100 anni di Cagliari #53: Daniele Dessena, muscoli e polmoni nel centrocampo rossoblù

Marco Deiana
·5 minuto per la lettura

​ Chent'annos. Cento anni di ​Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.

La Sardegna nel destino

Otto stagioni a Cagliari, non consecutive, non si dimenticano facilmente. Daniele Dessena è stato anche il capitano della formazione rossoblù dopo il ritiro di Daniele Conti dal calcio giocato. Centrocampista di corsa e quantità, più che di qualità, anche se nel corso della sua avventura in Sardegna ha deliziato i tifosi con giocate di alta classe, nonché di uno dei gol più belli della storia del club (in rovesciata a Catania il 18 ottobre 2009). Insomma, muscoli e polmoni ma non solo...

Nato a Parma ma di origini sarde, dopo le esperienze a Parma e Genova - sponda blucerchiata -, Dessena non rinuncia alla proposta del Cagliari. È l'estate 2009 e il centrocampista arriva in Sardegna in prestito. Non ci mette troppo tempo a prendersi la maglia da titolare, realizzerà - come detto poco sopra - uno dei gol più belli della storia della società isolana e a fine stagione, a salvezza acquisita, torna alla Sampdoria. Ma l'astinenza del sole sardo si fa sentire e a gennaio 2012 davanti alla prospettiva di rivestire la maglia del Cagliari, lascia i blucerchiati in fretta e furia (in lotta per la promozione in Serie A) e sbarca per la seconda volta all'aeroporto di Elmas.


La seconda avventura di Daniele Dessena a Cagliari è molto più lunga: sette anni consecutivi, da gennaio 2012 a gennaio 2019. Ha sognato l'Europa con Max Allegri in panchina, ha assaporato la tristezza della retrocessione in Serie B nel primo anno di presidenza di Tommaso Giulini ma è rimasto per riportare subito il Cagliari dove gli compete. È stato capitano dei sardi dopo il ritiro di Daniele Conti (ossia dall'anno in Serie B, stagione 2015-16, in poi). Ha sacrificato anche una gamba per la causa rossoblù (rottura della tibia contro il Brescia, il 28 novembre 2015). È tornato e ha lottato sempre con il coltello tra i denti per onorare e difendere la maglia. E ha lasciato l'isola nel gennaio 2019 destinazione Brescia per riabbracciare Massimo Cellino, il presidente che l'ha voluto fortemente Cagliari .


"Cellino? Un padre, mi ha voluto fortemente due volte a Cagliari e una terza a Brescia"


Daniele Dessena
Daniele Dessena

Con il Cagliari ha collezionato 206 presenze e 12 gol. Numeri che potevano essere molto più alti se non fosse stato per quel terribile infortunio del 28 novembre 2015. L'intervento scomposto di Coly portò alla rottura di tibia e perone. Sei mesi di stop e un lungo percorso per tornare in campo. Bruciò le tappe per partecipare alla festa promozione in Serie A, agguantata in trasferta a Bari. La settimana successiva, al Sant'Elia è sceso in campo per un solo minuto contro la Salernitana (a risultato acquisito, 3-0). Voleva esserci a tutti i costi. Ha passeggiato lungo la linea laterale per sessanta secondi, grazie anche al parastinco speciale creato per la protezione della gamba infortunata. Lui, capitano e leader della squadra, non voleva mancare nella giornata del riscatto dopo la retrocessione della stagione precedente. Dopo quell'infortunio però non è più riuscito ad assicurarsi una maglia da titolare, fino al trasferimento a Brescia nel gennaio 2019.

Breve biografia di Daniele Dessena

Daniele Dessena
Daniele Dessena

Daniele Dessena (Parma, 10 maggio 1987) ha vestito la maglia del Cagliari per otto stagioni. Dopo una prima esperienza in prestito con i colori rossoblù, nella stagione 2009-10, il centrocampista emiliano, ma di origini sarde, torna in Sardegna nel gennaio 2012. Diventa subito un elemento di fondamentale importanza per il centrocampo della squadra cagliaritana, tanto da ereditare la fascia di capitano dopo il ritiro di Daniele Conti. Un gravissimo infortunio nella stagione 2015-16 (durante l'unica stagione in Serie B) condizionerà la sua carriera. Tornerà in campo ma non è più un titolare inamovibile. A gennaio 2019 decide di accettare la proposta del Brescia di Massimo Cellino, il presidente che l'ha voluto ad ogni costo a Cagliari. Dessena con la maglia rossoblù ha collezionato in totale 206 presenze e 12 gol.

Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana

LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - La storia di Davide Astori

#14 - La storia di Gigi Piras

#15 - La storia di Luis Oliveira

#16 - La storia di Gigi Riva

#17 - La storia di Francesco Pisano

#18 - La storia di Sergio Gori

#19 - La storia di Comunardo Niccolai

#20 - La storia di Mauro Esposito

#21 - La storia di Nené

#22 - La storia di Andrea Cossu

#23 - La storia di Giuseppe Tomasini

#24 - La storia di Oscar Washington Tabarez

#25 - La storia di Tommaso Giulini

#26 - La storia di Diego Lopez

#27 - La storia di Pierpaolo Bisoli

#28 - La storia di Carlo Mazzone

#29 - La storia di Massimo Rastelli

#30 - La storia di Gianluca Festa

#31 - La storia di Dario Silva

#32 - La storia di Gianfranco Zola

#33 - La storia di José Herrera

#34 - La storia di Roberto Boninsegna

#35 - La storia di Mario Ielpo

#36 - La storia di Efisio Corrias

#37 - La storia di Claudio Ranieri

#38 - La storia di Pietro Paolo Virdis

#39 - La storia di Alessandro Agostini

#40 - La storia di Aldo Firicano

#41 - La storia di Antonio Langella

#42 - La storia di Julio Cesar Dely Valdes

#43 - La storia di Nedo Sonetti

#44 - La storia di Vittorio Pusceddu

#45 - La storia di Nelson Abeijon

#46 - La storia di Renato Copparoni

#47 - La storia di Gaetano Vasari

#48 - La storia di Bruno Giorgi

#49 - La storia di Pierluigi Cera

#50 - La storia di Jason Mayélé

#51 - La storia di Edoardo Reja

#52 - ​La vittoria dello Scudetto del 1970

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.