ACO sicura: Le Mans si correrà, nonostante il Coronavirus

Marco Congiu
motorsport.com

Il mondo del motorsport, a tutti i livelli, sta vivendo queste ore con notevole angoscia. Il coronavirus sta costringendo ad un ripensamento dei calendari, con annullamenti di gare ed appuntamenti in alcuni casi anche a poche ore dal via. È stato così per il GP di Cina di F1 e per Qatar e Thailandia per MotoGP. L'occhio dei media si è spostato adesso sulla 24 Ore di Le Mans, ma l'ACO ha prontamente rassicurato gli animi.

Leggi anche:

Australia: nuove restrizioni per gli italiani, ma niente ban

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il governo francese ha introdotto una legge per cui si vieta l'accesso alle manifestazioni di qualsiasi tipo che coinvolgano oltre 5.000 persone e, contando che la 24 Ore di Le Mans del 2019 ha fatto registrare circa 250.000 presenze, si sarebbe potuto ipotizzare uno svolgimento a porte chiuse della gara di durata, o addirittura un suo annullamento.

“Stiamo monitorando la situazione legata al Coronavirus con estrema attenzione. Al momento non abbiamo ricevuto alcuna richiesta di posticipare la 24 Ore di Le Mans. Il nostro calendario non ha subito modifiche: la 24 Ore rimane fissata per il 13 e 14 giugno 2020. La nostra priorità è di mantenere la pianificazione delle gare come da programma, ma se fosse necessaria una ripianificazione, rimoduleremo gli eventi nel corso dell'anno.”, si legge in un comunicato ufficiale diffuso dalla ACO.

Il calendario del WEC conta, oltre a Le Mans, altri due eventi per la stagione 2019/20: Sebring, che si correrà a fine mese, e Spa ad aprile.

Anche l'IMSA, l'organo che gestisce il WeaterTech SportsCar Championship, ha diffuso una nota in cui cerca di calmare gli animi.

“Siamo in costante contatto con le autorità e continueremo a monitorare con attenzione la situazione”, si legge nel comunicato.

Potrebbe interessarti anche...