Milan, sostituendo Allegri. Il nuovo rapporto lavorativo tra l'olandese e la società rossonera non sarà vincente come negli anni precedenti, ma vedrà comunque il nuovo tecnico uscire vittorioso dal derby contro l'Inter, terminato sul punteggio di 1-0.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.