Abusi ginnastica, procuratore conclude audizioni

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 nov. (askanews) - "Durante queste due giornate ho avuto modo di ascoltare atlete, tecnici e staff dell'Accademia Internazionale di Ginnastica Ritmica. Per il momento è comunque un'indagine conoscitiva e ho ascoltato tutti". Così Michele Rossetti, procuratore federale alla conclusione delle audizioni all'Accademia di Desio. "Dopo aver acquisito numerosi elementi utili il mio lavoro a Desio per il momento si è concluso - prosegue - Siamo ancora nella fase della comprensione e al momento non ho trovato elementi per procedere ad alcuna contestazione. Nei prossimi giorni procederò con ulteriori accertamenti a riscontro degli elementi assunti sentendo tutte le persone che potranno fare chiarezza sulle segnalazioni delle due ex farfalle apprese dai giornali. Aggiungo poi che stiamo procedendo, con la stessa tempestività e rigore, a fare accertamenti anche su altre segnalazioni emerse in questi giorni e che non riguardano l'accademia di Desio ma società sportive dislocate in altre parti d'Italia. Nessuno mai comunque ha parlato di maltrattamenti fisici, si tratta di appurare quali sono i reali metodi di allenamento ed educativi. I limiti dei metodi educativi sono per loro natura in continua evoluzione per migliorare il benessere stesso delle atlete. Ben prima che iniziasse l'inchiesta, Federginnastica è stata la prima federazione italiana ad istituire il Safeguarding Officer a maggior tutela, appunto, per tutti coloro che orbitano non solo nelle federazioni ma anche nelle strutture correlate. Spero di chiudere l'indagine entro un mese. L'attività prosegue a Desio, come detto già negli scorsi giorni dal commissario Peroni".