Ag. Tanganga: 'Milan? Normale che i club italiani guardino in Premier. Tomori è l'esempio migliore...'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Intervistato da Sky Sport in Inghilterra, Roberto De Fanti, l'agente di Japhet Tanganga, ha svelato diversi retroscena legati al centrale del Tottenham non smentendo l'interesse del Milan per lui.

L'ADDIO SFUMATO IN ESTATE - La scorsa estate? Con l’allenatore abbiamo considerato il fatto che Japhet dovesse trovare più minutaggio in questa stagione. C’erano tanti club interessati, quello più vicino al giocatore è stato il Galatasaray, un club importante a livello europeo. Ma Japhet ha iniziato ad avere la convinzione di poter trovare i suoi spazi al Tottenham: è rimasto qui e da quest’estate ha giocato diciannove partite”.

IL MILAN - “Il Milan? Proverò a dare una risposta generica (ride, ndr): i club di Serie A stanno guardando parecchio in Premier League, ad esempio com’è successo con Dzeko, Smalling… Oppure Tomori, che credo sia l’esempio migliore: non giocava al Chelsea, è andato al Milan ed è tornato in Nazionale. Tammy Abraham anche, ha segnato, se non sbaglio, già 17 gol… Quindi credo che sia normale per i big club italiani di guardare in Inghilterra per vedere se ci sono giocatori che fanno al caso loro”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli