Addio a Giovanni Bertini, un'altra vittima della Sla

webinfo@adnkronos.com

Lutto nel mondo del calcio, è morto Giovanni Bertini ex difensore di Roma, Fiorentina, Ascoli, Catania e Benevento che da tempo combatteva la sua battaglia contro la Sla. A ricordarlo il club giallorosso con cui ha collezionato 38 presenze in partite ufficiali tra il 1969 e il 1974. 

Nato il 6 gennaio del 1951, di Giovanni Bertini Nils Liedholm disse: "Ha un fisico che ricorda quello di Nordahl. Potrebbe fare anche l’attaccante". Cresciuto settore giovanile della Roma, che lo acquistò dall’Ostiense, Bertini si mette in luce nella 'De Martino' (la seconda squadra) e attira l’attenzione dei tecnici della prima squadra per la sua grande determinazione e potenza fisica. Helenio Herrera, che lo aveva portato in ritiro precampionato ad Assisi, lo fa esordire il 26 novembre 1969 nei tempi supplementari della gara di ritorno del secondo turno di Coppa delle Coppe contro il Psv Eindhoven. Pochi giorni dopo, il 14 dicembre 1969, esordisce in Serie A contro la Fiorentina. 

Bertini resta alla Roma fino al 1974, con l’eccezione della stagione 1971-72, quando viene ceduto in prestito all’Arezzo in Serie B. Torna però in tempo per partecipare alla vittoria del torneo anglo-italiano, in cui gioca gli ultimi minuti della finale vinta contro il Blackpool. Liedholm fu il tecnico che lo utilizzò più di tutti, impiegandolo 12 volte nella stagione 1973-74, che fu anche l’ultima in giallorosso di Bertini. Colpito dalla SLA, il 22 dicembre 2016 è tornato all’Olimpico in occasione di Roma-Chievo e, accompagnato dalla figlia, ha ricevuto un commosso e sentito applauso dai tifosi romanisti. 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...