Aleksandar Djordjevic rivela il proprio modello

Dopo aver steso Fortitudo e Olimpia, la Virtus Bologna punta a sbancare anche il campo dell'Aquila Trento per chiudere in testa il girone d'andata.

Aleksandar Djordjevic non si culla sui risultati finora ottenuti: “Sappiamo cosa ci aspetta, Trento è una squadra forte e molto fisica, ma da adesso in poi ogni partita è la più importante” ha detto il tecnico serbo in conferenza stampa.

“Abbiamo vinto due partite determinanti che hanno messo in luce sia gli aspetti positivi che le criticità della squadra. Bisogna ancora lavorare per migliorare qualche dettaglio come, per esempio, le palle perse. Per raggiungere la cima della montagna bisogna fare un passo alla volta. Sto trasmettendo questa mentalità ai giocatori, quello fatto finora è solo una piccola base di partenza. Mercato? La società è sempre attenta a eventuali occasioni che si possono presentare”.

Infine qualche battuta sulla condizione della squadra e sul ritorno di Teodosic con chicca-amarcord su uno dei maestri del Djordjevic giocatore: “La squadra sta bene, Markovic ha ancora qualche piccolo fastidio al braccio destro. Gaines ha pienamente recuperato, gli altri stanno bene. Il rientro di Teodosic? Vedremo durante la partita, tutti sanno quanto sia importante per noi. Per la sua coesistenza con Markovic mi sono ispirato molto alla gestione di D’Antoni con Harden e Paul”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...