Abodi: "I violenti perdono lo status di tifosi"

Getty Images

La violenza deve essere sempre condannata. La pensa così anche Andrea Abodi, ministro dello Sport, che ne ha parlato ai giornalisti all'ambasciata italiana di Parigi: "I violenti, che entrano nella dimensione della delinquenza, perdono lo status di tifosi. L'impegno comune degli anni scorsi ha ridotto le problematiche della violenza e gli effetti negativi negli stadi, anche se non dobbiamo mai abbassare la guardia".

Abodi ha dunque aggiunto: "Su quello che purtroppo succede fuori ho un pensiero molto chiaro: chi è violento e delinquente non è più tifoso, faccio fatica a chiamarli così perché non lo sono più. Le società ne sono consapevoli, mi auguro che ci sia una collaborazione sempre più stretta. Per avere una netta demarcazione fra l'essere appassionato e tifoso e l'essere delinquente, termini inconciliabili fra loro".