Agente Cragno: "Ronaldo andava espulso. L’arbitro ha mostrato timore reverenziale"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Graziano Battistini, agente di Alessio Cragno, è tornato a parlare del fallo di Cristiano Ronaldo sul portiere del Cagliari, suo assistito. Grandi polemiche per il giallo mostrato al giocatore della Juventus dopo il brutto intervento sull'estremo difensore dei sardi.

Ecco le parole di Battistini a Radio Kiss Kiss riportate da CagliariNews24.com: “Ronaldo non ha fatto quell’intervento per far male, non c’è dubbio, però la sua foga per cercare di fare gol gli ha fatto perdere la ragione. È andato d’istinto. L’intervento era evidente e da cartellino rosso. Per fortuna Alessio sta bene, poteva finire all’ospedale. Il Var non è intervenuto, questo è davvero molto discutibile. Inconsciamente credo ci sia stato un timore reverenziale da parte dell’arbitro nei confronti del campionissimo, ma come ho detto il Var doveva intervenire. Chi sta dietro alle quinte, che rivede al monitor certe cose, doveva richiamare l’attenzione dell’arbitro".

Alessio Cragno | Enrico Locci/Getty Images
Alessio Cragno | Enrico Locci/Getty Images

Ancora Battistini: "Mi sono sentito con Alessio, stava bene ed era sereno. Aveva dei punti provvisori e stamattina doveva valutare se doveva metterne altri. Dopo stamani non l’ho ancora sentito e non so se Ronaldo l’ha chiamato, sono cose loro. Non c’è nessun dubbio sulla sportività del portoghese".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.