29 aprile 2014-12 aprile 2017, la storia si ripete: Bayern sconfitto in casa dal Real

La FIFA potrebbe rivoluzionare le lotterie dei calci di rigore: possibile un cambiamento in stile tie-break come avviene nel tennis.

Il Real Madrid rischia di diventare un vero e proprio incubo per il Bayern Monaco che perde l'imbattibilità casalinga in Champions lunga diciassette partite e vede allontanarsi la finale di Cardiff.

L'ultima sconfitta europea subita all'Allianz Arena dai bavaresi infatti risaliva al 29 aprile del 2014 quando il Bayern di Guardiola perse per 0-4 proprio contro il Real allora allenato dall'attuale tecnico Ancelotti.

Stavolta la sconfitta è stata meno netta e lascia qualche speranza di qualificazione al turno successivo ma anche stasera, soprattutto nel secondo tempo, il Bayern è sembrato in grande difficoltà tanto da subire 12 tiri in porta. Cosa mai successa in una gara di Champions dei bavaresi dal 2003/04.

Brutta battuta d'arresto pure per Ancelotti che invece con le sue squadre non perdeva una gara casalinga in Champions da Real Madrid-Schalke 3-4 del 10 marzo 2015.

A pesare nella serataccia del Bayern è stata sicuramente l'assenza del bomber Lewandowski, sostituito non certo degnamente da un Muller irriconoscibile. Il tutto senza considerare l'espulsione di Javi Martinez che ha rimediato due cartellini gialli nel giro di 173 secondi.

Ad Ancelotti e i suoi resta però la speranza di riuscire a ribaltare le cose tra sei giorni al 'Bernabeu' dove il Bayern dovrà vincere 0-2 o con un goal di scarto segnandone almeno tre.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità