Al Foro Italico un immenso Paltrinieri cede il podio più alto all’ucraino che a Tokyo arrivò secondo

Gregorio Paltrinieri in acqua
Gregorio Paltrinieri in acqua

Roma applaude l’immenso “Greg” è medaglia d’argento e si arrende solo a Mykhailo Romanchuk: nella piscina del Foro Italico il campione italiano Gregorio Paltrinieri cede il podio più alto all’ucraino che a Tokyo arrivò secondo. E l Foro Italico attendeva il suo Greg con trepidazione per gli Europei di nuoto 2022 in corso a Roma. Il sogno era un altro oro nei 1500 stile libero dopo il successo negli 800 ma non è andata così.

Roma applaude l’argento di Greg

Paltrinieri ha chiuso in 14:39.79, nettamente distaccato da Romanchuk, che con il suo 14:36.10 si è tenuto stretto il titolo europeo di Budapest. Il fortissimo nuotatore azzurro, detentore del record continentale voleva il poker europeo e lo voleva forte, a contare che aveva scalato la vetta del podio nel 2012, nel 2014 e nel 2016. Paltrinieri è partito fortissimo e l’incitamento del pubblico è stato la cosiddetta “bracciata in più”.

Romanchuk inarrivabile difende il titolo

Tuttavia alla fine Greg si è dovuto arrendere alla spinta stavolta inarrivabile del campione d’Europa in carica, l’ucraino Mykhailo Romanchuk. Quest’ultimo ha condotto da metà gara in poi ed è andato a prendersi l’oro con una grinta encomiabile e in un certo senso “a metalli invertiti”. Perché? Perché Romanchuk era stato argento alle Olimpiadi di Tokyo nella specialità. A completare il podio il francese Damien Joly che ha sua volta ha preceduto l’altro azzurro Domenico Acerenza, quarto.