Alfa Romeo C39: superato il crash test, il muso è ok

Franco Nugnes
motorsport.com

Anche l’Alfa Romeo ha omologato il telaio della C39. La squadra di Hinwil ha dovuto ripetere la prova frontale perché aveva portato a Bollate una soluzione di naso molto estrema che non aveva superato il crash dinamico, ma ora è tutto a posto.

È nella concezione dello staff tecnico del “Biscione” evolvere un muso molto spinto, seguendo i dettami aerodinamici più efficienti. Pur disponendo del powertrain Ferrari, la monoposto disegnata da Luca Furbatto aveva orientamenti che in certe scelte hanno seguito i concetti della Mercedes campione del mondo.

La C38, infatti, ha adottato il cape (il “mantello di Manta” sotto al muso) ben prima di quanto abbia poi fatto la squadra di Maranello in occasione del GP di Singapore, privilegiando un profilo del muso molto stretto con l’estrattore anteriore che si era evoluto con una serie di soffiaggi interessanti alla ricerca di carico aerodinamico sull’anteriore.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il team diretto da Vasseur ha confermato i due piloti, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi che sperano di portare il marchio Alfa più in alto nella classifica del mondiale Costruttori di quel nono posto dello scorso anno.

Al momento i team che sono già in ordine con l’omologazione del telaio sono: Racing Point, Ferrari, Williams, Haas e Toro Rosso, ai quali si è aggiunta l’Alfa Romeo.

Da quanto ci è dato sapere la Mercedes deve completare una prova posteriore, mentre devono ancora ottenere l’ok FIA Red Bull, Renault e McLaren che, quanto meno, non hanno ancora fatto annunci in materia.

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing, al GP d'Italia del 2019

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing, al GP d'Italia del 2019 <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing, al GP d'Italia del 2019 Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Il volante di Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Il volante di Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38 <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Il volante di Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38 Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38 <span class="copyright">Andy Hone / Motorsport Images</span>
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38 Andy Hone / Motorsport Images

Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38 <span class="copyright">Jerry Andre / Motorsport Images</span>
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38 Jerry Andre / Motorsport Images

Jerry Andre / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing <span class="copyright">Jerry Andre / Motorsport Images</span>
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing Jerry Andre / Motorsport Images

Jerry Andre / Motorsport Images

Alfa Romeo C38: ecco il cape con i curiosi soffiaggi

Alfa Romeo C38: ecco il cape con i curiosi soffiaggi <span class="copyright">Giorgio Piola</span>
Alfa Romeo C38: ecco il cape con i curiosi soffiaggi Giorgio Piola

Giorgio Piola

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Alfa Romeo Racing C38, dettaglio dello specchietto

Alfa Romeo Racing C38, dettaglio dello specchietto <span class="copyright">Giorgio Piola</span>
Alfa Romeo Racing C38, dettaglio dello specchietto Giorgio Piola

Giorgio Piola

Potrebbe interessarti anche...